Gli album

29,99 €
19,99 €

Musica da camera - Uscito il 06 luglio 2018 | BIS

Hi-Res Libretto Riconoscimenti 5 de Diapason
Ecco un florilegio di opere per liuto di compositori elisabettiani e giacobini, sotto le dita esperte di Jakob Lindberg; le più celebri (Dowland, Byrd ed Holborne), le più rare (John Johnson, Daniel Bacheler ed Eward Collard), senza dimenticare il più prolifico di tutti i tempi, l’«Anonimo». Così com’è, il programma già non manca di originalità; ma la grande idea di Lindberg è quella di offrire, a mo’ di cardine centrale dell’album, il Nocturnal di Benjamin Britten, scritto nel 1963 per il chitarrista Julian Bream, ma al liuto. Con l’autorizzazione della Fondazione Britten, naturalmente, e soprattutto valorizzando manoscritti preparatori del compositore; e dato che sappiamo che Britten amava molto il liuto, immaginiamo volentieri che avrebbe applaudito questa traduzione dalla chitarra a questo strumento. E in effetti la sonorità più vellutata, meno brillante, del liuto regala una nuova lettura dell’opera, il cui carattere insieme moderno e deliberatamente arcaico ne risulta accentuato. Fantastica idea, quindi, quella di giustapporre il XVI e il XVII secolo al XX, tanto più che Britten aveva già creato un ponte di grande bellezza. © SM/Qobuz