Gli album

11,99 €
8,49 €

Elettronica - Uscito il 05 ottobre 2018 | [PIAS]

Hi-Res Riconoscimenti Qobuzissime
Dopo un 2017 lasciato a maggese, il produttore tedesco di origine italiana David August ha lanciato la propria etichetta nel 2018, 99Chants, sulla quale ha pubblicato un album ambient DCXXXIX A.C. e quest’ultimo intitolato D'ANGELO. Ispirato dal pittore transalpino Caravane, David August utilizza per tutta la durata dei sei brani (+ un interludio) la tecnica del chiaro-scuro, come sui 9 minuti di The Life of Merisi, che comincia come un film di fantascienza o una parte di Wipeout, con un ritmo techno/trance degli anni ’90, un sintetizzatore alla Moroder e una voce cavernosa, prima di spegnersi e rinascere sulle armonie limpide di un piano acustico, il suo strumento prediletto. La ballata vaporosa 33Chants e il pezzo che dà il titolo all’album D’Angelo, che apre un varco spazio-temporale verso il Riders on the Storm dei Doors, sono stati composti con lo stesso spirito elettroacustico. Una direzione scelta da David August fin dal suo primo album Times, per il quale si era riconnesso al pianoforte dopo alcuni EP “funzionali” presso la Diynamic Music, l’etichetta di Solomun. Una prova convalidata da due concerti dal vivo eccezionali per Boiler Room nel 2014 e nel 2016 (di cui l’ultimo in compagnia dell’orchestra sinfonica di Berlino), e da un album, che ci immerge in una bolla amniotica che non abbiamo voglia di lasciare. E se dovessimo restare bloccati dentro per l’eternità, non sarebbe poi così grave. © Smaël Bouaici
14,99 €
9,99 €

House - Uscito il 31 agosto 2018 | Neverbeener Records - Grand Musique Management

Hi-Res Libretto Riconoscimenti Qobuzissime
Kiddy Smile vuole rendere popolare la house. Mentre la house vintage è tornata alla carica da alcuni anni e da circa venti la French Touch ha invaso le classifiche, l’emblema della scena ballroom e voguing parigina gioca a carte scoperte sin da questo primo album. Dopo aver lasciato il segno con il brano Let A B!tch Know nel 2016, uscito per la mediatica etichetta Defected, Kiddy Smile punta adesso ancora più in alto e convoca gli spiriti di Robin S, Armand Van Helden e Mojo, suoi riferimenti in fatto di canzoni, sognando forse un destino alla Sylvester, icona gay americana autore del successo planetario You Make Me Feel (Mighty Real) nel 1978. Questo però non vuol dire che abbandoni la house, la quale, non dimentichiamolo, costituisce il substrato di quasi tutte le tracce di questo disco, e più precisamente la vocal house propugnata da Ron Trent e soprattutto da Frankie Knuckles, che negli anni ’90 proiettò il genere nel mainstream americano con i suoi remix di successi soul/pop. Un modello esportabile in Francia? Staremo a vedere... Sta di fatto che Kiddy Smile, assistito da Julien Galner degli Château Marmont alla produzione, dà il meglio di sé, come su Be Honest featuring Rouge Mary, bellissimo brano sentimentale che mette tutti d’accordo, o su One Trick Pony, prodotto da Boston Bun (Ed Banger), che ammicca a un crossover pop/R&B. Due pezzi dall’alto potenziale, accompagnati da numerosi successi da discoteca che danno già voglia di ballare (House of God, Burn the House Down), e dal singolo Dickmatized, che ricorda i Crookers, validissimo duo italiano di fidget. Questo sì che è avere tutte le carte in regola. Ecco cosa vuol dire riunire gli elementi del successo, cosa che merita inevitabilmente un Qobuzissime. © Smaël Bouaici/Qobuz
14,99 €
9,99 €

Elettronica - Uscito il 27 luglio 2018 | Brainfeeder

Hi-Res Riconoscimenti Qobuzissime
Era chiaro fin da You'll Understand, il suo secondo EP uscito nel 2016 su Distant Hawaii, sottodivisione dell’etichetta londinese Lobster Theremin (che promuove la house lo-fi) e da quel brano malinconico ed esaltante Talk To Me You'll Understand: Ross From Friends ha sfruttato al massimo le sue potenzialità raggiungendo la compiutezza in questo primo album curato nei minimi particolari per ben due anni; una cinquantina di minuti in grado di appagare coloro che erano stati sedotti dalla sua house setosa e dovrebbero garantirgli una nuova base di fan accaniti. Perché la musica di Ross From Friends crea una certa dipendenza, come lo dimostra Thank God I’m a Lizzard, una house sciamanica con chitarre floydiane in delay, mentre Wear Me Down rivela un aspetto più acquatico, che ricorda le produzioni dell’argentino Ernesto Ferreyra e le gocce care a Cadenza, l’etichetta di Luciano. Al carattere ipnotico dei brani di riferimento della minimal techno, Ross From Friends aggiunge un’anima, quella che attinge dalla storia familiare. I suoi genitori furono tra i primi viaggiatori inglesi che andavano in giro per l’Europa negli anni ʽ80 con un soundsystem per diffondere le prime emozioni elettroniche (hi-NRG, italo-disco…). The Knife, una sorta di synth-pop soulful che ci fa sprofondare nuovamente in quelle atmosfere anni ʽ80, prima di lanciarsi con successo con dei BPM più potenti sulla tecno dei Project Cybersyn. “Ogni volta che cominciavo a lavorare su un pezzo, ero immediatamente travolto dall’aspetto più emotivo delle cose, ci spiega. È senza dubbio una delle parti più importanti del lavoro sull’album, cercare di trarre ispirazione da quelle emozioni, da quell’instabilità emotiva”. Un approccio che ricorda quello di un altro produttore britannico della nuova generazione, Leon Vynehall, che ha ideato il suo ultimo album Nothing Is Still basandosi sulla storia dei nonni, con un risultato altrettanto commovente. Il superbo Parallel Sequence con le sue breakbeat mostra inoltre che l’inglese non è fissato sul kick, e, che a differenza di altri, la drum machine non è al centro della sua musica. Sarebbe infatti difficile individuare un asse di rotazione, poiché le sue canzoni (il termine è quello più appropriato) sembrano nascere da un’idea, da un concetto. Il resto dell’album è dotato dello stesso fascino, ed è facile lasciarsi trasportare da un capo all’altro dei dodici brani, in quelle atmosfere ovattate nelle quali Ross From Friends ci ha avvolti. Siamo appena all’estate, ma ecco già probabilmente uno degli album dell’anno e sicuramente un perfetto disco Qobuzissime. © Smaël Bouaici/Qobuz
7,49 €10,49 €
4,99 €6,99 €

Elettronica - Uscito il 09 marzo 2018 | Ed Banger Records

Hi-Res Riconoscimenti Qobuzissime
10LEC6 in francese suona come dyslexie ovverosia dislessia, difficoltà specifica e duratura della lettura che si manifesta durante l’infanzia e l’adolescenza, riconosciuta come un disturbo dell’apprendimento. Che i 10LEC6 abbiano appreso diversamente non c’è dubbio... Ma questo collettivo afro-post-punk ha soprattutto digerito un numero di influenze alquanto impressionante. Post-punk funky a iosa ‒ come quello che facevano gli ESG e i Liquid Liquid a New York negli anni ’80 ‒ ma anche disco, house, punk stile Bad Brains, afrobeat, elettronica altamente fuori di testa e ritmi tribali belli tosti. Dal 2004 questo gruppo dalla geometria variabile formato attorno allo street artist Simon e al produttore e DJ Jess (del duo Jess & Crabble) mescola i generi come nessun altro! Un mix reso ancora più possente nel 2014 dall’arrivo di una nuova voce, Nicole, che canta in Bulu, lingua bantu parlata nel sud del suo Camerun natale. Con Bone Bame, il ritmo si impossessa dei corpi e delle menti. Questo terzo album apparso sotto la Ed Banger, l’etichetta di Pedro Winter, è soprattutto una lunga trance fatta di percussioni e suoni elettronici, che i bassi smisurati e la voce incantatoria di Nicole rendono totalmente inafferrabili. Non resta che abbandonarsi amabilmente su questo dancefloor singolare e cosmopolita più unico che raro. Un Qobuzissime a 360°! © Marc Zisman/Qobuz
11,99 €
8,49 €

Elettronica - Uscito il 21 settembre 2017 | Houndstooth

Hi-Res Riconoscimenti Qobuzissime
13,49 €
8,99 €

Elettronica - Uscito il 04 marzo 2016 | Because Music Ltd.

Hi-Res Libretto Riconoscimenti Qobuzissime
10,49 €
6,99 €

Ambient - Uscito il 27 novembre 2015 | Intuitive Records

Hi-Res Libretto Riconoscimenti Qobuzissime
11,99 €
7,99 €

Elettronica - Uscito il 06 aprile 2015 | Combien Mille Records

Hi-Res Riconoscimenti 4F de Télérama - La discoteca ideale Qobuz - Qobuzissime
17,49 €
14,99 €

Elettronica - Uscito il 27 febbraio 2015 | Parlophone France

Hi-Res Libretto Riconoscimenti Qobuzissime
16,49 €
11,99 €

Elettronica - Uscito il 07 luglio 2014 | Infectious

Hi-Res Riconoscimenti Qobuzissime
14,99 €
10,99 €

Elettronica - Uscito il 07 luglio 2014 | Infectious

Hi-Res Riconoscimenti Qobuzissime
14,99 €
9,99 €

Elettronica - Uscito il 07 aprile 2014 | Olsen Records

Hi-Res Riconoscimenti Pitchfork: Best New Music - Qobuzissime - HD Audio
13,49 €
8,99 €

Elettronica - Uscito il 03 febbraio 2014 | InFiné

Hi-Res Libretto Riconoscimenti Qobuzissime - HD Audio
13,49 €
8,99 €

Elettronica - Uscito il 04 novembre 2013 | InFiné

Hi-Res Riconoscimenti Qobuzissime - HD Audio
14,99 €
9,99 €

Elettronica - Uscito il 02 settembre 2013 | Warp Records

Hi-Res Riconoscimenti Qobuzissime - HD Audio
13,49 €
8,99 €

Elettronica - Uscito il 08 aprile 2013 | Naive

Hi-Res Libretto Riconoscimenti Qobuzissime - HD Audio
14,99 €
9,99 €

Elettronica - Uscito il 22 ottobre 2012 | Warp Records

Hi-Res Libretto Riconoscimenti La discoteca ideale Qobuz - Pitchfork: Best New Music - Qobuzissime - HD Audio - Sélection JAZZ NEWS
13,49 €
8,99 €

Elettronica - Uscito il 29 gennaio 2012 | Naive

Hi-Res Riconoscimenti Qobuzissime - HD Audio