Categorie :

Yuya Wang e Gautier Capuçon, incontro romantico

La pianista cinese e il violoncellista francese affrontano le sonate di César Franck e Frédéric Chopin...

da François Hudry | Video del giorno | 27 dicembre 2019
Reagire

Giovani e belli, camminano a passo di conquista e con un’aria un po’ minacciosa, alla Bonnie & Clyde, sulla copertina di quest’album. Meno pericolosi della celebre coppia americana, Gautier Capuçon e Yuja Wang mostrano la stessa audacia e lo stesso temperamento. Avvezzi a suonare assieme, accendono la Sonata in La maggiore di César Franck nella famosa trascrizione del violoncellista Jules Delsart, approvata dal compositore stesso. Un’attenzione che ha voluto inserire quest’opera celeberrima nel repertorio di tutti i violoncellisti del mondo.

 Bisogna dire che la melanconia che ne scaturisce si addice perfettamente alle caratteristiche sonore di questo strumento. I due musicisti si assumono qualche rischio, dando alla loro interpretazione un soffio espressivo di un romanticismo appassionato e pienamente consapevole. Con un vibrato largo e generoso, Gautier Capuçon si tuffa nell’universo di Franck e in quello di Chopin con la complicità dello straordinario virtuosismo della cinese Yuja Wang, dalle dita che sembrano saltellare sulla tastiera di un pianoforte in fiamme.


Al romanticismo di fine secolo di Franck risponde il virtuosismo da salotto di Chopin nell’Introduzione e polacca brillante, Op. 3 composta nel 1829 prima di arrivare a Parigi, La versione che ci presentano i nostri due talenti fa venire voglia di ballare. Niente di tutto ciò accade, invece, con la Sonata in sol minore scritta dal compositore franco-polacco parecchio più tardi, verso la fine della sua breve vita.

 Ultima opera apparsa durante la sua vita, il brano si rivolge all’introspezione e risente della sua collaborazione e dell’amicizia con il violoncellista Auguste-Joseph Franchomme. Scritta nel 1848, la sonata sorprese parecchio i primi ascoltatori per la novità della sua scrittura. Illustre rappresentante della scuola francese del violoncello, di cui ha amplificato l’espressione della mano sinistra e perfezionato la tecnica dell’archetto, Franchomme trova in Gautier Capuçon uno dei suoi successori più degni. © François Hudry/Qobuz

 



ASCOLTA "SONATES DE FRANCK & CHOPIN " DI GAUTIER CAPUÇON & YUJA WANG SU QOBUZ


Per seguire tutto quello che succede su Qobuz, seguiteci su Facebook!

Le tue letture