Categorie :

Va tutto a gonfie vele per i Bombay Bicycle Club

Il quinto album in studio della band londinese è arrivato, dopo un gap di sei anni dal precedente e una battuta d'arresto che si è protratta tra il 2016 e il 2019.

da Clotilde Maréchal | Video del giorno | 19 febbraio 2020
Reagire

Nonostante i cinque anni di silenzio che hanno separato Everything Else Has Gone Wrong dal suo predecessore So Long, See You Tomorrow, la bellezza formale della musica pop caleidoscopica dei Bombay Bicycle Club è rimasta la stessa. Non c’è ombra di dubbio, questo quinto album ha proprio l'aura di un bozzolo accogliente, fresco, multicolore, con influenze da tutto il mondo.

La sensazione di calore e serenità si avverte in ogni aspetto del nuovo lavoro della band londinese, che talvolta è stata paragonata ai Vampire Weekend.



Fin dai loro esordi, i membri di Bombay Bicycle Club hanno sempre eccelso nel passare agevolmente da un genere all'altro, a proprio agio sia con il classico indie rock sia con la musica folk, lo psych pop e persino il synth pop.

Everything Else Has Gone Wrong, con i suoi cori serrati, una produzione sempre originale (il texano John Congleton, già collaboratore di St. Vincent, si trovava in studio con loro) e un perfetto mix di suoni elettronici e strumenti acustici - oltre alle armonie vocali magistralmente eseguite - è il culmine di quindici anni di esperienza di un gruppo che ad oggi è più importante di quanto si possa pensare. © Clotilde Maréchal/Qobuz





ASCOLTA "EVERYTHING ELSE HAS GONE WRONG" DI BOMBAY BICYCLE CLUB SU QOBUZ


Per seguire tutto quello che succede su Qobuz, seguiteci su Facebook!

Le tue letture