Il vostro carrello è vuoto

Categorie :

Artisti simili

Gli album

9926 album selezionati per I più venduti
CD11,99 €

Classica - Uscito il 05 aprile 2011 | PentaTone

Libretto
CD11,99 €

Classica - Uscito il 30 marzo 2010 | PentaTone

Libretto
CD6,49 €

Classica - Uscito il 31 luglio 2007 | harmonia mundi

HI-RES12,49 €
CD8,49 €

Classica - Uscito il 17 luglio 2020 | Alia Vox

Hi-Res Libretto
Il Beethoven di Jordi Savall, da assaporare su Beethoven: Révolution, Symphonies 1 à 5 pubblicato dalla Alia Vox, è vitale. Vivace negli accenti, nei ritmi, e nelle articolazioni. Ma anche nello spirito e nell’intelligenza dei fraseggi, e l’esecuzione delle scale orchestrali compiute lo testimonia allegramente (Adagio della 4a). I tempi sono relativamente misurati, ma gradevoli. Il segreto di queste composizioni di Beethoven è il loro spirito danzante, ereditato dalle danze del XVIII secolo, che conferisce loro un’energia costante. Un’altra singolarità, creata da Beethoven per l’orchestra, è la rivoluzione delle timbriche, che ha caratterizzato le costruzioni formali del Maestro di Bonn, nelle novità dei registri (lo sviluppo degli ottoni e in particolare dei corni, ma anche maggiore presenza di timpani, ecc.), e nello sviluppo di strutture più dense - il tutto votato a una poetica sonora dall’essenza teatrale: queste sinfonie sono dei drammi nascosti. Così la vedeva anche Ernest Ansermet in passato, e il suo integrale per la Decca ne porta le tracce, nonostante un’estetica generale ovviamente molto diversa (Decca, 1958-1963, registrazioni da riscoprire). Qui la 4a mostra tutta la sua audacia - alla fine è forse la più grande delle prime opere del genere nel catalogo di Beethoven. Jordi Savall realizza un ensemble molto bello, che si distingue nettamente dal resto della produzione di questo anno Beethoven 2020, dove le proposte artistiche piovono a dirotto ma alle volte sono poco convincenti. © Pierre-Yves Lascar/Qobuz
HI-RES48,99 €
CD34,99 €

Classica - Uscito il 01 gennaio 2014 | Deutsche Grammophon (DG)

Hi-Res Libretto Riconoscimenti Diapason d'or - La discoteca ideale Qobuz
HI-RES18,99 €
CD15,99 €

Classica - Uscito il 03 aprile 2020 | Sony Classical

Hi-Res Libretto
HI-RES89,49 €
CD77,49 €

Classica - Uscito il 13 settembre 2019 | Sony Classical

Hi-Res Libretto Riconoscimenti 5 de Diapason - 4F de Télérama - 5 Sterne Fono Forum Klassik
HI-RES22,49 €
CD14,99 €

Musica da camera - Uscito il 29 settembre 2017 | Evidence

Hi-Res Libretto Riconoscimenti 5 de Diapason - 4 étoiles Classica - 5 Sterne Fono Forum Klassik - 5 Sterne Fono Forum Jazz
HI-RES67,49 €
CD44,99 €

Classica - Uscito il 01 maggio 2020 | Piano 21

Hi-Res Libretto
HI-RES19,49 €
CD13,99 €

Classica - Uscito il 01 gennaio 2012 | Deutsche Grammophon (DG)

Hi-Res Riconoscimenti La discoteca ideale Qobuz
È facile abusare dei superlativi quando si tratta di rievocare lo stile di direzione e le incisioni di Carlos Kleiber. È forse l’immagine a darci più immediatamente i segreti della sua arte, con quella gestualità di un’eleganza folle, che sembra generare la musica con la sua energia, la sua morbidezza ed un sorriso che illumina il volto di un direttore che pare posseduto dall’ispirazione. Ma è sufficiente l’ascolto di questo unico album.Nonostante vivesse da recluso, annullasse i tre quarti dei suoi concerti, non incidesse praticamente affatto, Carlos Kleiber ha miracolosamente accettato d’incidere queste due sinfonie per Deutsche Grammophon. Nel 1975 registra la Quinta sinfonia nell’acustica generosa del Musikverein di Vienna, con una Filarmonica che beve le sue parole rispettando la più minuscola delle sue intenzioni. Sotto la sua bacchetta filosofale, “la quinta” diviene un condensato di energia, una scatola di Pandora esplosiva che dà fuoco alle polveri, restituita esattamente come esige la partitura. Le fatidiche quattro note del destino, su cui è costruita l’intera sinfonia, sono allo stesso tempo corda e chiave di volta di quest’opera-faro, qui magnificamente strutturata da Kleiber.Si era mai sentita una Settima sinfonia più aerea? Il pensiero va immediatamente a Nietzsche: «Non potrei credere se non in un Dio che sapesse danzare». Registrata l’anno seguente nello stesso luogo, questa Settima dalle suole alate ruota, volteggia, esulta di una gioia panteistica e salvatrice con una leggerezza che sembra mettere i musicisti in levitazione. «Ora sono leggero, ora volo, ora mi vedo al di sotto, ora un dio danza in me». Così dirigeva Carlos Kleiber. © François Hudry/Qobuz
HI-RES14,99 €
CD9,99 €

Classica - Uscito il 16 ottobre 2015 | Evidence

Hi-Res Libretto Riconoscimenti 5 de Diapason - Gramophone Record of the Month
HI-RES19,49 €
CD13,99 €

Classica - Uscito il 03 aprile 2020 | Deutsche Grammophon (DG)

Hi-Res Libretto
HI-RES31,49 €
CD20,99 €

Classica - Uscito il 15 novembre 2019 | Alpha

Hi-Res Riconoscimenti 5 de Diapason - Qobuzissime
L’ultima parte di questo trittico intelligente ed equilibrato merita un Qobuzissime! Da alcuni anni seguiamo il nobile e rilassato duo formato dal violinista Lorenzo Gatto e dal pianista Julien Libeer. Il duo belga ha completato la sua integrale di sonate per violino e pianoforte di Beethoven. C'è molta spontaneità in questa integrale, ma questa freschezza non è sinonimo di casualità. Al contrario, frutto di un lavoro riflessivo, fiorisce come un emozionante romanzo in tre capitoli. Il primo volume si apre come un sipario sulla figura monumentale di Beethoven con l'emblematica Kreutzer Sonata, una partitura muscolare che vanifica le aspettative del genere. La drammatica veemenza del suo primo movimento, lento e minore, contrasta con la morbidezza del secondo e conferma che la sonata è davvero una partitura per due strumenti uguali e non un aggiunta secondaria ad un pianoforte solitario, qui uno Steinway. Il secondo ha delineato i confini di un genere in espansione. Dalla prima all'ultima sonata, attraverso la più popolare, soprannominata La Primavera, si assiste all'amplificazione generale dei mezzi. Dall'Opus 12 all'Opus 96, la forma si è allargata, le difficoltà tecniche si sono accumulate e l'intrattenimento ha lasciato il posto ad una retorica energetica. Per questo secondo album, il duo ha scelto la brillante potenza del pianoforte a corde parallele di Chris Maene. Lo strumento dà la necessaria risonanza alla loro lettura, a volte francamente piccante, a volte teneramente sottile, di questi spartiti. Il terzo incornicia la brillantezza dello Steinway (Sonate 6 e 7) del pianoforte più ampio di Maene (Sonate 3 e 8) e si dedica alle opere nate nel momento in cui si insedia la sordità del compositore. Paradossalmente, questo incubo del compositore ci ha reso felici. Varie combinazioni di timbri, personaggi e stili costantemente rinnovati, tante invenzioni che Gatto e Libeer hanno declinato nel corso del ciclo. Il nostro premio evidenzia retrospettivamente le prime due pietre miliari di un'avventura che ha coraggiosamente mantenuto le sue promesse. Un'integrale di riferimento da conoscere e da far conoscere! Elsa Siffert/Qobuz
HI-RES17,49 €
CD12,49 €

Classica - Uscito il 31 gennaio 2020 | harmonia mundi

Hi-Res Libretto Riconoscimenti 5 de Diapason
HI-RES34,99 €
CD24,99 €

Classica - Uscito il 01 gennaio 2006 | Deutsche Grammophon (DG)

Hi-Res Libretto
Sarebbe difficile classificare queste tre collezioni complete delle opere di Beethoven per violoncello e pianoforte, registrate da Pierre Fournier con tre diversi partner, tutti illustri esperti di Beethoven: Arthur Schnabel (1947-48), Friedrich Gulda (1959) e Wilhelm Kempff (1965). Fournier e Gulda sono come l'acqua ed il fuoco. Il violoncellista francese fornisce una guida al solitario e un po' indomabile Gulda, che ha ammesso di aver imparato un po' di disciplina nel corso della registrazione, e ha mantenuto un debito di gratitudine per Fournier per tutta la vita. Il risultato è uno straordinario spettacolo di attenzione reciproca e chiarezza espressiva, senza alcuna pomposità o pretenziosità. François Hudry/Qobuz 
HI-RES16,49 €
CD10,99 €

Classica - Uscito il 15 novembre 2019 | Alpha

Hi-Res Libretto
L’ultima parte di questo trittico intelligente ed equilibrato merita un Qobuzissime! Da alcuni anni seguiamo il nobile e rilassato duo formato dal violinista Lorenzo Gatto e dal pianista Julien Libeer. Il duo belga ha completato la sua integrale di sonate per violino e pianoforte di Beethoven. C'è molta spontaneità in questa integrale, ma questa freschezza non è sinonimo di casualità. Al contrario, frutto di un lavoro riflessivo, fiorisce come un emozionante romanzo in tre capitoli. Il primo volume si apre come un sipario sulla figura monumentale di Beethoven con l'emblematica Kreutzer Sonata, una partitura muscolare che vanifica le aspettative del genere. La drammatica veemenza del suo primo movimento, lento e minore, contrasta con la morbidezza del secondo e conferma che la sonata è davvero una partitura per due strumenti uguali e non un aggiunta secondaria ad un pianoforte solitario, qui uno Steinway. Il secondo ha delineato i confini di un genere in espansione. Dalla prima all'ultima sonata, attraverso la più popolare, soprannominata La Primavera, si assiste all'amplificazione generale dei mezzi. Dall'Opus 12 all'Opus 96, la forma si è allargata, le difficoltà tecniche si sono accumulate e l'intrattenimento ha lasciato il posto ad una retorica energetica. Per questo secondo album, il duo ha scelto la brillante potenza del pianoforte a corde parallele di Chris Maene. Lo strumento dà la necessaria risonanza alla loro lettura, a volte francamente piccante, a volte teneramente sottile, di questi spartiti. Il terzo incornicia la brillantezza dello Steinway (Sonate 6 e 7) del pianoforte più ampio di Maene (Sonate 3 e 8) e si dedica alle opere nate nel momento in cui si insedia la sordità del compositore. Paradossalmente, questo incubo del compositore ci ha reso felici. Varie combinazioni di timbri, personaggi e stili costantemente rinnovati, tante invenzioni che Gatto e Libeer hanno declinato nel corso del ciclo. Il nostro premio evidenzia retrospettivamente le prime due pietre miliari di un'avventura che ha coraggiosamente mantenuto le sue promesse. Un'integrale di riferimento da conoscere e da far conoscere! Elsa Siffert/Qobuz
HI-RES63,99 €
CD55,99 €

Classica - Uscito il 15 maggio 2020 | Warner Classics

Hi-Res Libretto
È un ensemble francese quello che la Carnegie Hall di New York City ha scelto per interpretare l’integrale dei quartetti di Beethoven in occasione del 250° anniversario della sua nascita, celebrato in tutto il mondo nel 2020: si tratta del Quatuor Ébène. Onorati da questo prestigioso invito, i quattro musicisti hanno deciso di prolungare questo momento eccezionale suonando questa musica universale in tutto il mondo, per una quarantina di concerti in diciotto paesi e in sei continenti, da Aprile 2019 a Gennaio 2020. Si tratta in realtà di un doppio anniversario, poiché si celebrano anche i vent’anni di attività dell’Ébène. La forza espressiva e intellettuale dell’opera di Beethoven è un formidabile veicolo per l’umanesimo illuminista. È stato durante questo fantastico viaggio che il Quatuor Ébène - prendendo alla lettera gli ideali di Beethoven - ha registrato le opere complete, che sono state appena pubblicate. Beethoven Around the World: The Complete String Quartets è stato registrato durante i concerti (e le repliche) a Vienna, Philadelphia, Tokyo, San Paolo, Melbourne, Nairobi e Parigi, la loro città d’origine. Una troupe cinematografica ha seguito i musicisti nel loro tour mondiale per realizzare un documentario. Le ultime registrazioni sono state effettuate a Parigi nel gennaio 2020. L’avventura è arrivata al termine. Questi quartetti non sono intesi per essere ascoltati nel loro ordine cronologico (ma siete liberi di farlo se lo volete!), ma sono presentati seguendo l’ordine in cui ogni serata è stata registrata. In vent’anni, il Quatuor Ébène è salito all’apice di questo tipo di formazione, grazie anche ad un meticoloso lavoro d’insieme, a un’esecuzione a tratti incandescente che lo contraddistingue, e a un’apertura mentale che lo porta ad avvicinarsi a tutti i tipi di musica, che si tratti di jazz, contemporanea o classica. © François Hudry/Qobuz
HI-RES35,99 €
CD23,99 €

Classica - Uscito il 23 agosto 2019 | Alpha

Hi-Res Libretto
HI-RES16,49 €
CD10,99 €

Duetti - Uscito il 03 giugno 2016 | Alpha

Hi-Res Libretto Riconoscimenti Diapason d'or de l'année - Diapason d'or - Choc de Classica - Registrazioni Eccezionali
HI-RES22,99 €
CD15,99 €

Classica - Uscito il 01 aprile 2012 | harmonia mundi

Hi-Res Libretto Riconoscimenti HD Audio