Sezioni :
Video del giorno

Tony Allen, bacchette magiche

da Marc Zisman |

Il grande batterista nigeriano è morto a Parigi all'età di 79 anni.

Non è stato Fela Kuti ad inventare l'Afrobeat. È stato il co-inventore. Senza Tony Allen, morto il 30 Aprile 2020 a Parigi all'età di 79 anni, questo genere musicale unico non avrebbe mai visto la luce. Sono stati gli anni a rendere giustizia al grande batterista nigeriano e alla sua importanza storica.

All'inizio degli anni Sessanta, il suo incontro con Fela, un grande appassionato di jazz come lui, dà vita ad un tandem atipico e a delle registrazioni dal groove singolare. Ma Tony Allen non era solo un batterista afrobeat. Il suo modo di suonare era un genere a sé stante, diverso da tutti gli altri. Un tocco che avrebbe ispirato orde di altri batteristi jazz, rock e pop, e che avrebbe spinto un numero impressionante di artisti a chiedergli di prestare la sua opera per una canzone o un album.

 

 

Da Ray Lema ad Archie Shepp, passando per Susheela Raman, Jeff Mills, Sébastien Tellier, Damon Albarn, Charlotte Gainsbourg, Air, Manu Dibango, Zap Mama, Ray Lema o Flavia Coelho, ce ne sono molti, molti altri che sono caduti sotto l'incantesimo del suo groove ipnotico, vorticoso e palpitante.

 

 

Con il suo stile poliritmico, elastico e molto personale, lo stregone del Lagos ha sempre messo la stessa passione ed energia nella sua musica, che si trattasse di jazz, afrobeat, soul, blues o pop psichedelico. © Marc Zisman/Qobuz



ASCOLTA TONY ALLEN SU QOBUZ


ASCOLTA LA NOSTRA PLAYLIST TONY ALLEN


Per seguire tutto quello che succede su Qobuz, seguiteci su Facebook!