Artisti simili

Gli album

17,49 €
12,49 €

Musica concertante - Uscito il 01 gennaio 2012 | harmonia mundi

Hi-Res Libretto Riconoscimenti Diapason d'or - Gramophone Record of the Month - Diapason d'or / Arte - Qobuzissime - HD Audio
24,99 €
17,99 €

Concerti per violino - Uscito il 28 ottobre 2016 | harmonia mundi

Hi-Res Libretto Riconoscimenti Gramophone Record of the Year - Gramophone Award - Choc de Classica - Choc Classica de l'année
17,49 €
12,49 €

Musica da camera - Uscito il 25 settembre 2012 | harmonia mundi

Hi-Res Libretto Riconoscimenti Diapason d'or - 4 étoiles de Classica - Qobuzissime - HD Audio
17,49 €
12,49 €

Musica da camera - Uscito il 29 gennaio 2013 | harmonia mundi

Hi-Res Libretto Riconoscimenti Diapason d'or - 4 étoiles de Classica - Registrazione audio d'eccezione - HD Audio
17,49 €
12,49 €

Musica da camera - Uscito il 26 maggio 2017 | harmonia mundi

Hi-Res Libretto Riconoscimenti 5 de Diapason - 4 étoiles de Classica - 5 Sterne Fono Forum Klassik - Preis der deutschen Schallplattenkritik
17,49 €
12,49 €

Musica da camera - Uscito il 05 ottobre 2018 | harmonia mundi

Hi-Res Libretto Riconoscimenti 5 de Diapason - Gramophone Editor's Choice - 5 Sterne Fono Forum Klassik
17,49 €
12,49 €

Trii - Uscito il 24 febbraio 2014 | harmonia mundi

Hi-Res Libretto Riconoscimenti Choc de Classica - Qobuzissime - HD Audio
25,19 €
17,99 €

Duetti - Uscito il 12 gennaio 2018 | harmonia mundi

Hi-Res Libretto Riconoscimenti 5 Sterne Fono Forum Klassik - 5 étoiles de Classica
Le sei Sonate per violino e clavicembalo obbligato BWV 1014-1019 («obbligato» significa che la parte di clavicembalo è interamente scritta, a differenza di un basso continuo in cui è annotato solo il basso, mentre il resto è a discrezione dell’accompagnatore che improvvisa) appartengono al gruppo di opere che Bach non smise mai di rimaneggiare. La fonte più antica che ci sia pervenuta – verso il 1725, di mano di un nipote – rileva già una volontà evidente di far evolvere questi componimenti affinandoli con ritocchi successivi. L’opera è oggetto di una nuova revisione nel manoscritto di Agricola, risalente al 1741 circa, mentre la copia realizzata intorno al 1750 da Altnickol rivela un terzo stadio del ciclo. Un’osservazione annotata dal penultimo figlio del musicista, Johann Christoph Friedrich Bach («Questi trii, li ha composti prima della sua fine»), sembra doversi interpretare come una prova che Bach lavorasse ancora a queste sonate nell’ultimo periodo della sua esistenza. Questa nuova registrazione, firmata da Isabelle Faust, una grande specialista dell’interpretazione “alla Barocca”, e da Kristian Bezuidenhout al clavicembalo, evidenzia con grande discrezione la straordinaria ricchezza di scrittura a tre voci di queste opere, che in realtà si avvicinano molto al formato della sonata in trio. © SM/Qobuz
17,49 €
12,49 €

Musica da camera - Uscito il 18 maggio 2018 | harmonia mundi

Hi-Res Libretto Riconoscimenti 5 de Diapason - Choc de Classica
Con la sua ora piena d’orologio, l’Ottetto in fa maggiore è una delle opere più lunghe del repertorio di musica da camera. Consumato dalla malattia, Schubert s’ispira, come espressamente richiesto nella commissione ricevuta dall’intendente dell’arciduca Rodolfo, al Settimino op. 20 di Beethoven, la cui fama irritava profondamente il suo autore. Regna nell’Ottetto di Schubert una certa gioia di vivere, attraversata, come sempre nel compositore, da accenti talvolta disperati (il richiamo del corno nel primo movimento, l’oscillazione elegiaca dell’Adagio). Per rispondere a quella precisa richiesta, egli usa la stessa strumentazione, aumentata di un secondo violino, e riprende lo stesso ordine dei movimenti e lo stesso schema tonale del modello beethoveniano. Ma Schubert, pur calandosi in quello stampo per compiacere i suoi committenti, scrive un’opera molto personale che lo condurrà, per sua stessa ammissione, verso la grande forma sinfonica che si materializzerà poco più tardi con la sua Nona sinfonia in do maggiore. Isabelle Faust e i suoi amici passano anch’essi dal riso alle lacrime, alternando gli umori con grande complicità, e non si fanno problemi a mettere talvolta a nudo questa musica sublime, senza ricorrere all’artificio di un vibrato o di un eccesso espressivo. Un’interpretazione che rispecchia la fragilità dell’esistenza. © François Hudry/Qobuz
17,49 €
12,49 €

Duetti - Uscito il 17 settembre 2015 | harmonia mundi

Hi-Res Libretto Riconoscimenti 5 de Diapason - Choc de Classica
17,49 €
12,49 €

Musica concertante - Uscito il 22 marzo 2015 | harmonia mundi

Hi-Res Libretto Riconoscimenti 4F de Télérama - 4 étoiles de Classica
15,99 €
11,49 €

Concerti per violino - Uscito il 01 marzo 2011 | harmonia mundi

Hi-Res Librettos Riconoscimenti Diapason d'or - HD Audio
9,99 €

Concerti per violino - Uscito il 26 marzo 2007 | Pan Classics

Riconoscimenti 5 de Diapason - 9 de Répertoire
25,19 €
17,99 €

Classica - Uscito il 15 marzo 2019 | harmonia mundi

Hi-Res Libretto Riconoscimenti Gramophone Editor's Choice
17,49 €
12,49 €

Duetti - Uscito il 09 novembre 2018 | harmonia mundi

Hi-Res Libretto Riconoscimenti 5 de Diapason
Ai tempi in cui Mozart componeva le sue prime sonate per violino e tastiera, nel 1778, l’uso comune era piuttosto quello di scrivere sonate per pianoforte con accompagnamento di violino, in cui la parte del violino era assai modesta, sufficiente a non urtare gli acquirenti di tali partiture: i dilettanti illuminati. Ora, Mozart contrasta tale abitudine e si avventura in un mondo nuovo, quello dei veri e propri duo in cui entrambi gli strumenti vengono sfruttati in modo eguale. Evita tuttavia l’eccesso inverso, che sarebbe quello di sviluppare dei quasi concerti per violino, in cui il pianoforte non abbia che un ruolo d’accompagnamento. Qui troviamo dunque l’equilibrio perfetto fra i due compari, per la precisione Isabelle Faust al violino ed Alexander Melnikov alla tastiera; quest’ultimo suona una copia di un fortepiano viennese del 1795 firmata Anton Walter. La bilancia sonora ne trae ulteriore perfezione: troppo spesso infatti queste sonate, eseguite al pianoforte, sono un po’ troppo a favore della tastiera, o in alternativa il violinista deve spingere. Si ascolteranno due sonate scritte a Parigi, poco dopo la morte della madre di Mozart, che l’aveva accompagnato in viaggio, poi una del 1787 scritta sulla scia della morte di Leopold Mozart; eppure il compositore sembra conservare sempre il sorriso, per quanto sia un sorriso pieno di tenera nostalgia nel caso della Sonata in mi minore K. 304. © SM/Qobuz
15,99 €
11,49 €

Musica da camera - Uscito il 22 aprile 2010 | harmonia mundi

Hi-Res Libretto Riconoscimenti HD Audio
43,99 €
31,49 €

Musica da camera - Uscito il 25 agosto 2009 | harmonia mundi

Hi-Res Riconoscimenti HD Audio
17,49 €
12,49 €

Musica concertante - Uscito il 26 agosto 2013 | harmonia mundi

Hi-Res Libretto Riconoscimenti HD Audio
17,49 €
12,49 €

Concerti per violino - Uscito il 25 agosto 2017 | harmonia mundi

Hi-Res Libretto
11,49 €

Classica - Uscito il 22 giugno 2010 | harmonia mundi