Il vostro carrello è vuoto

Sezioni :
Attualità

L’anima dei Thee Sacred Souls

da Marc Zisman |

Uno straordinario album di debutto pieno di soul anni ‘60/’70 per il giovane trio californiano...

Fin dagli albori degli anni 2000, la Daptone è sempre stata un'etichetta devota al soul vintage, quello più visceralmente sincero e mai antiquato. Oggi brilla ancor di più grazie a questo primo album omonimo dei californiani Thee Sacred Souls. Alcuni singoli di questo trio di San Diego avevano fatto drizzare le orecchie agli amanti del groove old school, e l’album, nel suo complesso, ne è una felice conferma.

 

 

Grazie alla perfetta e sobria produzione di Gabriel “Bosco Mann” Roth, ovvero Mister Daptone in persona, il batterista Alex Garcia, il bassista Sal Samano e il cantante Josh Lane dispiegano le loro splendide canzoni d’amore costruite con precisione e cura, con qua e là degli innesti di fiati ben dosati, assaggi di chitarre leggere e cori di classe. Niente eccessi, niente effetti fantasiosi, ma solo l’essenziale, nelle melodie, nelle armonie vocali e nei testi.

 

 

Bastano pochi secondi per capire che ci troviamo nel territorio del Curtis Mayfield del periodo Impressions, dello Smokey Robinson dell’era Miracles, o in quello più contemporaneo di Durand Jones & the Indications. Un primo album raffinato, perfetto sia da ascoltare assieme alla persona amata sia come rimedio per una ferita d’amore! © Marc Zisman/Qobuz



ASCOLTA "THEE SACRED SOULS" DEI THEE SACRED SOULS SU QOBUZ


Per seguire tutto quello che succede su Qobuz, seguiteci su Facebook!


Per saperne di più su questo argomento