Il vostro carrello è vuoto

Sezioni :
Attualità

Two Door Cinema Club, ritorno alle origini

da Nicolas Magenham |

Con “Keep On Smiling”, gli irlandesi tornano all’oceano di entusiasmo che aveva contraddistinto il loro esordio, avvenuto 15 anni fa.

Messenger AD, l’intro strumentale di Keep On Smiling, il quinto album dei Two Door Cinema Club, suona come un brano da titoli di testa di un immaginario film di fantascienza retro futurista, in cui l’umanità si immerge in un oceano di felicità e ottimismo. Con il supporto di Jacknife Lee (Bloc Party, Taylor Swift) e Dan Grech Marguerat (Lana Del Rey, George Ezra), il trio nord-irlandese si dedica a una musica in cui la disco, il funk e l’electro si amalgamano alla perfezione.

 

 

Degni eredi di Nile Rodgers, i membri dei TDCC si dimostrano maestri delle ritmiche più energiche in brani come Blue Light, Wonderful Life, Feeling Strange e soprattutto Millionaire. La profusione di soluzioni strumentali che caratterizzano i brani di Keep On Smiling ricorda le scintille di un gioioso fuoco d’artificio destinato a smorzare la malinconia generale. Eppure, la maschera di felicità qua e là rivela qualche incrinatura, come nel ritornello in tonalità minore di Lucky.

 

 

Dietro il suo aspetto vivace, il brano rivela un tocco di malinconia: un modo per i TDCC di evidenziare i limiti della sistematica inclinazione alla positività. Troviamo anche un brano “slow & funky” (High), a dimostrazione dell’eclettismo della band. L’album si conclude facendo eco al suo inizio, con un brano strumentale scandito da una certa pace interiore (Messenger HD), seguito da un brano (Disappear) in cui il buonumore dei TDCC è affiancato da un lirismo che permette a Keep On Smiling di concludersi in bellezza. © Nicolas Magenham/QOBUZ



ASCOLTA "KEEP ON SMILING" DEI TWO DOOR CINEMA CLUB SU QOBUZ


Per seguire tutto quello che succede su Qobuz, seguiteci su Facebook!


Per saperne di più su questo argomento