Artisti simili

Gli album

6,49 €

Musica alternativa e indie - Uscito il 29 aprile 1996 | Divine Comedy Records

Riconoscimenti La discoteca ideale Qobuz
13,99 €

Indie pop - Uscito il 07 giugno 2019 | Divine Comedy Records

Prima di concepire la famosa scena dell’inseguimento nel campo di granoturco per Intrigo internazionale, Alfred Hitchcock si è chiesto come, non aggirare ma, prendere totalmente a contropiede gli stereotipi legati a questo genere di scena. Ascoltando Office Politics, Neil Hannon sembra essersi posto la stessa domanda a proposito delle canzoni impegnate che trattano del mondo del lavoro. Lontana anni luce dalla «canzone proletaria che denuncia chiaramente le infamie provocate dalla produttività capitalista», il leader di The Divine Comedy si serve abbondantemente dell’humour, o meglio– ed è il suo tratto caratteristico fin da Liberation nel 1993– di un lirismo pop curato nei minimi particolari (il crescendo molto breliano di When the Working Day Is Gone), a volte scritto sotto forma di cronaca agrodolce (Norman and Norma con il suo ritornello straziante che contrasta con le strofe semplici). L’humour sarcastico è dunque molto presente in Office Politics e prende svariate forme. Hannon ama suonare una musica leggera che contrasta con testi che evidenziano le ingiustizie flagranti senza scrupoli della nostra epoca (Queuejumper). Inoltre, non disdegna nemmeno la parodia. A questo proposito, possiamo apprezzare l’atmosfera inquietante stile «film di spionaggio» sul brano Office Politics, e i riferimenti sostenuti al western (chitarre) e al giallo (formazione di sax, conga, armonica) in You’ll Never Work in This Town Again. E senza essere per forza parodico, l’album trabocca di riferimenti e omaggi a diversi compositori e correnti musicali, che si tratti del minimalismo di Philip Glass e Steve Reich in Philip and Steve’s Furniture Removal Company, dell’elettronica sperimentale tedesca (nel fuorviante dittico Psychological Evaluation e The Synthesiser Service Center Super Summer Sale), e di tanti altri (Kurt Weil, Sakamoto, Moroder…). Queste citazioni a oltranza generano una tale distanza che è lecito chiedersi se alla fine riescano o meno a conciliarsi con l’intenzione dell’album che è quella di denuncia. Si tratta forse di un vano sogghigno o di una vera e propria accusa? E se anche così fosse, ci troviamo nel bel mezzo del paradosso tipicamente hannoniano. Questa commistione infernale di riferimenti e variazioni musicali fa di questo dodicesimo album di The Divine Comedy un’accozzaglia abbastanza gioiosa e ludica. Ma gli conferisce anche un aspetto alquanto spaventoso, perché sostanzialmente caotico e assurdo, addirittura (volontariamente) incoerente. Come il mondo imprenditoriale nel 2019? © Nicolas Magenham/Qobuz
6,49 €

Pop/Rock - Uscito il 31 agosto 1998 | Divine Comedy Records

19,49 €
13,99 €

Pop - Uscito il 02 settembre 2016 | Divine Comedy Records

Hi-Res
11,49 €

Rock - Uscito il 26 gennaio 2004 | Parlophone UK

10,99 €

Pop/Rock - Uscito il 16 agosto 1993 | Divine Comedy Records

10,99 €

Pop/Rock - Uscito il 28 marzo 1994 | Divine Comedy Records

11,99 €

Pop - Uscito il 16 febbraio 2018 | Divine Comedy Records

14,99 €

Rock - Uscito il 12 marzo 2001 | Parlophone UK

11,99 €

Indie pop - Uscito il 07 giugno 2019 | Divine Comedy Records

Prima di concepire la famosa scena dell’inseguimento nel campo di granoturco per Intrigo internazionale, Alfred Hitchcock si è chiesto come, non aggirare ma, prendere totalmente a contropiede gli stereotipi legati a questo genere di scena. Ascoltando Office Politics, Neil Hannon sembra essersi posto la stessa domanda a proposito delle canzoni impegnate che trattano del mondo del lavoro. Lontana anni luce dalla «canzone proletaria che denuncia chiaramente le infamie provocate dalla produttività capitalista», il leader di The Divine Comedy si serve abbondantemente dell’humour, o meglio– ed è il suo tratto caratteristico fin da Liberation nel 1993– di un lirismo pop curato nei minimi particolari (il crescendo molto breliano di When the Working Day Is Gone), a volte scritto sotto forma di cronaca agrodolce (Norman and Norma con il suo ritornello straziante che contrasta con le strofe semplici). L’humour sarcastico è dunque molto presente in Office Politics e prende svariate forme. Hannon ama suonare una musica leggera che contrasta con testi che evidenziano le ingiustizie flagranti senza scrupoli della nostra epoca (Queuejumper). Inoltre, non disdegna nemmeno la parodia. A questo proposito, possiamo apprezzare l’atmosfera inquietante stile «film di spionaggio» sul brano Office Politics, e i riferimenti sostenuti al western (chitarre) e al giallo (formazione di sax, conga, armonica) in You’ll Never Work in This Town Again. E senza essere per forza parodico, l’album trabocca di riferimenti e omaggi a diversi compositori e correnti musicali, che si tratti del minimalismo di Philip Glass e Steve Reich in Philip and Steve’s Furniture Removal Company, dell’elettronica sperimentale tedesca (nel fuorviante dittico Psychological Evaluation e The Synthesiser Service Center Super Summer Sale), e di tanti altri (Kurt Weil, Sakamoto, Moroder…). Queste citazioni a oltranza generano una tale distanza che è lecito chiedersi se alla fine riescano o meno a conciliarsi con l’intenzione dell’album che è quella di denuncia. Si tratta forse di un vano sogghigno o di una vera e propria accusa? E se anche così fosse, ci troviamo nel bel mezzo del paradosso tipicamente hannoniano. Questa commistione infernale di riferimenti e variazioni musicali fa di questo dodicesimo album di The Divine Comedy un’accozzaglia abbastanza gioiosa e ludica. Ma gli conferisce anche un aspetto alquanto spaventoso, perché sostanzialmente caotico e assurdo, addirittura (volontariamente) incoerente. Come il mondo imprenditoriale nel 2019? © Nicolas Magenham/Qobuz
6,49 €

Pop/Rock - Uscito il 30 agosto 1999 | Divine Comedy Records

9,99 €

Rock - Uscito il 19 giugno 2006 | Parlophone UK

1,49 €

Pop - Uscito il 03 aprile 2019 | Divine Comedy Records

10,99 €

Pop - Uscito il 31 maggio 2010 | Divine Comedy Records

16,49 €
11,99 €

Pop - Uscito il 02 settembre 2016 | Divine Comedy Records

Hi-Res
10,99 €

Pop/Rock - Uscito il 10 febbraio 1997 | Divine Comedy Records

1,49 €

Pop - Uscito il 20 gennaio 2017 | Divine Comedy Records ()

1,49 €

Pop - Uscito il 16 maggio 2019 | Divine Comedy Records

4,99 €

Pop - Uscito il 27 ottobre 2006 | Parlophone UK

4,99 €

Pop - Uscito il 12 novembre 2004 | Parlophone UK