Qobuz Store wallpaper
Categorie:
Carrello 0

Il tuo carrello è vuoto

Nadine Shah - Kitchen Sink

Mes favoris

Cet élément a bien été ajouté / retiré de vos favoris.

Kitchen Sink

Nadine Shah

Disponibile in
16-Bit CD Quality 44.1 kHz - Stereo

Streaming illimitato

Ascolta subito questo album in alta qualità sulle nostre app

Inizia il mio periodo di prova e riproduci l'album

Goditi questo album sulle app Qobuz con il tuo abbonamento

Resgistrati

Goditi questo album sulle app Qobuz con il tuo abbonamento

Download digitale

Seleziona la qualità audio

Per avere diritto a questo prezzo, abbonati a Sublime+

Nel 2017, Holiday Destination ha fatto emergere Nadine Shah dal suo riserbo underground, e il grande pubblico ha scoperto un’intrigante figlia della ribellione di PJ Harvey e Siouxsie, lontana cugina di Anna Calvi. Con questo terzo album, la londinese nata da una madre norvegese e un padre pakistano, ha serrato i bulloni di un indie rock caratterizzato da una vena post-punk piuttosto tesa e borderline, con bassi angolari, chitarre nervose e minimali e un sassofono quasi free. Tre anni più tardi, con il suo nuovo album Kitchen Sink, Shah taglia un po’ di più il filo che la lega alle sue pesanti influenze, soprattutto grazie alla sua voce, che si fa sempre più personale e profonda, e che ci investe subito dai primi minuti di Club Cougar, l’eccellente brano d’apertura che definisce il tono del disco. La cantante britannica si distingue dalle sue consorelle anche nei suoi testi, con la sua pungente radiografia della donna trentenne che lei è, dileggiando in particolare le pressioni sociali a lle quali è soggetta e il sessismo insito in molti settori. Per esempio, su Ladies for Babies (Goats for Love), Nadine Shah risponde apertamente alla vecchia hit degli Ace of Base, All That She Wants. Kitchen Sink è anche più audace dei suoi predecessori nelle parti strumentali, meno rock’n’roll e più atipiche, soprattutto nel modo in cui vengono utilizzate le percussioni, che aggiungono gusto e un po’ di pepe a questo bellissimo album. © Marc Zisman/Qobuz

Maggiori informazioni

Kitchen Sink

Nadine Shah

launch qobuz app Ho già scaricato Qobuz per Windows/MacOS Apri

download qobuz app Non ho ancora scaricato Qobuz per Windows/MacOS Scarica l'app Qobuz

Copia il seguente link per condividerlo

Al momento stai ascoltando degli estratti.

Ascolta oltre 50 milioni di brani con un abbonamento streaming illimitato.

Ascolta questo album e oltre 50 milioni di brani con i gli abbonamenti di streaming illimitato.

1
Club Cougar
00:04:46

Ben Hillier, Composer, Producer, Drums, Engineer, Guitar, Percussion, Writer, Synthesizer - Ben Nicholls, Bass Guitar - Pete Wareham, Saxophone - Nadine Shah, Composer, Writer, MainArtist - Dan Crook, Engineer - Katie Tavini, Engineer - Maisie Crook, Engineer

© 2020 BMG Rights Management (UK) Limited trading as Infectious Music ℗ 2020 BMG Rights Management (UK) Limited trading as Infectious Music

2
Ladies for Babies (Goats for Love)
00:04:28

Ben Hillier, Composer, Producer, Drums, Engineer, Guitar, Percussion, Backing Vocals, Writer - Ben Nicholls, Bass Guitar, Backing Vocals - Nadine Shah, Composer, Writer, MainArtist - Dan Crook, Engineer - Katie Tavini, Engineer - Maisie Crook, Engineer

© 2020 BMG Rights Management (UK) Limited trading as Infectious Music ℗ 2020 BMG Rights Management (UK) Limited trading as Infectious Music

3
Buckfast
00:03:51

Ben Hillier, Composer, Producer, Drums, Engineer, Guitar, Percussion, Piano, Writer, Bass, Synthesizer - NEILL MACCOLL, Composer, Guitar, Writer - Ben Nicholls, Composer, Bass Guitar, Piano, Writer - Pete Wareham, Saxophone - Nadine Shah, Composer, Writer, MainArtist - Dan Crook, Engineer, Violin - Katie Tavini, Engineer - Maisie Crook, Engineer

© 2020 BMG Rights Management (UK) Limited trading as Infectious Music ℗ 2020 BMG Rights Management (UK) Limited trading as Infectious Music

4
Dillydally
00:03:47

Ben Hillier, Composer, Producer, Drums, Engineer, Guitar, Percussion, Writer, Synthesizer - Ben Nicholls, Composer, Bass Guitar, Writer, Whistle - Pete Wareham, Engineer, Flute - Nadine Shah, Composer, Writer, MainArtist - Dan Crook, Engineer - Katie Tavini, Engineer - Maisie Crook, Engineer

© 2020 BMG Rights Management (UK) Limited trading as Infectious Music ℗ 2020 BMG Rights Management (UK) Limited trading as Infectious Music

5
Trad
00:05:27

Ben Hillier, Composer, Producer, Drums, Engineer, Guitar, Percussion, Writer, Synthesizer - NEILL MACCOLL, Guitar - Ben Nicholls, Composer, Bass Guitar, Piano, Writer - Nadine Shah, Composer, Writer, MainArtist - Dan Crook, Engineer, Farfisa Organ - Katie Tavini, Engineer - Maisie Crook, Engineer

© 2020 BMG Rights Management (UK) Limited trading as Infectious Music ℗ 2020 BMG Rights Management (UK) Limited trading as Infectious Music

6
Kitchen Sink
00:03:36

Ben Hillier, Composer, Producer, Drums, Engineer, Guitar, Percussion, Piano, Writer, Bass, Synthesizer - Nadine Shah, Composer, Writer, Claps, MainArtist - Dan Crook, Engineer - Katie Tavini, Engineer - Maisie Crook, Engineer

© 2020 BMG Rights Management (UK) Limited trading as Infectious Music ℗ 2020 BMG Rights Management (UK) Limited trading as Infectious Music

7
Kite
00:04:52

Ben Hillier, Composer, Producer, Engineer, Guitar, Piano, Vocals, Writer, Synthesizer - Nadine Shah, Composer, Writer, MainArtist - Dan Crook, Engineer - Katie Tavini, Engineer - Maisie Crook, Engineer

© 2020 BMG Rights Management (UK) Limited trading as Infectious Music ℗ 2020 BMG Rights Management (UK) Limited trading as Infectious Music

8
Ukrainian Wine
00:04:39

Ben Hillier, Composer, Producer, Drums, Engineer, Guitar, Percussion, Writer, Bass, Synthesizer - Nadine Shah, Composer, Writer, MainArtist - Dan Crook, Engineer - Katie Tavini, Engineer - Maisie Crook, Engineer

© 2020 BMG Rights Management (UK) Limited trading as Infectious Music ℗ 2020 BMG Rights Management (UK) Limited trading as Infectious Music

9
Wasps Nest
00:02:22

Ben Hillier, Composer, Producer, Engineer, Guitar, Percussion, Writer, Synthesizer - Nadine Shah, Composer, Writer, MainArtist - Dan Crook, Engineer - Katie Tavini, Engineer - Maisie Crook, Engineer

© 2020 BMG Rights Management (UK) Limited trading as Infectious Music ℗ 2020 BMG Rights Management (UK) Limited trading as Infectious Music

10
Walk
00:04:43

Ben Hillier, Composer, Producer, Drums, Engineer, Guitar, Percussion, Vocals, Writer, Synthesizer - NEILL MACCOLL, Guitar, Hohner Guitaret Guitar - Ben Nicholls, Bass Guitar - Pete Wareham, Flute, Saxophone - Nadine Shah, Composer, Writer, MainArtist - Dan Crook, Engineer - Katie Tavini, Engineer - Maisie Crook, Engineer

© 2020 BMG Rights Management (UK) Limited trading as Infectious Music ℗ 2020 BMG Rights Management (UK) Limited trading as Infectious Music

11
Prayer Mat
00:04:20

Ben Hillier, Composer, Producer, Drums, Engineer, Guitar, Percussion, Piano, Writer, Synthesizer - NEILL MACCOLL, Composer, Guitar, Writer - Ben Nicholls, Bass Guitar - Nadine Shah, Composer, Writer, MainArtist - Dan Crook, Engineer - Katie Tavini, Engineer - Maisie Crook, Engineer

© 2020 BMG Rights Management (UK) Limited trading as Infectious Music ℗ 2020 BMG Rights Management (UK) Limited trading as Infectious Music

Descrizione dell'album

Nel 2017, Holiday Destination ha fatto emergere Nadine Shah dal suo riserbo underground, e il grande pubblico ha scoperto un’intrigante figlia della ribellione di PJ Harvey e Siouxsie, lontana cugina di Anna Calvi. Con questo terzo album, la londinese nata da una madre norvegese e un padre pakistano, ha serrato i bulloni di un indie rock caratterizzato da una vena post-punk piuttosto tesa e borderline, con bassi angolari, chitarre nervose e minimali e un sassofono quasi free. Tre anni più tardi, con il suo nuovo album Kitchen Sink, Shah taglia un po’ di più il filo che la lega alle sue pesanti influenze, soprattutto grazie alla sua voce, che si fa sempre più personale e profonda, e che ci investe subito dai primi minuti di Club Cougar, l’eccellente brano d’apertura che definisce il tono del disco. La cantante britannica si distingue dalle sue consorelle anche nei suoi testi, con la sua pungente radiografia della donna trentenne che lei è, dileggiando in particolare le pressioni sociali a lle quali è soggetta e il sessismo insito in molti settori. Per esempio, su Ladies for Babies (Goats for Love), Nadine Shah risponde apertamente alla vecchia hit degli Ace of Base, All That She Wants. Kitchen Sink è anche più audace dei suoi predecessori nelle parti strumentali, meno rock’n’roll e più atipiche, soprattutto nel modo in cui vengono utilizzate le percussioni, che aggiungono gusto e un po’ di pepe a questo bellissimo album. © Marc Zisman/Qobuz

A proposito dell'album

Migliora questa pagina

Qobuz logo Perché acquistare su Qobuz

ORA IN OFFERTA...
Altro su Qobuz
Di Nadine Shah
Kitchen Sink Nadine Shah
Love Your Dum and Mad Nadine Shah
Fast Food Nadine Shah
Holiday Destination Nadine Shah
Club Cougar Nadine Shah
Ti potrebbe piacere anche...
Folklore (Explicit) Taylor Swift
Myopia Agnes Obel
Ghosteen Nick Cave & The Bad Seeds
Nelle Panoramiche...
Lhasa, la stella indimenticabile

Con soli tre album in studio, un live e tre tournée internazionali, Lhasa de Sela ha lasciato una traccia unica nella storia della musica popolare contemporanea. La Llorona, The Living Road e Lhasa sono delle opere distinte e mature che rivelano un universo strano ma familiare, a metà strada tra il sogno e la realtà. Queste canzoni chiaro-scure sono caratterizzate da dei sentimenti sinceri di un’artista il cui canto a fior di pelle propone un patto di intima complicità con colui che l’ascolta. Nella vita di Lhasa de Sela vi sono tutti gli ingredienti di una leggenda, le tappe di un romanzo e le emozioni di una storia bella ed emozionante.

Il britpop in 10 album

“If punk was about getting rid of hippies, then I'm getting rid of grunge.” Fu con questa frase di Damon Albarn del 1993 che ebbe inizio la nuova invasione inglese sulla quella scena dominata allora dal grunge dei Nirvana e di Seattle. Il britpop fu profondamente legato alle politiche locali e all'identità dei suoi membri ed emerse proprio mentre entravano in scena Tony Blair ed il suo New Labour. Il romanticismo inglese ritrovò il suo fascino a discapito del concorrente americano, considerato ormai troppo superficiale nel Regno Unito dei primi anni novanta. Fate largo alla "Cool Britannia".

Marc Ribot, l'antieroe della chitarra

Per 35 anni, il nome di Marc Ribot è apparso sulle copertine di album firmati da Tom Waits, Vinicio Capossela, Alain Bashung, Diana Krall, John Zorn, Robert Plant, Caetano Veloso e una miriade di altri musicisti. E quando non presta la sua atipica chitarra ai più grandi, il newyorkese si diverte a smontare rock, jazz, funk, musica cubana e tutto ciò che gli capita a tiro.

Nel magazine...