Categorie :

Gli album

HI-RES19,49 €
CD13,99 €

Jazz - Uscito il 29 maggio 2020 | ECM

Hi-Res Libretto Riconoscimenti 4F de Télérama
Se il suo nome era sulle copertine di ECM, lo era come side-man di Louis Sclavis su Sources, Silk and Salt Melodies e Characters on a Wall. Con Promontoire, il suo album appena pubblicato, Benjamin Moussay è finalmente un leader in un disco della scuderia di Manfred Eicher. Un leader solitario. L’etichetta di Monaco di Baviera ha pubblicato un numero impressionante di dischi essenziali per pianoforte solista - con in cima il suo bestseller, il Köln Concert di Keith Jarrett - e Promontoire farà parte di questa preziosa collezione. A 47 anni, Moussay è un musicista che è rimasto un po’ in disparte nel panorama jazzistico contemporaneo, ma “those in the know” hanno sempre riconosciuto la chiarezza e la forza del suo modo di suonare. Come Martial Solal che di lui dice che “Suona il giusto. Né troppo, né troppo poco.” O come la lunghissima lista di musicisti che almeno una volta hanno potuto suonare assieme a lui: il già citato Sclavis, ma anche Archie Shepp, Dave Liebmann, Jean-François Jenny-Clark, Marc Ducret, Daniel Humair, Steve Swallow, Vincent Courtois, Michel Portal, Vincent Peirani, Youn Sun Nah, Airelle Besson e decine di altri... Anche se si è esibito spesso in trio (in particolare con Eric Echampard e Arnault Cuisinier), il pianoforte solista che lui suona sul palco sembra essere sempre volto ad un ritorno alle origini, vitale e necessario. Come l’accogliente rifugio del suo lirismo sempre soppesato, e le sue improvvisazioni dal forte potere narrativo. “Sensuali vibrazioni delle corde che illuminano il silenzio. Una danza solitaria sul flusso del ritmo interiore. Scritti pretestuosi rielaborati all’infinito, istintivamente. Tempi dilatati, libertà, spazio, piacere, l’effimero sospeso... Come pianista solista, conosco il punto di partenza e la destinazione. Il mistero sta nel sorprendente viaggio...”. Una lucidità collegata ai dodici, fluidi brani di questo disco che si svela piano, un po’ di più ad ogni ascolto. Tutto ciò che lui ama, da Thelonious Monk a Claudio Arrau, da Lennie Tristano a Paul Bley, talvolta appare, per poi scomparire, prima che la melodia prenda il sopravvento. Con Moussay, un compositore che scrive anche musica per il cinema e il teatro, succede che le melodie diano vita a tantissime immagini, ma senza mai cadere nella trappola della musica falsamente bella o veramente vana. Anzi…Promontoire è particolarmente impressionante proprio nelle sequenze più semplici (Villefranque e Monte Perdido), dove Benjamin Moussay riesce a dire tantissimo con un minimo di note. Less is more, ancora una volta... © Marc Zisman/Qobuz
CD9,99 €

Jazz contemporaneo - Uscito il 24 aprile 2020 | Heavenly Sweetness

Riconoscimenti 4F de Télérama
HI-RES13,49 €
CD8,99 €

Jazz contemporaneo - Uscito il 27 marzo 2020 | Mélodie en sous-sol

Hi-Res Riconoscimenti 4F de Télérama
HI-RES17,99 €
CD13,49 €

Jazz - Uscito il 20 marzo 2020 | Neuklang

Hi-Res Riconoscimenti 4F de Télérama
HI-RES19,49 €
CD13,99 €

Jazz - Uscito il 28 febbraio 2020 | Blue Note Records

Hi-Res Riconoscimenti 4F de Télérama
Nel marzo 2018, in occasione del suo ottantesimo compleanno, Charles Lloyd ha tenuto un concerto nel magnifico Lobero Theatre di Santa Barbara, in California, con una band piuttosto insolita che comprendeva il chitarrista Julian Lage, il pianista Gerald Clayton, il bassista Reuben Rogers e il batterista Eric Harland. Pubblicato recentemente sull’etichetta Blue Note, il risultato (8: Kindred Spirits) è tanto sorprendente quanto questa impressionante gamma di virtuosi non è abituata a suonare insieme, con l’eccezione della sezione ritmica Rogers/Harland, con Lloyd dal 2007. Ma il sassofonista, come uno sciamano, con la sua aura aiuta a stimolare gli scambi e la condivisione anche tra musicisti che non suonano insieme regolarmente. 8: Kindred Spirits è un vero e proprio viaggio al 100% lloydiano, come testimoniano i 21 minuti di Dream Weaver che aprono il disco. Neanche gli anni sono riusciti ad intaccare la sua verve libertaria, né il suo lirismo pieno di spiritualità, che è in linea con la semantica di John Coltrane e Pharoah Sanders. Tratti distintivi che hanno accompagnato la band nella scrittura di questo bellissimo album. © Marc Zisman/Qobuz
HI-RES12,49 €
CD8,99 €

Jazz contemporaneo - Uscito il 14 febbraio 2020 | Exodus Records

Hi-Res Riconoscimenti 4F de Télérama - Qobuzissime
Da buon pozzo senza fondo qual è, la nuova scena jazz inglese mantiene la sua tradizione creativa partorendo il primo vero album solista di Moses Boyd. Gli appassionati del movimento conoscono già questo eclettico e giovane batterista, che ha lavorato con Shabaka Hutchings, Zara McFarlane, Nubya Garcia, Joe Armon-Jones, Theon Cross e Ashley Henry, ma soprattutto è la metà di Binker & Moses, il wild duo che condivide con il sassofonista Binker Golding. Con Dark Matter, Boyd realizza un album che può essere considerato più la creazione di un produttore che di un batterista. Un album che è una estesa narrazione di ciò che rappresenta, ovvero un musicista cresciuto sognando di diventare il nuovo Max Roach o Tony Williams mentre ascoltava Dizzee Rascal e Wiley, oltre ai ritmi caraibici, il reggae e la musica elettronica. La forza di Dark Matter risiede proprio nella capacità di fondere questo grande insieme di idoli così diversi tra loro in una bella e colorata Polaroid della Londra di oggi. Ricco di suoni, l’album dal DNA jazz passa dall’afrobeat (BTB) al dubstep (2 Far Gone) prima di una botta di post-rock (What Now?). Con la voce di Poppy Ajudha, di Obongjayar e di Nonku Phiri e il contrabbasso dell’ex-Jazz Warriors Gary Crosby, Moses Boyd ha creato una orgia ritmica fuori dal comune. Un disco di ancora più difficile catalogazione rispetto a quelli dei suoi colleghi della stessa scena anglosassone. Rivitalizzante. © Marc Zisman/Qobuz 
HI-RES21,49 €
CD14,99 €

Jazz - Uscito il 14 febbraio 2020 | ECM

Hi-Res Libretto Riconoscimenti 4F de Télérama
HI-RES17,99 €
CD13,49 €

Jazz - Uscito il 31 gennaio 2020 | ACT Music

Hi-Res Libretto Riconoscimenti 4F de Télérama - 5 Sterne Fono Forum Jazz
HI-RES14,99 €
CD10,99 €

Jazz - Uscito il 24 gennaio 2020 | Rue bleue

Hi-Res Riconoscimenti 4F de Télérama
HI-RES14,99 €
CD10,99 €

Jazz - Uscito il 08 novembre 2019 | JMS Productions

Hi-Res Riconoscimenti 4F de Télérama
HI-RES14,99 €
CD12,49 €

Jazz - Uscito il 18 ottobre 2019 | Wagram Music - 3ème Bureau

Hi-Res Riconoscimenti 4F de Télérama
HI-RES8,99 €
CD5,99 €

Jazz - Uscito il 18 ottobre 2019 | Onze Heures Onze

Hi-Res Riconoscimenti 4F de Télérama
CD13,49 €

Jazz - Uscito il 27 settembre 2019 | Yellowbird Records

Riconoscimenti 4F de Télérama
HI-RES13,49 €
CD8,99 €

Jazz contemporaneo - Uscito il 20 settembre 2019 | Gaya Music Production

Hi-Res Libretto Riconoscimenti 4F de Télérama
HI-RES14,99 €
CD10,99 €

Jazz - Uscito il 13 settembre 2019 | Jazz Village

Hi-Res Riconoscimenti 4F de Télérama
HI-RES21,49 €
CD14,99 €

Jazz - Uscito il 06 settembre 2019 | ECM

Hi-Res Libretto Riconoscimenti 4F de Télérama - 5 Sterne Fono Forum Jazz
CD9,99 €

Jazz - Uscito il 06 settembre 2019 | BMC Records

Riconoscimenti 4F de Télérama
HI-RES17,99 €
CD13,49 €

Jazz - Uscito il 30 agosto 2019 | ACT Music

Hi-Res Libretto Riconoscimenti 4F de Télérama
HI-RES14,49 €
CD9,99 €

Jazz - Uscito il 12 luglio 2019 | ODIN

Hi-Res Riconoscimenti 4F de Télérama
HI-RES8,94 €
CD5,94 €

Jazz contemporaneo - Uscito il 28 giugno 2019 | Hubro

Hi-Res Riconoscimenti 4F de Télérama