Il vostro carrello è vuoto

Categorie :

Gli album

HI-RES19,49 €
CD13,99 €

Jazz - Prossima uscita il 29 gennaio 2021 | Universal Music Division Decca Records France

Hi-Res
HI-RES28,99 €
CD20,99 €

Classica - Prossima uscita il 16 ottobre 2020 | Universal Music Division Decca Records France

Hi-Res
HI-RES2,99 €
CD1,99 €

Jazz - Uscito il 23 luglio 2020 | Universal Music Division Decca Records France

Hi-Res
HI-RES2,99 €
CD1,99 €

Jazz - Uscito il 15 giugno 2020 | Universal Music Division Decca Records France

Hi-Res
HI-RES2,99 €
CD1,99 €

Jazz - Uscito il 12 maggio 2020 | Universal Music Division Decca Records France

Hi-Res
HI-RES2,99 €
CD1,99 €

Jazz - Uscito il 12 maggio 2020 | Universal Music Division Decca Records France

Hi-Res
HI-RES2,99 €
CD1,99 €

Jazz - Uscito il 12 maggio 2020 | Universal Music Division Decca Records France

Hi-Res
HI-RES2,99 €
CD1,99 €

Jazz - Uscito il 12 maggio 2020 | Universal Music Division Decca Records France

Hi-Res
HI-RES19,49 €
CD13,99 €

Musica francese - Uscito il 20 marzo 2020 | Universal Music Division Decca Records France

Hi-Res
HI-RES19,49 €
CD13,99 €

Musica sinfonica - Uscito il 21 febbraio 2020 | Universal Music Division Decca Records France

Hi-Res Riconoscimenti 5 étoiles de Classica
HI-RES19,49 €
CD13,99 €

Classica - Uscito il 08 novembre 2019 | Universal Music Division Decca Records France

Hi-Res
HI-RES19,49 €
CD13,99 €

Musica francese - Uscito il 27 settembre 2019 | Universal Music Division Decca Records France

Hi-Res
HI-RES2,99 €
CD1,99 €

Musica francese - Uscito il 24 maggio 2019 | Universal Music Division Decca Records France

Hi-Res
HI-RES2,99 €
CD1,99 €

Musica francese - Uscito il 21 maggio 2019 | Universal Music Division Decca Records France

Hi-Res
HI-RES19,49 €
CD13,99 €

Classica - Uscito il 05 aprile 2019 | Universal Music Division Decca Records France

Hi-Res Libretto
Stabilitosi a Parigi, Bryce Dessner, la nuova figura di spicco della musica americana, è un musicista multiplo. In quanto chitarrista, fa parte del gruppo rock The National pur essendo un compositore prolisso che si ispira a ogni tipo di musica, dal barocco al minimalismo passando dal folclore al post-romanticismo. Rispondendo a numerose commissioni in tutto il mondo, collabora con musicisti come Philipp Glass, Steve Reich, Paul Simmons e tanti altri. Valendosi inoltre di un percorso universitario e di una laurea in musicologia all’Università di Yale, è uno dei membri creativi dell’Orchestra Sinfonica di San Francisco. È anche l’autore di un balletto scritto per il New York City Ballet a partire da un racconto di Andersen. Lo vediamo su tutti i fronti della creazione. Dedicato al regista Gonzalez Iñarittú (Birdman, The Revenant) che ne ha curato la parte visiva, questo album è completamente consacrato alle opere che Bryce Dessner ha composto o arrangiato per Katia e Marielle Labèque: il Concerto per due pianoforti, e El Chan anche questo per due pianoforti, e Haven, per due chitarre elettriche e due pianoforti. La relazione che unisce Dessner e le sorelle Labèque è di ordine passionale e quasi amoroso. È cominciata durante la creazione del suo componimento Quilting, diretto da Gustavo Dudamel a Los Angeles, la sera stessa in cui le due sorelle davano la prima audizione del Concerto per due pianoforti di Philip Glass. «Sono due leggende della musica», afferma, «che hanno lavorato con Messiaen, Berio e tanti altri». Bryce Dessner adora la loro apertura mentale illimitata che corrisponde così bene alla sua concezione della musica. Flautista di Bach e Haendel, Dessner si è poco a poco confrontato con tutte le influenze che utilizza nelle sue creazioni– senza alcuna restrizione. Il tempo delle dittature estetiche sembra ben lontano per lui. © François Hudry/Qobuz
HI-RES15,49 €
CD10,99 €

Jazz - Uscito il 28 settembre 2018 | Universal Music Division Decca Records France

Hi-Res Riconoscimenti 5 Sterne Fono Forum Jazz
A 66 anni, Sco non perde il suo fascino. Con una cinquantina di album da leader o leader associato, il chitarrista dell’Ohio trova sempre qualcosa di appassionante da raccontare. Questa volta lo fa in compagnia di un quartetto composto dal suo vecchio amico batterista Bill Stewart (con il quale suona dal 1992!), dal bassista Vincente Archer (membro del trio di Robert Glasper) ma soprattutto dell’organista e pianista Gerald Clayton. «Chitarra e tastiera non sempre vanno d’accordo. E a causa della sua natura percussiva, il pianoforte è molto simile alla chitarra. Ma Gerald ha un tocco superbo che per quanto moderno, mi ricorda quello di Hank Jones o Tommy Flanagan. E il suo legato aderisce perfettamente alla chitarra». Armato della sua Ibanez AS200, John Scofield, cosciente di quel potenziale ostacolo, costruisce con cura frasi e improvvisazioni che si adattano perfettamente al modo di suonare di Clayton. E il corpo a corpo provoca scintille su brani up tempo come Willa Jean e New Waltzo. Questo disco può considerarsi perfettamente riuscito grazie al suo modo di esaltare il swing. Un swing eterno su King of Belgium, il tema che racchiude questo Combo 66, un omaggio al maestro belga dell’armonica, Toots Thielemans, uomo ricco di umanità e dotato di un grande senso dell’umorismo. Caratteristica che condivideva con John Scofield. «Se non puoi divertirti con la musica, è meglio che te ne torni a casa! Considero sempre molto seriamente il jazz, ma il fatto è che funziona soltanto se sei rilassato e se non ti fai problemi. Se provi troppo, non funziona. E l’umorismo mi aiuta davvero a trovare un altrove migliore con la musica. » © Max Dembo/Qobuz
HI-RES19,49 €
CD13,99 €

Classica - Uscito il 24 agosto 2018 | Universal Music Division Decca Records France

Hi-Res Libretto
No no, le celebri sorelle pianiste non suonano in tutti i numeri di questa compilation basca, non suonano sempre tutt’e due insieme, e non è sempre il pianoforte che suonano, poiché le troviamo anche al fortepiano, con modelli particolarmente antichi (o copie). La compilation snocciola musiche basche popolari, sacre, immaginarie in certi casi (il Bolero di Ravel arrangiato per due pianoforti, dal compositore stesso, ma con aggiunta di percussioni basche in abbondanza, suonate nientepopodimeno che da cinque percussionisti!), dal XVI al XXI secolo: un modo perfetto per scoprire anche la produzione basca contemporanea. Sarà possibile ascoltare, oltre alle sorelle in questione, il famoso controtenore Carlos Mena (basco di nascita anche lui), l’ensemble vocale Escolanía Easo Araoz Gazte e ancora il tenore Thierry Biscary. Più raro, il pezzo intitolato Bateran fa appello alla txalaparta, uno degli strumenti più popolari del Paese basco: un singolare assemblaggio di assi di legno, che due strumentisti martellano in modo ritmato e verticale con dei bastoni. Non siamo lontani dal semantron, quella specie di campana di legno tipica del rito ortodosso (e, più anticamente ancora, dei riti cristiani precedenti lo scisma d’Oriente), in uso prima che fossero inventate le campane di bronzo; semantron ancora impiegato in Romania, ad esempio per chiamare alla preghiera. Insomma, il lettore avrà capito: siamo in un mondo affascinante, sconosciuto alla maggior parte degli ascoltatori, che le sorelle Labèque – entrambe originarie di Bayonne, e questo spiega molte cose – ci fanno scoprire con molto piacere. © SM/Qobuz
HI-RES19,49 €
CD13,99 €

Classica - Uscito il 04 maggio 2018 | Universal Music Division Decca Records France

Hi-Res Libretto
HI-RES19,49 €
CD13,99 €

Jazz - Uscito il 06 aprile 2018 | Universal Music Division Decca Records France

Hi-Res Libretto
HI-RES19,49 €
CD13,99 €

Classica - Uscito il 02 febbraio 2018 | Universal Music Division Decca Records France

Hi-Res Libretto