Il vostro carrello è vuoto

Sezioni :
Attualità

Lo tsunami Wu-Lu!

da Marc Zisman |

Qobuzissime per “Loggerhead”, l’album completamente folle di Miles Romans-Hopcraft che fonde grunge, grime, drum’n’bass, hip-hop, metal e trip hop con intelligenza...

Oppressivo, stressante, aggressivo, abrasivo, spigoloso... Bisogna essere coraggiosi per entrare nell’universo di questo album, Loggerhead. L’esordio di Miles Romans-Hopcraft alias Wu-Lu non è fatto né di cotone né di velluto. E il fatto che esca per la Warp, un’etichetta con una politica editoriale molto netta, ci fa immaginare che le nostre orecchie, il nostro cervello e il nostro corpo non verranno trattati con dolcezza. Tuttavia, i primi fumosi minuti, che si muovono su un ritmo quasi onirico, non lasciano presagire lo tsunami che arriverà pochi secondi dopo...

 

 

Dal grunge (Times) al grime, dalla drum & bass (Facts, Blame) all’hip hop, dal metal al trip hop, Wu-Lu si dimostra capace di osare (quasi) tutto in questo suo primo lavoro. Ed opta soprattutto per la fusione totale di questi ingredienti, spesso opposti fra di loro. Chi segue il londinese di Brixton da diversi anni sa che su Ginga, il suo EP del 2015, scelse di puntare su un hip-hop strumentale e soul, lontano anni luce dal potente urlo di rabbia di questo Loggerhead...

 

 

Visceralmente immerso nella libertà della cultura skate, Wu-Lu è lo specchio perfetto di questa generazione di polistrumentisti britannici capaci di passare da un controller MPC a una batteria o a un vecchio synth vintage in uno schiocco di dita! O di collaborare con un rapper (Lex Amor su South), un violinista/produttore (le corde dell'incredibile Mica Levi su Calo Pasteune) o colleghi altrettanto inafferrabili (Morgan Simpson e Matt Kwasniewski-Kelvin della band Black Midi su diversi brani). Nessun pregiudizio, nessun limite!

 

 

Come è stato per i suoi venerati predecessori Flying Lotus, DJ Shadow, J Dilla o Madlib, ogni suono, ogni strumento, ogni beat è un materiale da impastare, da lavorare, da scolpire. Sculture sonore con testi che commentano le crisi globali, la gentrificazione, l’alienazione, il razzismo e praticamente ogni argomento fondamentalmente attuale. Loggerhead è complesso come il tempo in cui è stato concepito: il solido lavoro sperimentale di un artista proteiforme da seguire con attenzione assoluta. Un incredibile album che ha meritato un Qobuzissime. © Marc Zisman/Qobuz

 



ASCOLTA "LOGGERHEAD" DI WU-LU SU QOBUZ


Per seguire tutto quello che succede su Qobuz, seguiteci su Facebook!


Per saperne di più su questo argomento