Il vostro carrello è vuoto

Categorie :

Artisti simili

Gli album

A partire da:
CD13,99 €

Musica alternativa e indie - Uscito il 29 luglio 2002 | Rough Trade

A partire da:
CD1,49 €

Musica alternativa e indie - Uscito il 08 agosto 2005 | Rough Trade

A partire da:
CD1,49 €

Musica alternativa e indie - Uscito il 15 agosto 2005 | Rough Trade

A partire da:
CD1,49 €

Musica alternativa e indie - Uscito il 15 agosto 2005 | Rough Trade

A partire da:
CD13,99 €

Musica alternativa e indie - Uscito il 22 agosto 2005 | Rough Trade

A partire da:
CD2,29 €

Pop - Uscito il 10 maggio 2011 | Parlophone UK

A partire da:
CD9,99 €

Rock - Uscito il 23 maggio 2011 | Parlophone UK

Riconoscimenti Sélection Les Inrocks
A partire da:
CD4,99 €

Rock - Uscito il 14 ottobre 2011 | Parlophone UK

A partire da:
CD2,29 €

Rock - Uscito il 16 dicembre 2011 | Parlophone UK

A partire da:
HI-RES1,99 €
CD1,49 €

Musica alternativa e indie - Uscito il 30 giugno 2014 | [PIAS] Le Label

Hi-Res
A partire da:
CD1,49 €

Musica alternativa e indie - Uscito il 25 agosto 2014 | [PIAS] Le Label

A partire da:
HI-RES14,99 €
CD10,99 €

Musica alternativa e indie - Uscito il 20 ottobre 2014 | [PIAS] Le Label

Hi-Res
A partire da:
HI-RES1,99 €
CD1,49 €

Musica alternativa e indie - Uscito il 29 agosto 2017 | [PIAS] Le Label

Hi-Res
A partire da:
CD1,49 €

Musica alternativa e indie - Uscito il 11 ottobre 2017 | [PIAS] Le Label

A partire da:
HI-RES1,99 €
CD1,49 €

Musica alternativa e indie - Uscito il 27 ottobre 2017 | [PIAS] Le Label

Hi-Res
Sounding more like his old man with every passing year, Baxter Dury also sounds more confident than ever on Prince of Tears, his fifth album. Picking up where he left off on 2014's It's a Pleasure, Dury populates Prince of Tears with a rocky, Euro-disco, tongue-in-cheek allusion to his father's peak, which also provides useful support for his song-poems. Each of Dury's songs are deliberately shorn of excess -- there are no more hooks than necessary, no more beats than needed, the hooks are streamlined and slim -- which draws attention to the economy of his words and his wry delivery. All of this is familiar, so what counts on Prince of Tears is execution, and from top to bottom, it's one of his strongest albums, benefitting from his assurance and lack of nonsense. © Stephen Thomas Erlewine /TiVo
A partire da:
HI-RES14,99 €
CD10,99 €

Musica alternativa e indie - Uscito il 27 ottobre 2017 | [PIAS] Le Label

Hi-Res Libretto
A tre anni da It’s A Pleasure, il suo quarto album, Baxter Dury non perde punti con questo Prince Of Tears. Dopo aver gestito piuttosto bene la faccenda della discendenza, il quarantenne britannico continua per la sua strada imboccando i sentieri inattesi di una pop music multisfaccettata, a volte maliziosa, eventualmente disco ma sempre e comunque gaudente data la sua conclamata abilità nel trovare il ritornello che fa centro. Il suo defunto padre, l’illustre Ian Dury, urlava ammirevolmente sex and drugs and rock’n’roll. Lui, Dury Jr. sembra tenersene alla larga, preferendo i ruoli di dandy strambi e imprevedibili. Realizzato da Ash Workman (Metronomy, Christine & the Queens) e mixato da Craig Silvey (Arcade Fire), questo Principe delle lacrime è lo scrigno perfetto per il suo eloquio/canto. Un quinto album sbalorditivo e fuori da qualunque schema. © CM/Qobuz
A partire da:
CD1,49 €

Musica alternativa e indie - Uscito il 19 novembre 2019 | [PIAS] Le Label

A partire da:
CD1,49 €

Musica alternativa e indie - Uscito il 13 dicembre 2019 | [PIAS] Le Label

A partire da:
CD1,49 €

Musica alternativa e indie - Uscito il 03 febbraio 2020 | [PIAS] Le Label

A partire da:
HI-RES16,49 €
CD11,59 €

Musica alternativa e indie - Uscito il 20 marzo 2020 | [PIAS] Le Label

Hi-Res
Nel 2018, Baxter Dury ha co-firmato B.E.D. con un barone della French Touch (Etienne de Crecy) e una riot grrrl (Delilah Holliday). Una sorta di godibile quickie electro, un trio di synth pop minimalista che il dandy britannico aveva descritto come “un bambino mutante degli anni ‘80 che non si era sviluppato completamente”. B.D. torna ai suoi fondamentali con l’impeccabile The Night Chancers, un contenitore di groove sexy e coinvolgente. Ian, il suo defunto illustre padre, urlava “sex and drugs and rock’n’roll”. Baxter si è allontanato anni luce da quello stilema, preferendo una malinconia disinvolta e anticonformista, come un Gainsbourg britannico del terzo millennio. Come dopo una storia d’amore finita male, torna in sella affrontando i suoi demoni, e soprattutto il mondo che lo circonda in un’atmosfera quasi cinematografica, dove ogni trama afferma la sua unicità. Violini, sassofoni, beat hip-hop e bassi profondi sono la base perfetta per le sue declamazioni sui social network (Carla’s Got a Boyfriend), sui modaioli (Sleep People) ma anche sulla compassione (Say Nothing)... The Night Chancers completa la trilogia (iniziata con Happy Soup e continuata con Prince of Tears) di un maestro dell’introspezione contemporanea che trasforma l’asfalto dei marciapiedi delle grandi città su cui vaga in una intima dancefloor. © Marc Zisman/Qobuz