Categorie :

Artisti simili

Gli album

CD5,99 €

Musica indiana - Uscito il 11 aprile 2007 | Ocora Radio-France

Riconoscimenti La discoteca ideale Qobuz
Il 6 novembre 1985, il cantante pakistano dal nome predestinato, Nusrat Fateh Ali Khan (che si può tradurre con l’espressione «il re dell’apertura verso il successo»), si installa nel bel mezzo dello studio103 della Casa della Radio a Parigi in compagnia dei suoi sei musicisti (harmonium, tablas e coro) diretti dal fratello Farrukh. Il loro obiettivo è quello di registrare in pubblico quattro canti mitici per conto dell’etichetta di Radio France, Ocora, che farà di tutto per rendere disponibile queste registrazioni in formato cassetta fin dal primo concerto tenutosi due giorni prima al Théâtre de la Ville. Per Nusrat Fateh Ali Khan, il 1985 è decisivo, poiché è proprio l’anno in cui il suo immenso talento esplode in Europa. L’estate precedente, su invito di Peter Gabriel, aveva creato l’evento in occasione del Festival Womad. La Francia l’aveva già accolto quattro anni prima nell’ambito discreto del Festival delle arti Tradizionali a Rennes, ma questa volta, favorito dai rumori sul suo trionfo inglese e dagli articoli encomiastici apparsi in seguito ad un concerto di alcuni giorni prima a Lille, il cantante era atteso come un messia. Il pakistano in pieno possesso della sua arte canora qawwali, si è esercitato fin dalla tenera età nell’ensemble familiare, che ha poi diretto facendolo diventare la formazione più apprezzata del Pakistan. La registrazione comincia, come ogni prestazione qawwali, con una lode a Dio. La declamazione cantata con fervore della poesia Hamd viene enfatizzata dai coristi che ripetono i versi «Ya Hayou-Ya Qayyoum» (Tu sei la Vita! Tu sei l’Eterno!) per una buona mezz’oretta, tempo necessario perché venga sviluppata. Viene poi seguita da Naat, una lode al profeta che permette di godersi appieno i vertiginosi slanci del potente cantante. Un’altra lode della stessa durata (16 minuti), Manaqib Ali, è rivolta al genero del profeta Ali, considerato come il primo sufi e il santo più venerato dai qawwal. Si tratta di un momento commovente che comincia lentamente su una melodia nostalgica che, poco a poco, segue un percorso ascensionale e intenso, che si conclude con un atterraggio voluttuoso e tenero. L’ultimo canto è anch’esso una lode, Manaqib Khawaja Mueenuddin Chishti, rivolta a Mueenuddin, il maestro per eccellenza, il santo sufi più importante di questo ramo dell’islam che esprime l’amore divino attraverso la musica, la danza e la poesia. Questa registrazione storica, che attesta l’ascensione di una delle figure più importanti della musica in Asia, costituisce una base solida per scoprire e apprezzare, indipendentemente dalle convinzioni di chi la ascolta, la forza inaudita che ha guidato la sua carriera. © Benjamin MiNiMuM/ Qobuz
HI-RES13,49 €
CD9,49 €

World music - Uscito il 26 luglio 2019 | Real World Records

Hi-Res
CD9,99 €

World music - Uscito il 30 luglio 2012 | Times Music

CD3,99 €

World music - Uscito il 28 settembre 2018 | Real World Records

CD9,99 €

World music - Uscito il 20 giugno 2005 | Shanachie

CD9,99 €

World music - Uscito il 30 giugno 2016 | Times Music

CD9,99 €

World music - Uscito il 01 giugno 2013 | Network

CD19,99 €

World music - Uscito il 22 giugno 2012 | BCD/3RDP

CD9,99 €

World music - Uscito il 22 giugno 2012 | BCD/3RDP

CD14,49 €

Classica - Uscito il 01 febbraio 1999 | Sony Classical

CD9,99 €

World music - Uscito il 20 giugno 2005 | Shanachie

CD9,99 €

World music - Uscito il 28 aprile 2017 | ARC

Libretto
CD7,99 €

Asia - Uscito il 07 maggio 2019 | Eagle

CD9,99 €

World music - Uscito il 01 luglio 2016 | Terrascape

CD9,99 €

Classica - Uscito il 18 luglio 1992 | RGH

CD4,99 €

Spoken Word - Uscito il 06 maggio 2016 | Sony Music India - 550 Music

CD9,99 €

World music - Uscito il 20 giugno 2005 | Shanachie

CD6,99 €

Classica - Uscito il 17 giugno 1993 | RGH

CD4,99 €

Asia - Uscito il 07 maggio 2019 | Eagle

CD9,99 €

World music - Uscito il 23 febbraio 2016 | EMI Pakistan