Il vostro carrello è vuoto

Categorie :

Artisti simili

Gli album

HI-RES19,49 €
CD13,99 €

Jazz contemporaneo - Uscito il 12 giugno 2020 | Blue Note

Hi-Res
HI-RES19,49 €
CD13,99 €

Jazz - Uscito il 09 febbraio 2018 | Universal Music Division Decca Records France

Hi-Res Libretto
I GoGo Penguin sono un’esperienza. Una sfida quasi. Conosciamo il fascino che Chris Illingworth, pianista del trio mancuniano, nutre per la robotica e i concetti di transumanesimo e di miglioramento della specie umana. La musica che concepisce dal 2012 insieme al contrabbassista Nick Blacka e al batterista Rob Turner riesce a fondere la macchina e l’uomo in modo più unico che raro. Una formazione classica, un’educazione jazz, una buona dose di elettronica e, in fondo, quel suono GoGo Penguin, di una fluidità senza pari e splendidamente registrato dal produttore e ingegnere del suono Joe Reiser, considerabile a tutti gli effetti come il quarto membro del gruppo. Con A Humdrum Star, la tensione palpabile tra sonorità acustiche ed elettroniche è ulteriormente esaltata. Le trame melodiche ancora più rifinite. Se tale o talaltro illustre antenato fa capolino qua e là (Brian Eno, Philip Glass, E.S.T., Roni Size, St Germain, Amon Tobin, Massive Attack, Bill Evans, John Cage…), i GoGo Penguin riescono sempre ad avere la meglio e a conservare la propria identità. Infine, le sensazioni atmosferiche tanto care ai tre inglesi non sono mai lì per camuffare una tecnica vacillante. Anzi. Illingworth, Blacka e Turner potrebbero benissimo impressionare la platea, ma preferiscono concentrarsi sulle loro composizioni così come sulle fasi di improvvisazione e soprattutto sull’offuscamento delle frontiere stilistiche... Partire da software come Ableton e Logic per approdare a una tale intimità musicale mostra la strada fatta dai GoGo Penguin in soli pochi anni. Oggi più che mai, il futuro appartiene a loro. © MD/Qobuz
HI-RES7,99 €
CD5,49 €

Jazz contemporaneo - Uscito il 04 ottobre 2019 | Blue Note

Hi-Res
Uscito nel 1982, il documentario Koyaanisqatsi del regista Godfrey Reggio è diventato un mito grazie anche alla famosa colonna sonora firmata da Philip Glass. Un compositore e un’opera che hanno segnato per sempre il pianista Chris Illingworth, il bassista Nick Blacka e il batterista Rob Turner, al punto che il trio britannico si è lanciato, nel 2015, in una propria riscrittura del film di Reggio, interpretato solo dal vivo ai quattro angoli del mondo. Un’avventura all’origine di questo Ocean in a Drop: Music for Film, EP di cinque brani ispirato a questo lavoro live su Koyaanisqatsi.All’inizio, però, Illingworth non prevedeva proprio di incidere questa colonna sonora. « La gente continuava a chiederci se questa musica sarebbe uscita su un disco. Ma per noi questo non aveva senso. Il film ha già una colonna sonora grandiosa. E comunque ci aveva dato un gran piacere, comporre sulle immagini. È stato questo a ispirare Ocean in a Drop… Suonare questa musica da film in diretta era molto impegnativo, fisicamente e mentalmente. E lo è stato anche registrarla. Abbiamo ripreso tutto dal vivo, come avevamo già fatto per i nostri album precedenti, senza sovraincidere né sovrapporre le parti singole. » L’influenza di Philip Glass già presente nel DNA dei GoGo Penguin qui è decuplicata, ma senza asfissiare né le improvvisazioni né, soprattutto, i voli lirici e atmosferici di questi cinque temi dalla forte risonanza emotiva. © Max Dembo/Qobuz
HI-RES25,49 €
CD17,99 €

Jazz - Uscito il 05 febbraio 2016 | Universal Music Division Decca Records France

Hi-Res Libretto
CD11,99 €

Jazz - Uscito il 20 ottobre 2014 | Gondwana Records

Libretto
CD5,49 €

Jazz contemporaneo - Uscito il 04 ottobre 2019 | Blue Note

HI-RES15,49 €
CD10,99 €

Jazz - Uscito il 09 febbraio 2018 | Universal Music Division Decca Records France

Hi-Res Libretto
I GoGo Penguin sono un’esperienza. Una sfida quasi. Conosciamo il fascino che Chris Illingworth, pianista del trio mancuniano, nutre per la robotica e i concetti di transumanesimo e di miglioramento della specie umana. La musica che concepisce dal 2012 insieme al contrabbassista Nick Blacka e al batterista Rob Turner riesce a fondere la macchina e l’uomo in modo più unico che raro. Una formazione classica, un’educazione jazz, una buona dose di elettronica e, in fondo, quel suono GoGo Penguin, di una fluidità senza pari e splendidamente registrato dal produttore e ingegnere del suono Joe Reiser, considerabile a tutti gli effetti come il quarto membro del gruppo. Con A Humdrum Star, la tensione palpabile tra sonorità acustiche ed elettroniche è ulteriormente esaltata. Le trame melodiche ancora più rifinite. Se tale o talaltro illustre antenato fa capolino qua e là (Brian Eno, Philip Glass, E.S.T., Roni Size, St Germain, Amon Tobin, Massive Attack, Bill Evans, John Cage…), i GoGo Penguin riescono sempre ad avere la meglio e a conservare la propria identità. Infine, le sensazioni atmosferiche tanto care ai tre inglesi non sono mai lì per camuffare una tecnica vacillante. Anzi. Illingworth, Blacka e Turner potrebbero benissimo impressionare la platea, ma preferiscono concentrarsi sulle loro composizioni così come sulle fasi di improvvisazione e soprattutto sull’offuscamento delle frontiere stilistiche... Partire da software come Ableton e Logic per approdare a una tale intimità musicale mostra la strada fatta dai GoGo Penguin in soli pochi anni. Oggi più che mai, il futuro appartiene a loro. © MD/Qobuz
HI-RES6,99 €
CD4,99 €

Jazz - Uscito il 02 settembre 2016 | Universal Music Division Decca Records France

Hi-Res
CD13,99 €

Jazz - Uscito il 09 febbraio 2018 | Universal Music Division Decca Records France

Libretto
I GoGo Penguin sono un’esperienza. Una sfida quasi. Conosciamo il fascino che Chris Illingworth, pianista del trio mancuniano, nutre per la robotica e i concetti di transumanesimo e di miglioramento della specie umana. La musica che concepisce dal 2012 insieme al contrabbassista Nick Blacka e al batterista Rob Turner riesce a fondere la macchina e l’uomo in modo più unico che raro. Una formazione classica, un’educazione jazz, una buona dose di elettronica e, in fondo, quel suono GoGo Penguin, di una fluidità senza pari e splendidamente registrato dal produttore e ingegnere del suono Joe Reiser, considerabile a tutti gli effetti come il quarto membro del gruppo. Con A Humdrum Star, la tensione palpabile tra sonorità acustiche ed elettroniche è ulteriormente esaltata. Le trame melodiche ancora più rifinite. Se tale o talaltro illustre antenato fa capolino qua e là (Brian Eno, Philip Glass, E.S.T., Roni Size, St Germain, Amon Tobin, Massive Attack, Bill Evans, John Cage…), i GoGo Penguin riescono sempre ad avere la meglio e a conservare la propria identità. Infine, le sensazioni atmosferiche tanto care ai tre inglesi non sono mai lì per camuffare una tecnica vacillante. Anzi. Illingworth, Blacka e Turner potrebbero benissimo impressionare la platea, ma preferiscono concentrarsi sulle loro composizioni così come sulle fasi di improvvisazione e soprattutto sull’offuscamento delle frontiere stilistiche... Partire da software come Ableton e Logic per approdare a una tale intimità musicale mostra la strada fatta dai GoGo Penguin in soli pochi anni. Oggi più che mai, il futuro appartiene a loro. © MD/Qobuz
HI-RES19,49 €
CD13,99 €

Jazz contemporaneo - Uscito il 05 febbraio 2016 | Universal Music Division Decca Records France

Hi-Res Libretto
CD9,99 €

Jazz - Uscito il 17 marzo 2014 | Gondwana Records

Libretto
CD9,99 €

Jazz - Uscito il 19 novembre 2012 | Gondwana Records

Libretto
CD13,99 €

Jazz - Uscito il 12 giugno 2020 | Universal Music Division Decca Records France

CD10,99 €

Jazz - Uscito il 09 febbraio 2018 | Universal Music Division Decca Records France

Libretto
I GoGo Penguin sono un’esperienza. Una sfida quasi. Conosciamo il fascino che Chris Illingworth, pianista del trio mancuniano, nutre per la robotica e i concetti di transumanesimo e di miglioramento della specie umana. La musica che concepisce dal 2012 insieme al contrabbassista Nick Blacka e al batterista Rob Turner riesce a fondere la macchina e l’uomo in modo più unico che raro. Una formazione classica, un’educazione jazz, una buona dose di elettronica e, in fondo, quel suono GoGo Penguin, di una fluidità senza pari e splendidamente registrato dal produttore e ingegnere del suono Joe Reiser, considerabile a tutti gli effetti come il quarto membro del gruppo. Con A Humdrum Star, la tensione palpabile tra sonorità acustiche ed elettroniche è ulteriormente esaltata. Le trame melodiche ancora più rifinite. Se tale o talaltro illustre antenato fa capolino qua e là (Brian Eno, Philip Glass, E.S.T., Roni Size, St Germain, Amon Tobin, Massive Attack, Bill Evans, John Cage…), i GoGo Penguin riescono sempre ad avere la meglio e a conservare la propria identità. Infine, le sensazioni atmosferiche tanto care ai tre inglesi non sono mai lì per camuffare una tecnica vacillante. Anzi. Illingworth, Blacka e Turner potrebbero benissimo impressionare la platea, ma preferiscono concentrarsi sulle loro composizioni così come sulle fasi di improvvisazione e soprattutto sull’offuscamento delle frontiere stilistiche... Partire da software come Ableton e Logic per approdare a una tale intimità musicale mostra la strada fatta dai GoGo Penguin in soli pochi anni. Oggi più che mai, il futuro appartiene a loro. © MD/Qobuz
HI-RES2,99 €
CD1,99 €

Jazz - Uscito il 01 aprile 2016 | Universal Music Division Decca Records France

Hi-Res
CD3,99 €

Jazz - Uscito il 02 settembre 2016 | Universal Music Division Decca Records France

HI-RES1,49 €
CD0,99 €

Acid Jazz - Uscito il 02 ottobre 2020 | Gondwana Records

Hi-Res
CD1,99 €

Jazz - Uscito il 01 aprile 2016 | Universal Music Division Decca Records France