Il vostro carrello è vuoto

Categorie :

Artisti simili

Gli album

A partire da:
CD10,99 €

Classica - Uscito il 01 gennaio 2013 | Deutsche Grammophon (DG)

Riconoscimenti Diapason d'or - Choc de Classica
A partire da:
CD9,99 €

Classica - Uscito il 01 gennaio 2011 | Deutsche Grammophon (DG)

Riconoscimenti Diapason d'or - La discoteca ideale Qobuz
A partire da:
CD34,99 €

Classica - Uscito il 01 gennaio 1992 | Deutsche Grammophon (DG)

Riconoscimenti Diapason d'or - La discoteca ideale Qobuz
A partire da:
CD39,99 €

Assoli per pianoforte - Uscito il 17 novembre 2017 | APR

Libretto Riconoscimenti Diapason d'or - Gramophone Editor's Choice
A partire da:
CD10,99 €

Classica - Uscito il 17 agosto 2018 | Decca Music Group Ltd.

Riconoscimenti La discoteca ideale Qobuz
A partire da:
CD41,99 €

Classica - Uscito il 01 gennaio 1988 | Deutsche Grammophon (DG)

Riconoscimenti Diapason d'or
A partire da:
CD9,99 €

Classica - Uscito il 01 gennaio 1976 | Deutsche Grammophon (DG)

Riconoscimenti La discoteca ideale Qobuz
A partire da:
CD48,99 €

Classica - Uscito il 01 gennaio 1995 | Deutsche Grammophon (DG)

Riconoscimenti Diapason d'or
A partire da:
CD9,99 €

Classica - Uscito il 01 gennaio 1964 | Deutsche Grammophon (DG)

Riconoscimenti Diapason d'or
A partire da:
CD9,99 €

Classica - Uscito il 07 febbraio 2000 | Deutsche Grammophon (DG)

Riconoscimenti La discoteca ideale Qobuz
A partire da:
CD9,99 €

Classica - Uscito il 01 gennaio 1999 | Deutsche Grammophon (DG)

Riconoscimenti La discoteca ideale Qobuz
A partire da:
CD13,99 €

Assoli per pianoforte - Uscito il 01 gennaio 2014 | Decca Music Group Ltd.

Riconoscimenti Diapason d'or
A partire da:
CD69,99 €

Classica - Uscito il 02 dicembre 1997 | Deutsche Grammophon (DG)

Riconoscimenti Diapason d'or
This is Wilhelm Kempff's mid-'60s recording of Beethoven's complete piano sonatas and not his early '50s recording. One might argue that Kempff's first set was fresher and more virtuosic, that his '50s recordings of the supremely difficult "Appassionata" and "Hammerklavier" were more successful and that the '50s recordings of the early E flat and D major sonatas were more brilliant and exciting. But one could also argue that Kempff's second set was deeper and more profound and that his '60s recordings of the "Waldstein, the "Les Adieux," and the Sonata in E minor were more sublime and more consoling. But whichever set one ultimately prefers, no one would argue that Kempff's Beethoven is not the greatest -- the most intellectual, the most emotional, the most spiritual -- after Schnabel. Kempff's Beethoven has a nobility, a strength, a soulfulness that most later interpreters miss not matter how astounding their technique. In the slighter works like the two-movement F major and F sharp major sonatas, Kempff strikes the ideal balance between agility and depth. In the lighter sonatas like the last of the Op. 31 set or the two Op. 49 sonatas, Kempff finds depths that others miss, but never overloads the sonatas with too much interpretation. In the popular sonatas like the "Pathétique" and the "Moonlight," Kempff never condescends to the works, but treats them with respect and plays them with dignity. Only in the late sonatas does Kempff falter: as insightful as his performances are, Kempff's performances do not quite touch the infinite. On balance, this is arguably the greatest set of the Beethoven sonatas since Schnabel's. © TiVo
A partire da:
CD13,99 €

Classica - Uscito il 20 agosto 1999 | Deutsche Grammophon (DG)

Riconoscimenti La discoteca ideale Qobuz
A partire da:
HI-RES30,99 €
CD21,99 €

Classica - Uscito il 27 maggio 2016 | Deutsche Grammophon (DG)

Hi-Res Libretto
È facile perdersi nei meandri delle numerosissime incisioni di Wilhelm Kempff, scaglionate dal 1920 al 1975, ossia su cinquantacinque anni, sebbene non gli piacesse affatto suonare per i microfoni. Ma l’ha sempre fatto generosamente, nel desiderio di limare senza sosta le proprie interpretazioni per lasciare una traccia più fedele possibile della propria arte, man mano che si evolveva artisticamente e che si susseguivano le innovazioni tecnologiche, che gli hanno fatto conoscere tutti i procedimenti d’incisione, dall’acustico fino alla stereofonia.Il grande pianista tedesco ha lasciato tre integrali delle Sonate di Beethoven. Una prima negli anni Trenta, non completissima però, una seconda ai primi degli anni Cinquanta e un’ultima, raccolta nella presente incisione, all’inizio degli anni Sessanta per la stereofonia. Registrata piuttosto velocemente considerando l’entità di questa summa, dal gennaio 1964 al gennaio 1965, negli studi della Deutsche Grammophon Gesellschaft di Hannover, essa rappresenta l’ultimo stadio del pensiero di Wilhelm Kempff la cui vicinanza a Beethoven si era rafforzata ancora più con il passare degli anni.Sebbene il pianoforte non sia talvolta esente da certe asprezze, l’integrale è molto omogenea e fa risaltare la libertà del pianismo di Kempff, che aveva portato Beethoven verso la luce sbarazzandolo della pesantezza che gli veniva spesso inflitta dai pianisti tedeschi. Questa ricerca della chiarezza e della semplicità si avvicinava al carattere improvvisato che costituiva il marchio di Beethoven, il quale “annotava” in un momento successivo quel che l’immaginazione gli aveva spontaneamente suggerito. © François Hudry/Qobuz
A partire da:
CD24,99 €

Classica - Uscito il 01 gennaio 1994 | Deutsche Grammophon (DG)

A partire da:
HI-RES19,49 €
CD13,99 €

Classica - Uscito il 07 febbraio 2000 | Deutsche Grammophon (DG)

Hi-Res
A partire da:
CD55,99 €

Classica - Uscito il 01 gennaio 2003 | Deutsche Grammophon (DG)

A partire da:
HI-RES29,99 €
CD19,99 €

Lounge - Uscito il 30 novembre 2018 | BnF Collection

Hi-Res Libretto

Classica - Uscito il 14 novembre 2020 | UMG Recordings, Inc.

Download non disponibile