Il vostro carrello è vuoto

Categorie :

Gli album

1148 album selezionati per Data: Dal più recente al meno recente
A partire da:
HI-RES13,49 €
CD8,99 €

Elettronica - Uscito il 26 marzo 2021 | Luaka Bop

Hi-Res Riconoscimenti 4F de Télérama - Pitchfork: Best New Music
“Pharoah è un uomo dalla spiritualità infinita, costantemente alla ricerca della verità. Amo molto la forza insita nel suo modo di suonare. È un grande innovatore, ed è un piacere e un privilegio che abbia accettato di aiutarmi e di essere un membro della band. Ha grinta e spirito, due delle qualità che amo di più nelle persone.” Così disse John Coltrane a proposito di Pharoah Sanders, un autentico uragano che Trane sapeva gestire e che suonò al suo fianco dal settembre 1965 fino alla sua morte, nell'estate del 1967. Il jazz degli anni '60 allora veniva coniugato diversamente, e i VU meter della musica free si agitarono come non mai. Pharoah ha registrato anche dei bellissimi album da solista, pieni di riff ispidi, sempre molto riflessivi e meditativi. Anche quando muta il suo grido in sussurro, questo mantiene inalterata la sua potenza e, al contempo, la sua spiritualità... È senza dubbio questa spiritualità di Pharoah Sanders, ormai ottantenne, che ha affascinato Sam Shepherd - alias Floating Points, il talentuoso artista elettronico britannico che ha studiato composizione alla Chetham's School of Music e che ha creato una musica ibrida fatta di elettronica, di ambient, jazz e neo-classica. E come i suoi amici Kieran Hebden (Four Tet) e Dan Snaith (Caribou), questo fan di Debussy, Messiaen, Bill Evans, Gil Scott-Heron e del gruppo krautrock Harmonia ha sempre dimostrato di avere le più disparate influenze. Questa visione così ampia ha senza dubbio alimentato Promises, il progetto che riunisce questi due uomini separati da 46 anni di vita e da un oceano. Un oceano riempito dagli archi della London Symphony Orchestra (LSO), il terzo protagonista di questo brillante disco.Il primo capitolo di Promises, uscito su Luaka Bop, etichetta fondata nel 1988 da David Byrne, è stato concepito nel 2019 a Los Angeles, dove vive il sassofonista. Per una settimana, Pharoah e Sam Shepherd hanno sperimentato freneticamente. Una volta tornato nel Vecchio Continente, l'inglese ha lavorato sui nastri e ha anche aggiunto i violini della LSO registrati a Londra. Il risultato è un miracolo di serenità. Una lunga variazione spirituale totalmente ispirata, divisa in nove movimenti. Costellata di grandi trame sonore, di paesaggi di un sogno, di temi vicini all'ambient che la terapia alternativa delle modulazioni ha reso ancora più ammalianti. La prima parte è più intimista, e si concentra sul dialogo tra Sanders e Shepherd. La seconda, più lirica, viene condotta dai violini sapientemente dosati della mitica orchestra. Durante l’ascolto, a volte viene da pensare alla musica sciamanica di Alice Coltrane (con cui Pharoah ha suonato), o a certe registrazioni di Claus Ogerman, o ancora al Brian Eno del periodo Ambient 1978/1983. Ma Promises ha soprattutto una sua originalità, come se sia stato veicolato dagli stessi valori transgenerazionali e visceralmente eclettici che trasmette. Un'autentica meraviglia. © Marc Zisman/Qobuz
A partire da:
HI-RES19,49 €
CD13,99 €

Musica francese - Uscito il 26 marzo 2021 | Universal Music Division Romance Musique

Hi-Res Riconoscimenti 4F de Télérama
A partire da:
HI-RES15,99 €
CD13,49 €

Hip-Hop/Rap - Uscito il 19 marzo 2021 | Rec. 118

Hi-Res Riconoscimenti 4F de Télérama
A partire da:
HI-RES23,09 €
CD16,49 €

Classica - Uscito il 12 marzo 2021 | Mirare

Hi-Res Libretto Riconoscimenti 4F de Télérama
A partire da:
HI-RES14,49 €
CD9,99 €

Jazz - Uscito il 12 marzo 2021 | Hubro

Hi-Res Riconoscimenti 4F de Télérama
A partire da:
HI-RES13,49 €
CD8,99 €

Jazz contemporaneo - Uscito il 05 marzo 2021 | Label Bleu

Hi-Res Riconoscimenti 4F de Télérama
A partire da:
HI-RES18,99 €
CD15,99 €

Musica francese - Uscito il 05 marzo 2021 | Columbia

Hi-Res Riconoscimenti 4F de Télérama
A partire da:
HI-RES14,99 €
CD9,99 €

World music - Uscito il 26 febbraio 2021 | Six Degrees – New Releases

Hi-Res Riconoscimenti 4F de Télérama
A partire da:
HI-RES16,49 €
CD10,99 €

Classica - Uscito il 26 febbraio 2021 | Alpha

Hi-Res Libretto Riconoscimenti 4F de Télérama
A partire da:
HI-RES14,99 €
CD9,99 €

Musica alternativa e indie - Uscito il 25 febbraio 2021 | Goliath Enterprises Limited

Hi-Res Riconoscimenti 4F de Télérama
A partire da:
HI-RES31,29 €
CD22,29 €

Musica da camera - Uscito il 19 febbraio 2021 | harmonia mundi

Hi-Res Libretto Riconoscimenti 4F de Télérama
A partire da:
CD13,49 €

Musica alternativa e indie - Uscito il 19 febbraio 2021 | Sub Pop Records

Riconoscimenti 4F de Télérama
La rumorosa Sub Pop sarà anche la sua casa, ma la musica di Lael Neale è molto più intima e sognante. Insomma, lontano anni luce dagli standard dell'etichetta di Seattle... Sul suo sito web, questa orafa della musica dalla voce cristallina rivendica la sua passione per i vecchi libri di John Steinbeck, Ralph Waldo Emerson e le poesie di Mary Oliver. Originaria della Virginia, tra il 2009 e il 2019 è andata alla ricerca di un rifugio isolato a Los Angeles, cercando un Eden musicale per le sue canzoni dal gusto folk. “Ma con l'aggiunta di batteria, basso, chitarra, violino e organo, i brani si sono appesantiti troppo...” Nel 2015, riesce comunque a pubblicare l'album folk I'll Be Your Man...Con l'arrivo della pandemia, Los Angeles si trasformò e tornare alla fattoria della sua famiglia nella Shenandoah Agricultural Valley divenne una necessità. Nella valigia di Lael Neale c'era un Omnichord che le aveva prestato un amico. Uno strumento dal suono extraterrestre, una sorta di versione elettronica dell'autoharp, sul quale il suo canto ha trovato il partner ideale. Soprattutto, uno strumento che l'ha ispirata a scrivere e comporre in un modo completamente diverso.Su Every Star Shivers in the Dark, Lael Neale ricorda nelle melodie l'australiana Julia Jacklin. In altre, fa pensare a una Lana Del Rey country che renderebbe gli Stereolab lo-fi... Acquainted With Night, uscito recentemente, è pieno di curiosità di questo tipo. La poesia della giovane donna è singolare, tratta la vita quotidiana, a volte con un certo dark humor, ma anche con romanticismo e una dolce malinconia. Da Steinbeck ha preso in prestito alcuni valori gotici, che ha stilizzato in alcuni brani. È tutto affascinante, e lei rimugina sul suo dilemma città/campagna (canta di questo distacco sempre su Every Star Shivers in the Dark), mettendolo in musica con grande gusto. Una vera rivelazione. © Marc Zisman/Qobuz
A partire da:
HI-RES13,49 €
CD8,99 €

Musica alternativa e indie - Uscito il 12 febbraio 2021 | Clap Your Hands Say Yeah

Hi-Res Riconoscimenti 4F de Télérama
A partire da:
HI-RES14,49 €
CD9,99 €

Metal - Uscito il 12 febbraio 2021 | Napalm Records Handels GmbH

Hi-Res Riconoscimenti 4F de Télérama
A partire da:
HI-RES14,49 €
CD9,99 €

Pop internazionale - Uscito il 05 febbraio 2021 | Boots Enterprises, Inc.

Hi-Res Riconoscimenti 4F de Télérama
Il suo look era quello di una Brigitte Bardot americana, il suo stile era quello sexy anni ‘60. Il suo Gainsbourg era Lee Hazlewood, un perfetto partner baffuto dalla voce baritonale. E per quanto riguarda il suo pesante cognome - quello del suo illustre genitore, un certo Frank - Nancy Sinatra riuscirà a liberarsi da quel fardello interpretando il ruolo della ragazza ribelle, al limite del “badass”! Per molti, Nancy rimane soprattutto la voce di due enormi successi: la brillante These Boots Are Made For Walkin’ e la sensuale Bang Bang, resuscitata nel 2003 da Quentin Tarantino che la inserirà nella colonna sonora del suo Kill Bill: Volume 1. Come antipasto di una invitante campagna di riedizioni dei suoi album orchestrata dall’eccellente etichetta Light In The Attic, niente di meglio di Start Walkin’ 1965 - 1976, una compilation essenziale con le sue più belle canzoni, in solo o in duo. Il tutto, rimasterizzato da John Baldwin direttamente dai nastri analogici. Sugar Town, So Long Babe, You Only Live Twice, Some Velvet Morning, Sand, Jackson, sono solo alcuni esempi! Ci sono anche delle curiosità come Hello L.A., Bye-Bye Birmingham con i suoi arrangiamenti che ricordano quelli di Melody Nelson di Gainsbourg, o una cover di L’Été indien di Joe Dassin! Uno dei grandi artefici di tutti questi successi è Lee Hazlewood, che mette la sua firma sulle produzioni e sugli affascinanti arrangiamenti. Una musica extraterrestre, certamente collocata nello stile degli anni ‘60 ma al contempo così originale, che mescola pop, country, rock, musica classica e colonne sonore. Bassi profondi, chitarre sovrapposte, strumenti esotici, un oceano di corde... E dietro la console, Hazlewood (accompagnato dalla Wrecking Crew: Hal Blaine alla batteria, Al Casey, Glen Campbell e Larry Carlton alla chitarra e Carol Kaye al basso), un produttore del calibro di un Phil Spector, che azzardava ogni possibile esperimento. Restava solo che la sua musa cantasse alla perfezione queste intramontabili melodie piene di fascino. Imperdibile. © Marc Zisman/Qobuz
A partire da:
HI-RES13,49 €
CD8,99 €

Vocal jazz - Uscito il 05 febbraio 2021 | Papillon jaune

Hi-Res Riconoscimenti 4F de Télérama
Dato che Radio One (album uscito nel 2016 e premiato con un Qobuzissime) era caratterizzato da una splendida alchimia, è logico che per Try!, appena uscito, Airelle Besson abbia di nuovo riunito gli stessi protagonisti: la cantante Isabel Sörling, il pianista (acustico ed elettrico) Benjamin Moussay e il batterista Fabrice Moreau. Gli ingredienti non sono cambiati, ma la complicità tra i quattro è, come dire... decuplicata? La pandemia li ha costretti a lavorare in modo diverso: lo spazio e la libertà sono più presenti, i temi più fluttuanti. Anche più sognanti e affascinanti... E quando il canto della svedese incontra il suono della tromba della parigina - che a volte ricorda quella di Tom Harrell - il risultato è un vero stato di grazia. Moussay e Moreau danno il loro fondamentale contributo a questa sorta di combattimento corpo a corpo. Perché anche se troviamo solo il nome di Airelle Besson sulla copertina di Try!, i quattro parlano tutti con una sola voce. Quella di un jazz tanto giocoso quanto malizioso, narrativo e fantasioso. E molto aperto verso altri orizzonti, a volte alla deriva verso la musica contemporanea. Ma la cosa che si evidenzia maggiormente all'ascolto è il suono estremamente personale di questo quartetto. © Marc Zisman/Qobuz
A partire da:
HI-RES13,49 €
CD8,99 €

Jazz contemporaneo - Uscito il 05 febbraio 2021 | Archieball

Hi-Res Riconoscimenti 4F de Télérama
Quella del duo con un pianista è un tipo di parentesi che Archie Shepp ama aprire regolarmente. Infatti, in duetto con Horace Parlan crearono uno dei dischi più belli del sassofonista americano, Goin’ Home, registrato nel 1977 per l’etichetta danese SteepleChase. Questa volta, per l’album Let My People Go, l’ex socio di John Coltrane ha lavorato spalla a spalla con Jason Moran, 38 anni più giovane. L’atmosfera è molto raccolta, ma soprattutto visceralmente impegnata. In un’alternanza di standard come Round Midnight o Lush Life e spirituals come la mitica Go Down Moses, i due uomini firmano una commovente preghiera che fa riecheggiare la sofferenza degli schiavi. Le sobrie improvvisazioni espandono anche la trama melodica dei temi scelti. Moran è affascinante, e Archie Shepp a 83 anni forse non avrà più il ruggito dei turbolenti anni ’60, quando era una delle punte di diamante della scena free, ma il suo soffio continua a sostenere l’intera storia del jazz, della Great Black Music e degli afroamericani. In certi passaggi, addirittura scambia brevemente il suo sassofono con un microfono, dando ancora più forza alle canzoni dei suoi antenati schiavi. Poiché Archie Shepp ha sempre associato la sua musica alla lotta per la giustizia, e Let My People Go si adatta perfettamente a questi tempi, e in particolare quello del movimento Black Lives Matter. © Marc Zisman/Qobuz
A partire da:
HI-RES13,49 €
CD8,99 €

Jazz contemporaneo - Uscito il 05 febbraio 2021 | Drugstore Malone

Hi-Res Riconoscimenti 4F de Télérama
A partire da:
CD12,49 €

Hip-Hop/Rap - Uscito il 05 febbraio 2021 | BBE Music

Riconoscimenti 4F de Télérama
A partire da:
CD9,99 €

Rock - Uscito il 05 febbraio 2021 | Red Creek

Riconoscimenti 4F de Télérama