Sandrine Piau e la mélodie francese

Nel suo album "Si j'ai l'aimé", la grande soprano presenta un bellissimo recital di mélodies del XIX e XX secolo

da François Hudry | Video del giorno | 10 giugno 2019
Reagire
Qobuz

Sandrine Piau e i musicisti de Le Concert de la Loge con i loro strumenti d’epoca ci invitano a una passeggiata straordinaria nel cuore della melodia francese romantica. Conosciuta all’inizio della sua carriera come interprete prediletta del canto barocco, Sandrine Piau rivela di essere cresciuta fin dalla giovinezza con la musica francese dei secoli XIXesimo e XXesimo, quando sognava di diventare arpista.

È dunque in questa occasione che il Palazzetto Bru Zane, coproduttore dell’album insieme all’etichetta Alpha Classics le propone un ritorno alle origini.

La maggior parte dei brani sono vere e proprie scoperte, come quei modelli squisiti di Massenet, Pierné, Dubois, Godard o Guilmant.

Che bella idea quella di aver inserito tra queste melodie anche un vero e proprio gioiellino come Aux étoiles, il breve notturno strumentale che Henri Duparc scrisse nel 1910. Quasi cieco, il compositore ne aveva dettato l’orchestrazione al giovanissimo Ernest Ansermet che l’aveva creato poco dopo quando si trovava alla direzione dell’Orchestra del Kursaal di Montreux.

Liberatesi dal solito accompagnamento al pianoforte, queste melodie assumono qui una grazia tutta particolare nel loro ornamento orchestrale, grazie alla direzione aerea e diafana di Julien Chauvin. © François Hudry/Qobuz



ASCOLTA SI J'AI AIMÉ DI SANDRINE PIAU SU QOBUZ


Per seguire tutto quello che succede su Qobuz, seguiteci su Facebook!

Le tue letture