Artisti simili

Gli album

13,49 €
8,99 €

Classica - Uscito il 31 maggio 2019 | naïve classique

Hi-Res Libretto
Vivaldi ha avuto molta fortuna con i posteri. Grazie a una successione di eventi fortunati, la sua collezione personale di manoscritti ha attraversato i secoli, permettendo alla sua musica di essere conservata poi suonata e registrata. È da questo insieme inestimabile di quasi quattrocentocinquanta composizioni che il contralto Delphine Galou e Ottavio Dantone, il direttore dell’Accademia Bizantina, hanno attinto per elaborare il programma di questo album consacrato a brani musicali per la voce di alto. Questa nuova registrazione dell’Edition Vivaldi, cominciata da Naïve da diversi anni, propone cantate e arie per alto, pendant dell’album, uscito contemporaneamente, di opere sacre per alto e cantate dalla stessa Delphine Galou. I testi, spesso di autori sconosciuti, hanno un interesse letterario alquanto mediocre. Troviamo un mondo pastorale abitato da pastori malati d’amore e da ninfe crudeli e incostanti, in base ai canoni dell’epoca. Vivaldi si serve di quei personaggi stereotipati per variare la sua gamma espressiva in modo molto sottile e introdurre lo stile operistico nei suoi lavori destinati prima di tutto ai saloni. La qualità eccezionale della sua musica trascende in genere il lavoro di commissione al quale deve sottostare, tanto a Mantova quanto a Venezia. Le cantate sono accompagnate da alcune arie tratte dalle sue numerose opere e permettono a Delphine Galou di esprimere tutta la varietà del suo canto attraverso il panteismo di «Liquore ingrato» (Tito Manlio), la dolcezza di «Andrò fida e sconsolata» della stessa opera o la grazia dell’innocenza di una canzone per l’infanzia con l’aria «È pur dolce ad un’anima amante» (Il Giustino). © François Hudry/Qobuz