Il vostro carrello è vuoto

Sezioni :
Attualità

Kelsey Waldon, puro country

da Marc Zisman |

Con “No Regular Dog”, la cowgirl del Kentucky, sotto l’egida di John Prine, conferma di essere una delle nuove grandi voci della musica country contemporanea, per puristi, senza alcun additivo pop.

La country girl che sbaraglia tutto è Kelsey Waldon. Ad ogni suo album, è sempre più chiaro. Ingaggiata nel 2019 dalla Oh Boy Records, l’etichetta fondata dal compianto guru dell’americana, John Prine, la cantautrice originaria di Monkey’s Eyebrow, nelle profondità del Kentucky, traccia con il suo cuore e tutta la sua passione il solco di una musica country vecchio stile, senza edulcoranti o conservanti. Una musica country in cui contano solo le canzoni e la voce. Waldon è una di quelle musiciste che è stata cullata dalle melodie dei suoi illustri predecessori, come Keith Whitley, Patty Loveless, Ricky Skaggs, Loretta Lynn, Patsy Cline... È anche un’appassionata di musica soul - adora Nina Simone - e il suo mondo non è esclusivamente quello dei cowboy, dei camionisti in jeans o dei saloon in rovina. Un eclettismo che si poteva già assaporare nel suo mini-album del 2020, They’ll Never Keep Us Down, che raccoglieva alcune raffinate cover di Kris Kristofferson, Neil Young, Nina Simone, Dylan, John Prine e Hazel Jane Dickens.

 

 

Pubblicato nell’agosto del 2022, No Regular Dog non cambia le carte in tavola. Dietro la console, Shooter Jennings mette la sua firma su una produzione senza eccessi, anzi, piuttosto raffinata. In particolare, nel mettere in risalto la voce di Kelsey, qui più commovente che mai. Il figlio dell’illustre Waylon Jennings, che oltre a produrre il disco suona anche in alcuni brani, sa di cosa parla quando descrive la cantautrice come “un’artista di alto livello che sente una profonda responsabilità nei confronti della musica country, della salvaguardia della sua storia e della qualità del suo futuro”. Nell’auto-biografica Sweet Little Girl, Kelsey Waldon parla della malinconia e della depressione (I’m gonna drink myself drunk, I’m gonna get myself high, anything just to make the time pass by). In Season’s Ending, saluta il suo defunto maestro ed eroe, Prine. Invece, con History Repeats Itself ci regala un assaggio del suo amore per la musica soul dal sapore vintage...

 

 

No Regular Dog si conclude lasciandoci con una stretta al cuore e l’anima scossa. Kelsey Waldon è capace di creare delle canzoni magiche e toccanti su temi come l’amore infranto, la dipendenza, i malinconici ricordi d’infanzia e l’infelicità. “Spero che queste canzoni possano convivere con le persone e contribuire a rendere il mondo migliore, almeno un po’, perché credo che questa sia una parte importante del mio lavoro”. Ebbene, missione più che compiuta! © Marc Zisman/Qobuz

 



ASCOLTA "NO REGULAR DOG" DI KELSEY WALDON SU QOBUZ


Per seguire tutto quello che succede su Qobuz, seguiteci su Facebook!


 Leggere anche

Per saperne di più su questo argomento