Il vostro carrello è vuoto

Sezioni :
Tutorials

Applicazione Qobuz, Korg iAudiogate e Hi-Res su iOS.

da Raffaele Cuccu |

Ascoltare Qobuz in streaming in Hi-Res o ancora leggere dei file Hi-Res su un iPhone induce alcuni appassionati a porsi e a porci delle domande, come nel caso di un lettore e abbonato di cui pubblichiamo la lettera, che sarà l’oggetto di questo articolo, al quale avevamo risposto in una precedente lettera su questo stesso argomento.


Salve,

Permettetemi di farvi una domanda complementare riguardo l’adattatore da Lightning a Jack per cuffie di Apple.

Nell’articolo qui di seguito https://www.qobuz.com/FR-fr/info/Hi-Res-Guide/Banchi di prova/Abbiamo-provato-l-adattatore178656 date questa indicazione:

«Essendo il chip di conversione compatibile con 24 bit a 192 kHz, è possibile ascoltare Qobuz in streaming in Hi-Res (se si dispone dell’abbonamento Sublime e si sono acquistati gli album) con la certezza che i file fino a 24 bit a 192 kHz saranno decodificati».

Dunque, con la configurazione seguente: iPhone X + l’adattatore da Lightning a Jack per cuffie di Apple + iAudiogate, quest’ultimo indica a proposito di un pezzo caricato sull’iPhone, a 24 bit e 96Khz che è letto a… 48Khz. Vedi copia in allegato.

Nell’iAudiogate non è possibile regolare la frequenza di campionamento (idem con Onkyo HF player).

Dunque, cosa bisogna capire?

Che il chip di conversione essendo compatibile con 24 bit a 192 kHz, è in grado di leggere questi file ma che l’adattatore limita da sé la frequenza restituita alle cuffie?

Perché, in questo caso, si passa dunque soltanto da 16 bit 44,1 Khz a 24 bit 48Khz. O sbaglio?

E, dunque, per andare oltre, bisogna utilizzare un DAC esterno più potente?

Bisogna notare che se si legge lo stesso file nel Qobuz iOs, quest’ultimo indica 24 bit 96Khz, ma non si tratterebbe forse soltanto dei dati tecnici del file letto e non di quelli restituiti in uscita?

Vi ringrazio anticipatamente per la risposta.

Cordiali Saluti.


La nostra risposta

Salve,

Come è stato da lei ricordato, nell’articolo c’è scritto:

«Essendo il chip di conversione compatibile con 24 bit a 192 kHz, è dunque possibile ascoltare Qobuz in streaming in Hi-Res (se si dispone dell'abbonamento Sublime e si sono acquistati gli album) con la certezza che i file fino a 24 bit a 192 kHz saranno decodificati».

Si tratta, come c’è scritto, di ascoltare Qobuz in streaming in Hi-Res, e in questo caso, l’applicazione Qobuz per iOS prende il controllo del connettore Lightning dell’iPhone o dell’iPad e trasmette dunque i file audio numerici fino a 24 bit a 192 kHz al DAC collegato al connettore Lightning.

Se questo DAC è un modello compatibile di una qualsiasi marca, sarà in grado di decodificare questi file nella loro modalità nativa. Tale aspetto è stato da noi verificato con molta cura durante lo sviluppo dell’applicazione, e abbiamo nuovamente verificato di recente con il nostro convertitore USB → S/PDIF S.M.S.L X-usb che tutte le campionature di 44,1 a 192 kHz fossero correttamente trasmesse nativamente dal connettore Lightning durante l’utilizzo dell’applicazione Qobuz.

Abbiamo inoltre letto diversi file Hi-Res con Qobuz offline (modalità locale) e questi ultimi sono stati letti nel loro campionamento originario (con una doppia verifica sul nostro S.M.S.L X-usb e sul nostro amplificatore Sony UDA-1 utilizzando l’ingresso S/PDIF coassiale). Non c’è dunque nessun problema con la nostra applicazione per iOS.

Resta il fatto che nel nostro articolo consacrato all’adattatore da Lightning a Jack per cuffie di Apple, avevamo realizzato diversi ascolti preliminari anche con l’applicazione Qobuz e con vari file in qualità CD (per quanto i link verso l’album dei Bee Gees contenessero tali informazioni), e che non abbiamo mai parlato, in nessun punto, dell’utilizzo di un’altra applicazione.

Quanto all’album Hi-Res che avevamo scelto per la sua differenza evidente di dinamica tra la versione CD a 16 bit a 44,1 kHz e la versione Hi-Res a 24 bit a 96 kHz, le righe citate dal nostro lettore, quelle successive, così come gli screenshot dell’applicazione Qobuz su iPad non lasciano adito a nessun dubbio per quanto riguarda l’approccio utilizzato.

Consideriamo ora gli screenshot del software iAudiogate Korg che ha allegato alla sua lettera e che pubblichiamo qui di seguito.

La prima mostra che la lettura di un file a 24 bit a 96 kHz (prima riga) si fa a 48 kHz (seconda riga).


E possiamo vedere nel secondo screenshot che l’impostazione del software iAudiogate non permette di scegliere la frequenza di campionamento e indica 48 kHz.


La spiegazione si trova sulla pagina del sito Korg consacrata a iAudiogate e possiamo leggerla sullo screenshot qui di seguito.


È possibile leggere quanto segue:

Supported file formats
WAV, BWF, AIFF, FLAC, ALAC (Apple Lossless), AAC, MP3 *compatible with 44.1kHz - 192kHz DSD (DSDIFF, DSF, WSD) * compatible with 2.8MHz, 5.6MHz, 11.2MHz
* Not compatible with files protected with DRM.
* The software converts sound to 44.1kHz or 48kHz when iPhone plays back independently.
* Compatible with DSD native playback with DoP.

Dunque, * The software converts sound to 44.1kHz or 48kHz when iPhone plays back independently.: il software converte l’audio in 44,1 kHz o 48 kHz quando l’iPhone funziona in maniera indipendente.

Dagli screenshot che lei ci ha inviato, risulterebbe dunque che iAudiogate non prende in considerazione la presenza dell’adattatore da Lightning a Jack per cuffie ciò che farebbe proprio, se le nostre orecchie non ci hanno ingannato, l’applicazione Qobuz.

Esistono alcuni prodotti audio certificati MFI (Made for iPhone/iPod/iPad) che rivendicano la compatibilità con Hi-Res, come le cuffie intra-auricolari Dodocool Hi-Res earphones.

Tuttavia, quando si leggono attentamente le spiegazioni, si scopre che dodocool Hi-Res Earphone for Lightning Devices enables you to enjoy 24-bit 48kHz high resolution audio files streamed from your iOS devices via the Lightning connector.

La Hi-Res è infatti limitata al campionamento a 24 bit a 48 kHz, mentre non è affatto impossibile che il file Hi-Res a 24 bit a 96 kHz che abbiamo ascoltato durante il nostro test dell’adattatore da Lightning a Jack per cuffie sia stato campionato di nuovo in 24 bit a 48 kHz, il che non cambierebbe nulla da un punto di vista della dinamica rispetto alla versione CD e ci avrebbe fatto pensare che la decodifica si facesse proprio in modalità nativa, non avendo nessun mezzo tecnico per verificare il campionamento con questo adattatore.

Ci sarebbe dunque proprio un doppio campionamento da parte del chip di interfaccia integrato all’adattatore da Lightning a Jack per cuffie, a differenza dei DAC Hi-Res di cui effettuiamo i test e che non sono MFI ma funzionano con il Camera Kit di Apple.

Traduzione - Flora Botta

***

Per seguire tutto ciò che succede su Qobuz, seguiteci su Facebook!
www.facebook.com/qobuz

Se siete costruttori, importatori, distributori o operatori nel settore della riproduzione sonora e desiderate contattarci, vi preghiamo di farlo all’indirizzo seguente: newstech@qobuz.com

Se siete appassionati della rubrica Hi-Fi Guide e desiderate contattarci, fatelo solo all’indirizzo seguente: rubriquehifi@qobuz.com