Il vostro carrello è vuoto

Sezioni :
Attualità

Enrico Rava, cara libertà

da Marc Zisman |

All'età di 82 anni, il grande trombettista italiano ha pubblicato un live album che riassume la freschezza e la libertà tonale propria del suo particolarissimo jazz...

Registrato il 18 agosto 2019 sul palco del Middelheim Jazz Festival di Anversa, in Belgio, il live Edizione Speciale è un nuovo tour de force di Enrico Rava, il decano dei virtuosi transalpini. Tra le celebrazioni dei suoi 80 anni e quelle del mezzo secolo dell'etichetta ECM, di cui è un habitué fin dagli anni '70, il trombettista triestino è qui circondato dai fedeli membri del suo quartetto (Francesco Diodati alla chitarra, Gabriele Evangelista al contrabbasso ed Enrico Morello alla batteria) e da due supporter di spessore: il sassofonista Francesco Bearzatti e il pianista Giovanni Guidi. Tutti, ovviamente, fortemente ispirati dalla musica del maestro.

 

 

Ma la veste di “mentore” non fa da anestetico per questo jazz, che risuona così vivo in Edizione Speciale. C'è quell'entusiasmo, quella energia e la totale libertà tonale che sono sempre state la cifra filosofica di Enrico Rava. “Lascio loro molta libertà perché mi fido. Devo fidarmi di loro. Come loro devono fidarsi di me. E allora tutto è possibile.” Questo concerto del 2019 rappresenta proprio questo concetto: la libertà e la fiducia a vantaggio dello stile di Rava, che si traduce in un forte legame con la tradizione jazz (da New Orleans a Ornette Coleman) mescolato a un tocco personale che dà grande spazio alla melodia.

Senza dimenticare il repertorio classico e la musica popolare italiana, ma anche il Sud America (“La mia seconda casa”) con il tango e la musica brasiliana. Una menzione speciale va a Francesco Diodati, che con la sua chitarra elettrica aggiunge ancora più colore a questo bel torrente di note. © Marc Zisman/Qobuz



ASCOLTA "EDIZIONE SPECIALE" DI ENRICO RAVA SU QOBUZ


Per seguire tutto quello che succede su Qobuz, seguiteci su Facebook!


Per saperne di più su questo argomento