Il vostro carrello è vuoto

Categorie :

Artisti simili

Gli album

HI-RES21,49 €
CD14,99 €

Jazz - Uscito il 12 aprile 2019 | ECM

Hi-Res Libretto Riconoscimenti 5 Sterne Fono Forum Jazz
Due anni dopo Small Town, Bill Frisell e Thomas Morgan si ritrovano di nuovo insieme giusto il tempo di un album sempre tanto intimista e dal repertorio eclettico che va dal Great American Songbook (Kern & Hammerstein, Pomus & Shuman) al jazz puro (Paul Motian, Thelonious Monk) passando da Hollywood (il tema di James Bond Si vive solo due volte di John Barry). A contatto con il raffinato contrabbassista di 30 anni più giovane di lui, il chitarrista offre il suo lato più jazz. Bill Frisell ha spesso esplorato stili diversi ma Epistrophy, registrato dal vivo sulla scena newyorkese del mitico Village Vanguard nel marzo 2016 come Small Town, lo riporta a una forma di classicismo che fa risaltare più del solito il suo modo di suonare unico. Ma più di tutto, l’americano non abusa mai dei suoi effetti, e quando si diverte un po’ troppo con il riverbero lo fa sempre per meglio adattarsi alla composizione o all’improvvisazione. Grazie al suo modo di suonare variopinto e impressionista, questo maestro dello spazio e dei silenzi libera le note con parsimonia, integrando davvero nella sua musica la linea di basso del suo complice anch’egli altamente ispirato. Alla fine, un disco di una grande bellezza. © Marc Zisman/Qobuz
HI-RES18,99 €
CD15,99 €

Jazz - Uscito il 16 marzo 2018 | Okeh - Sony Masterworks

Hi-Res Libretto Riconoscimenti 5 Sterne Fono Forum Jazz
Non essendo la chitarra lo strumento più usato dai jazzisti, i veri rivoluzionari del genere sono logicamente pochi. Bill Frisell ha la fortuna di essere uno di loro. Anno dopo anno (quattro decenni di carriera) e album dopo album (più di quaranta a suo nome e ben trecento come sideman!), il chitarrista statunitense ha imposto una voce singolare, una delle più influenti dell’ultimo ventennio. In particolare, Frisell si è subito contraddistinto dai suoi predecessori imbarcando il suo suono, immediatamente riconoscibile, i tutti i repertori possibili. Post bop, free, noise, rock, country, 50’s, si è avventurato in un numero di partiture allucinante pur conservando un linguaggio, uno stile e un suono personale, ovverosia restando se stesso.

 Music IS non è tuttavia l’ennesimo album messo lì solo per infoltire la sua già fitta discografia. Proprio lui che suona innanzitutto per condividere la sua musica ha sentito il bisogno di esprimersi da solo, una modalità che non l’ha mai attirato più di tanto, confessando addirittura nelle interviste di essersi esibito come solista solo molti anni dopo aver intrapreso la sua carriera professionale... Ma all’origine di Music IS c’è innanzitutto la voglia di suonare la sua musica, non importa se con l’acustica o con l’elettrica. Dopo aver rivisitato quella degli altri, Bill Frisell riunisce per questa release 2018 temi nuovi ma anche vecchi, tra cui alcuni che non suonava da anni. Ascoltare queste quindici tracce tutto d’un fiato è come viaggiare nei meandri colorati del cervello di un musicista fuori del comune. Che riduca al minimo i suoi fraseggi sull’esempio del maestro Jim Hall, che si lanci in corpi a corpi di chitarre sature o che interpreti l’Americana alla sua maniera impressionista, Bill Frisell ci regala delle improvvisazioni di immutabile bellezza. E nonostante i toni da disco-testamento, Music IS è l’opera di un artista più vivo che mai. Sicuramente uno dei suoi album più belli. © Marc Zisman/Qobuz
CD16,99 €

Jazz - Uscito il 19 febbraio 1993 | Nonesuch

Riconoscimenti La discoteca ideale Qobuz
HI-RES19,49 €
CD13,99 €

Jazz - Uscito il 14 agosto 2020 | Blue Note Records

Hi-Res
Per il suo secondo album su Blue Note, Bill Frisell ritorna al trio, una delle sue configurazioni preferite. Insieme al batterista Rudy Royston e al bassista Thomas Morgan, il chitarrista americano forma un sorprendente mix di precisione e creatività. Prodotto dal suo vecchio complice Lee Townsend, dietro le quinte dei suoi dischi da oltre trent’anni, Valentine mescola nuove e vecchie composizioni personali e cover. Questo album esplora tutte le forme creative che il trio ha sviluppato durante gli anni in tour. E documenta questa complicità, riassunta nel perfetto equilibrio tra la sensibilità progettuale dei tre artisti e la spontaneità che manifestano costantemente. “Ecco la matematica fisica di un trio”, dice Frisell. “C’è così tanta forza in essa, che può inclinarsi su un lato, ma rimarrà sempre al suo posto. La nostra musica nasce dalla fiducia reciproca tra di noi: ci fidiamo l’uno dell’altro al punto di trovarci in uno stato d’animo in cui non sappiamo cosa succederà dopo, ma ci sentiamo abbastanza sicuri da provare qualsiasi cosa. È come se stessi sognando e ti trovassi sull’orlo di una scogliera, e in qualche modo sapessi che si tratta di un sogno, e allora potresti saltare. Con questa musica, potremmo decidere di saltare, di osare. Noi tre potremmo correre un grosso rischio, ma saremmo sempre al sicuro. È la fiducia che rende possibile il rischio.”Il desiderio di andare avanti è immenso. La voce di Bill Frisell è libera da bavagli, è riconoscibile tra mille, ed è sempre portatrice di idee inaspettate (come la cover di What The World Needs Now Is Love di Burt Bacharach e Hal David). Mantiene il suo fascino anche quando si occupa di materiale atipico, magari rivisitato più volte, come per Baba Drame del chitarrista del Mali Boubacar Traoré, già registrato su The Intercontinentals nel 2003 e su History, Mystery nel 2008. Scavare dentro stesso solco e riuscire ad estrarre ogni volta una pietra preziosa è una prerogativa dei più grandi. Ma Valentine è comunque il disco di un trio. Non si tratta di un altro triplo salto all’indietro di Frisell. Ma di un trio coeso, come quello degli anni ‘90 con Kermit Driscoll e Joey Baron... Valentine chiude su una nota seria, impegnata e piena di speranza, con una rilettura di We Shall Overcome, una mitica protest song tratta da un vecchio gospel, inno delle marce del movimento per i diritti civili negli Stati Uniti negli anni ‘60. Una canzone che non potrebbe essere più attuale. © Marc Zisman/Qobuz
HI-RES19,49 €
CD13,99 €

Jazz - Uscito il 04 ottobre 2019 | Blue Note Records

Hi-Res
L’etichetta Blue Note ha accolto, in passato, così tanti musicisti d’avanguardia, geniali e rivoluzionari, che l’arrivo di Bill Frisell nella casa fondata nel 1939 da Alfred Lion e Max Margulis non dovrebbe sorprendere più di tanto. A 68 anni, il chitarrista americano resta non solo il più appassionante della sua generazione, ma senza dubbio uno dei più innovativi e influenti. Al punto che da parecchi anni Frisell ha sentito il bisogno naturale di abbattere le frontiere stilistiche che lo relegavano allo scaffale jazz. Il suo repertorio ora mescola tradizione jazz e folk, permettendosi incursioni nel country e anche nel rock. Questo primo album Blue Note non potrebbe rappresentare meglio l’essenza inafferrabile di Frisell, che si lascia portare dagli incontri e dalle ispirazioni. Con il suo vecchio amico, il violoncellista Hank Roberts (si frequentano fin dai tempi della Berklee School of Music di Boston nel 1975!), la cantante Petra Haden, figlia di quel Charlie con cui collabora dall’inizio degli anni 2000, e il chitarrista, bassista e cantante Luke Bergman, Bill Frisell ha concepito Harmony come un assemblaggio unico di jazz folk da camera, supportato da armonie vocali. Una lettura atipica e intima delle muscihe classiche americane, rappresentate soprattutto dalla presenza del brano tradizionale Red River Valley e del noto Lush Life di Billy Strayhorn. © Marc Zisman/Qobuz
HI-RES19,49 €
CD13,99 €

Jazz - Uscito il 26 maggio 2017 | ECM

Hi-Res Libretto
CD16,99 €

Jazz - Uscito il 14 aprile 1997 | Nonesuch

CD16,99 €

Jazz - Uscito il 09 agosto 2005 | Nonesuch - Warner Records

CD16,99 €

Jazz - Uscito il 14 maggio 1999 | Nonesuch

HI-RES16,99 €
CD14,49 €

Jazz - Uscito il 29 gennaio 2016 | Okeh

Hi-Res
CD19,49 €

Jazz - Uscito il 06 gennaio 1998 | Nonesuch

CD16,99 €

Jazz - Uscito il 17 luglio 2009 | Nonesuch

Libretto
CD16,99 €

Jazz - Uscito il 18 febbraio 2003 | Nonesuch - Warner Records

CD16,99 €

Jazz - Uscito il 27 ottobre 2008 | Nonesuch

Libretto
CD14,99 €

Jazz - Uscito il 16 gennaio 2001 | Nonesuch

CD12,49 €

Jazz - Uscito il 24 marzo 1989 | Nonesuch

CD14,49 €

Jazz - Uscito il 03 ottobre 2014 | Okeh

CD14,99 €

Jazz - Uscito il 25 febbraio 2000 | Nonesuch

CD16,99 €

Jazz - Uscito il 19 febbraio 1993 | Nonesuch

CD16,99 €

Jazz - Uscito il 15 marzo 2008 | Nonesuch

Libretto