Categorie :

Artisti simili

Gli album

HI-RES19,49 €
CD13,99 €

Musica alternativa e indie - Uscito il 12 giugno 2020 | Caroline International (S&D)

Hi-Res Riconoscimenti Qobuzissime
Con To Love Is To Live, Jehnny Beth vede il suo nome figurare da solo sulla copertina di un album, per la prima volta nella sua intensa carriera. Veramente intensa dato che l’ex metà del duo John & Jehn, salita alla ribalta come cantante del gruppo Savages, è stata scelta prima dai Gorillaz (per We Got the Power), poi ha duettato con Julian Casablancas degli Strokes (su Boy/Girl), interpretato dei film (Un Amour impossible di Catherine Corsini e Kaamelott di Alexandre Astier) ed è stata giornalista/presentatrice radiofonica (in Start Making Sense su Beats 1) e presentatrice televisiva (in Echoes, sul canale Arte). Per non parlare di C.A.L.M.: Crimes Against Love Memories, una raccolta di racconti erotici illustrati dalle foto di Johnny Hostile (l’altra metà del duo John & Jehn), pubblicata nell’estate del 2020. Non aggiungiamo altro! Questa ricchezza, sia essa stilistica, sonora, emozionale o contestuale, è al centro di To Love Is To Live, così come è nel cuore di Camille Berthomier, alias Jehnny Beth. In questo viaggio impegnativo e complesso, Jehnny Beth ha affidato la produzione e gran parte della strumentazione ad Atticus Ross, Flood e Johnny Hostile. Tre complici scelti per scolpire un affascinante mix di post-punk, new wave dal sapore industriale, cold wave elettronica, colonne sonore di film immaginari e rock visceralmente dark. Un’alternanza di territori ricchi di contrasti, enfatizzati anche dagli ospiti che la francese ha invitato, tra cui Romy Madley Croft di The xx, l’attore Cillian Murphy e Joe Talbot, cantante degli Idles...Come una pioggia d’Aprile, si passa dal punk industrial ultra-violento di How Could You - in duo con Talbot - a una ballata da sogno, sostenuta da un sensuale pianoforte suonato dalla stessa Beth, su French Countryside. Nonostante questo eclettismo, To Love Is To Live ha comunque un tono unitario. Come una Polaroid di un mondo complesso, pieno di tensioni, incertezze e domande sull’identità sessuale, sugli estremismi o semplicemente sul futuro del mondo. Un’istantanea che Jehnny Beth ha costruito a sua immagine e somiglianza. Forte e impressionante come lo è la copertina creata da Tom Hingston (che aveva firmato la copertina Mezzanine dei Massive Attack). Ma anche molto umana. La prima canzone dell’album s’intitola I Am. Quella che lo chiude, Human. È la chiusura del cerchio: “I Am Human”. © Marc Zisman/Qobuz
HI-RES16,49 €
CD10,99 €

Colonne sonore - Uscito il 07 giugno 2019 | Pop Noire

Hi-Res
CD1,99 €

Musica alternativa e indie - Uscito il 05 febbraio 2020 | Caroline International (S&D)

CD13,99 €

Musica alternativa e indie - Uscito il 12 giugno 2020 | Caroline International (S&D)

Con To Love Is To Live, Jehnny Beth vede il suo nome figurare da solo sulla copertina di un album, per la prima volta nella sua intensa carriera. Veramente intensa dato che l’ex metà del duo John & Jehn, salita alla ribalta come cantante del gruppo Savages, è stata scelta prima dai Gorillaz (per We Got the Power), poi ha duettato con Julian Casablancas degli Strokes (su Boy/Girl), interpretato dei film (Un Amour impossible di Catherine Corsini e Kaamelott di Alexandre Astier) ed è stata giornalista/presentatrice radiofonica (in Start Making Sense su Beats 1) e presentatrice televisiva (in Echoes, sul canale Arte). Per non parlare di C.A.L.M.: Crimes Against Love Memories, una raccolta di racconti erotici illustrati dalle foto di Johnny Hostile (l’altra metà del duo John & Jehn), pubblicata nell’estate del 2020. Non aggiungiamo altro! Questa ricchezza, sia essa stilistica, sonora, emozionale o contestuale, è al centro di To Love Is To Live, così come è nel cuore di Camille Berthomier, alias Jehnny Beth. In questo viaggio impegnativo e complesso, Jehnny Beth ha affidato la produzione e gran parte della strumentazione ad Atticus Ross, Flood e Johnny Hostile. Tre complici scelti per scolpire un affascinante mix di post-punk, new wave dal sapore industriale, cold wave elettronica, colonne sonore di film immaginari e rock visceralmente dark. Un’alternanza di territori ricchi di contrasti, enfatizzati anche dagli ospiti che la francese ha invitato, tra cui Romy Madley Croft di The xx, l’attore Cillian Murphy e Joe Talbot, cantante degli Idles...Come una pioggia d’Aprile, si passa dal punk industrial ultra-violento di How Could You - in duo con Talbot - a una ballata da sogno, sostenuta da un sensuale pianoforte suonato dalla stessa Beth, su French Countryside. Nonostante questo eclettismo, To Love Is To Live ha comunque un tono unitario. Come una Polaroid di un mondo complesso, pieno di tensioni, incertezze e domande sull’identità sessuale, sugli estremismi o semplicemente sul futuro del mondo. Un’istantanea che Jehnny Beth ha costruito a sua immagine e somiglianza. Forte e impressionante come lo è la copertina creata da Tom Hingston (che aveva firmato la copertina Mezzanine dei Massive Attack). Ma anche molto umana. La prima canzone dell’album s’intitola I Am. Quella che lo chiude, Human. È la chiusura del cerchio: “I Am Human”. © Marc Zisman/Qobuz
CD3,99 €

Musica alternativa e indie - Uscito il 06 maggio 2020 | Caroline International (S&D)

CD2,99 €

Musica alternativa e indie - Uscito il 17 aprile 2020 | Caroline International (S&D)

HI-RES2,99 €
CD1,99 €

Musica alternativa e indie - Uscito il 11 dicembre 2015 | Pop Noire

Hi-Res
CD1,99 €

Musica alternativa e indie - Uscito il 08 novembre 2019 | Caroline International (S&D)

CD1,29 €

Musica alternativa e indie - Uscito il 04 dicembre 2015 | Pop Noire