Categorie :

Artisti simili

Gli album

CD16,99 €

Musica alternativa e indie - Uscito il 14 settembre 2010 | Anti - Epitaph

Riconoscimenti 4F de Télérama - 4 étoiles Rock and Folk - Sélection Les Inrocks
HI-RES15,99 €
CD13,49 €

Soul - Uscito il 17 novembre 2017 | Anti - Epitaph

Hi-Res Riconoscimenti 4F de Télérama - Indispensable JAZZ NEWS
Dieci anni dopo aver firmato per la ANTI-Records, Mavis Staples prosegue la sua impressionante risurrezione. Affiancata dal fedele Jeff Tweedy, la grande sacerdotessa del soul gospel gli lascia addirittura le redini di questo If All I Was Was Black per il quale il leader dei Wilco ha scritto tutte le canzoni. Dopo We'll Never Turn Back prodotto nel 2007 da Ry Cooder, You Are Not Alone nel 2010, One True Vine nel 2013 e Livin' On A High Note nel 2016 (per il quale aveva chiesto la partecipazione di Nick Cave, Ben Harper, Justin Vernon alias Bon Iver, The Head & The Heart, tUnE-yArds, Neko Case, Aloe Blacc, Son Little, Valerie June e M Ward), la figlia di Pops Staples vibra in ogni singolo brano di questo album e addomestica con la sua voce i testi di canzoni altamente impegnate. Figura di spicco del movimento per i diritti civili, habitué delle grandi cause e dell’attivismo musicale, la lady doma con la sua classe abituale questi brani anti-Trump, critiche forti e acute ma mai manichee né puerili di un’America in piena regressione. Soprattutto, la sua miscela di interiorità gospel, potenza soul e groove rhythm’n’blues si sposa perfettamente con la produzione genuina e senza fronzoli di Tweedy. Un grande disco soul. © MZ/Qobuz
HI-RES15,99 €
CD13,49 €

Soul - Uscito il 24 maggio 2019 | Anti - Epitaph

Hi-Res Riconoscimenti 4F de Télérama
Mavis Staples non la ferma più nessuno! Da quando ha firmato con l’etichetta ANTI, la regina del gospel e della soul, che compie 80 anni nel 2019, accumula album perfetti e pieni di vita. «È incredibile che continui a registrare. Non avrei mai immaginato di cantare alla mia età, e la gente sembra davvero volermi sentire, mi conosce, mi trasmette amore, sono molto commossa. Ringrazio Dio ogni sera prima di andare a letto e ogni mattina quando mi sveglio». Allo stesso tempo, l’America di Trump è una fonte di ispirazione e un potente carburante per questa voce che canta Dio, l’amore ma soprattutto le ingiustizie e i mali quotidiani. Sempre tanto impegnata come ai tempi degli Staple Singers diretti dal suo illustre padre Pops Staples, quando la formazione firmava la colonna sonora delle lotte per i diritti civili, pubblica qui un disco naturale, integro, spirituale e dotato di una forza devastatrice. Con We Get By, Mavis Staples mette in standby la sua collaborazione con Jeff Tweedy dei Wilco per lavorare esclusivamente con Ben Harper che firma gli undici pezzi e canta sulla canzone che dà il titolo all’album. Il californiano aveva già scritto per lei Love and Trust nel 2016 per l’album Livin’ on a High Note ma questa volta, dispiega tutta la potenza del fuoco delle sue chitarre in modo naturale, delle sue melodie dalle influenze blues e della sua prosa che parla d’amore, di fede, di giustizia, di fraternità e di gioia, mentre l’America soffre di profonde divisioni sociali e di violente tensioni politiche. Spettava a Mavis Staples impadronirsi di questo materiale divino che sublima come al solito. La lotta continua. © Marc Zisman/Qobuz
HI-RES19,49 €
CD16,99 €

R&B - Uscito il 21 giugno 2013 | Anti - Epitaph

Hi-Res Riconoscimenti HD Audio
CD14,99 €

R&B - Uscito il 21 giugno 2013 | Anti - Epitaph

Riconoscimenti 4 étoiles Rock and Folk
HI-RES15,99 €
CD13,49 €

Soul - Uscito il 08 febbraio 2019 | Anti - Epitaph

Hi-Res
«È incredibile che continui a registrare. Non avrei mai immaginato di cantare alla mia età, e le persone sembrano davvero volermi sentire, mi conoscono, mi trasmettono amore, sono sconvolta. Ringrazio Dio ogni sera prima di andare a letto e ogni mattina appena mi sveglio». Pochi avrebbero effettivamente immaginato che a più di 79 anni, Mavis Staples coinvolga sempre così tanta gente e registri degli album sempre cosi intensi. La sua forza è intatta e questo live all’Union Chapel di Londra ne è una volta tanto la prova. C’è da dire che l’America di Trump è una buona fonte di ispirazione e un potente carburante per questa voce che canta Dio, l’amore ma soprattutto le ingiustizie e i problemi ambientali. Sempre tanto coinvolta e impegnata quanto ai magnifici tempi degli Staple Singers diretti dal suo illustro padre Pops Staples, quando la formazione firmava la colonna sonora della lotta sui diritti civili, la regina del gospel canta principalmente pezzi incisi sugli album che ha firmato per l’etichetta ANTI dal 2007. Da Love and Trust firmato Ben Harper al Can You Get to That dei Funkadelic, a What You Gonna Do che cantava negli anni ’60 con le Staples Singers, Let's Do It Again di Curtis Mayfield o Slippery People dei Talking Heads, Mavis Staples trasforma in oro tutto ciò che la sua voce tocca. © Marc Zisman/Qobuz
CD13,49 €

Soul - Uscito il 24 maggio 2019 | Anti - Epitaph

Mavis Staples non la ferma più nessuno! Da quando ha firmato con l’etichetta ANTI, la regina del gospel e della soul, che compie 80 anni nel 2019, accumula album perfetti e pieni di vita. «È incredibile che continui a registrare. Non avrei mai immaginato di cantare alla mia età, e la gente sembra davvero volermi sentire, mi conosce, mi trasmette amore, sono molto commossa. Ringrazio Dio ogni sera prima di andare a letto e ogni mattina quando mi sveglio». Allo stesso tempo, l’America di Trump è una fonte di ispirazione e un potente carburante per questa voce che canta Dio, l’amore ma soprattutto le ingiustizie e i mali quotidiani. Sempre tanto impegnata come ai tempi degli Staple Singers diretti dal suo illustre padre Pops Staples, quando la formazione firmava la colonna sonora delle lotte per i diritti civili, pubblica qui un disco naturale, integro, spirituale e dotato di una forza devastatrice. Con We Get By, Mavis Staples mette in standby la sua collaborazione con Jeff Tweedy dei Wilco per lavorare esclusivamente con Ben Harper che firma gli undici pezzi e canta sulla canzone che dà il titolo all’album. Il californiano aveva già scritto per lei Love and Trust nel 2016 per l’album Livin’ on a High Note ma questa volta, dispiega tutta la potenza del fuoco delle sue chitarre in modo naturale, delle sue melodie dalle influenze blues e della sua prosa che parla d’amore, di fede, di giustizia, di fraternità e di gioia, mentre l’America soffre di profonde divisioni sociali e di violente tensioni politiche. Spettava a Mavis Staples impadronirsi di questo materiale divino che sublima come al solito. La lotta continua. © Marc Zisman/Qobuz
HI-RES17,49 €
CD14,99 €

R&B - Uscito il 19 febbraio 2016 | Anti - Epitaph

Hi-Res
CD16,99 €

Musica alternativa e indie - Uscito il 28 ottobre 2008 | Anti - Epitaph

CD16,99 €

Pop - Uscito il 24 aprile 2007 | Anti - Epitaph

CD13,49 €

Soul - Uscito il 08 febbraio 2019 | Anti - Epitaph

«È incredibile che continui a registrare. Non avrei mai immaginato di cantare alla mia età, e le persone sembrano davvero volermi sentire, mi conoscono, mi trasmettono amore, sono sconvolta. Ringrazio Dio ogni sera prima di andare a letto e ogni mattina appena mi sveglio». Pochi avrebbero effettivamente immaginato che a più di 79 anni, Mavis Staples coinvolga sempre così tanta gente e registri degli album sempre cosi intensi. La sua forza è intatta e questo live all’Union Chapel di Londra ne è una volta tanto la prova. C’è da dire che l’America di Trump è una buona fonte di ispirazione e un potente carburante per questa voce che canta Dio, l’amore ma soprattutto le ingiustizie e i problemi ambientali. Sempre tanto coinvolta e impegnata quanto ai magnifici tempi degli Staple Singers diretti dal suo illustro padre Pops Staples, quando la formazione firmava la colonna sonora della lotta sui diritti civili, la regina del gospel canta principalmente pezzi incisi sugli album che ha firmato per l’etichetta ANTI dal 2007. Da Love and Trust firmato Ben Harper al Can You Get to That dei Funkadelic, a What You Gonna Do che cantava negli anni ’60 con le Staples Singers, Let's Do It Again di Curtis Mayfield o Slippery People dei Talking Heads, Mavis Staples trasforma in oro tutto ciò che la sua voce tocca. © Marc Zisman/Qobuz
CD13,49 €

Soul - Uscito il 17 novembre 2017 | Anti - Epitaph

Dieci anni dopo aver firmato per la ANTI-Records, Mavis Staples prosegue la sua impressionante risurrezione. Affiancata dal fedele Jeff Tweedy, la grande sacerdotessa del soul gospel gli lascia addirittura le redini di questo If All I Was Was Black per il quale il leader dei Wilco ha scritto tutte le canzoni. Dopo We'll Never Turn Back prodotto nel 2007 da Ry Cooder, You Are Not Alone nel 2010, One True Vine nel 2013 e Livin' On A High Note nel 2016 (per il quale aveva chiesto la partecipazione di Nick Cave, Ben Harper, Justin Vernon alias Bon Iver, The Head & The Heart, tUnE-yArds, Neko Case, Aloe Blacc, Son Little, Valerie June e M Ward), la figlia di Pops Staples vibra in ogni singolo brano di questo album e addomestica con la sua voce i testi di canzoni altamente impegnate. Figura di spicco del movimento per i diritti civili, habitué delle grandi cause e dell’attivismo musicale, la lady doma con la sua classe abituale questi brani anti-Trump, critiche forti e acute ma mai manichee né puerili di un’America in piena regressione. Soprattutto, la sua miscela di interiorità gospel, potenza soul e groove rhythm’n’blues si sposa perfettamente con la produzione genuina e senza fronzoli di Tweedy. Un grande disco soul. © MZ/Qobuz
CD13,99 €

Soul - Uscito il 19 maggio 2017 | Stax

CD13,99 €

Soul - Uscito il 19 maggio 2017 | Stax

CD14,99 €

R&B - Uscito il 19 febbraio 2016 | Anti - Epitaph

CD2,29 €

Soul - Uscito il 20 marzo 2019 | Anti - Epitaph

HI-RES6,49 €
CD5,49 €

R&B - Uscito il 17 aprile 2015 | Anti - Epitaph

Hi-Res
CD2,29 €

Soul - Uscito il 17 aprile 2019 | Anti - Epitaph

CD13,49 €

Soul - Uscito il 06 luglio 1979 | Rhino - Warner Records

CD5,49 €

R&B - Uscito il 17 aprile 2015 | Anti - Epitaph

L'interprete

Mavis Staples nella rivista