Sezioni :
Video del giorno

Sofia Portanet, passione anni '80

da Marc Zisman |

Qobuzissime per il primo album della cantante tedesca ossessionata dagli anni '80 e dalla new wave e il synth pop di quel periodo!

Bastano pochi secondi di Freier Geist di Sofia Portanet per trasformare il 2020 nel 1980. Nonostante sia nata alla fine del 1989 e non abbia mai vissuto quell'epoca, l'album di debutto della cantante tedesca (vincitore di un Qobuzissime) instilla nuova linfa vitale alla Neue Deutsche Welle.

Gli anni '80 sono stati un periodo in cui Nina Hagen ha regnato - con tanta energia e un po' di follia - sulla new wave e sul post-punk europeo, mentre i Kraftwerk stavano ampliando notevolmente il loro pubblico. Era un'epoca caratterizzata dai ritmi marziali dei D.A.F., dai deliri romantici di Kate Bush, Toyah e Lene Lovich e dallo stravagante pop di Falco e Rita Mitsouko. Tutti questi artisti sono cari a Sofia Portanet, artista nata a Kiev, cresciuta a Parigi e che ora vive a Berlino.

 

 

Canta brillantemente in tedesco come in inglese e francese, e trova ispirazione anche in quelle grandi voci che hanno mescolato cinema, teatro e cabaret, come Ingrid Caven e Hildegard Knef. In sintesi, l'incantevole Freier Geist è l'equilibrio perfetto tra la nostalgia degli anni '80 (anche senza averli vissuti) e i bagliori della modernità. Ma è soprattutto la potenza che caratterizza la musica di Sofia Portanet a renderla così affascinante. © Marc Zisman/Qobuz

 



ASCOLTA "FREIER GEIST" DI SOFIA PORTANET SU QOBUZ


Per seguire tutto quello che succede su Qobuz, seguiteci su Facebook!