Omer Klein sul mare

Con "Radio Mediterran", il pianista israeliano scrive la sua lettera d'amore al Mediterraneo ...

da Max Dembo | Video del giorno | 04 aprile 2019
Reagire
Qobuz

Con il suo dono narrativo unico e la sua precisione armonica impeccabile, Omer Klein fa soprattutto scintille in questo trio. Come spesso nei suoi colleghi compatrioti, la semantica del jazz incontra quella delle musiche folkloristiche. Il pianista israeliano installato in Germania può soprattutto passare da una certa forma di malinconia romantica a un groove a un swing robusto e quasi funky. Allievo di Danilo Pérez e patrocinato da John Zorn, scrive con il giustamente intitolato Radio Mediteran una sorta di lettera d’amore al Mediterraneo.

Con l’ausilio della sua fedele ritmica composta da Haggai Cohen Milo al contrabbasso e Amir Bresler alla batteria, immerge le sue composizioni originali in sonorità provenienti dalla Tunisia, dalla Bulgaria, dalla Turchia, dal Medio Oriente, dalla Libia, dal Marocco e dal altri paesi del Mediterraneo. «Io e il mio gruppo abbiamo un rapporto molto personale con il Mediterraneo perché siamo tutti cresciuti vicino a questo mare. Dopo i concerti, io, Haggai e Amir ascoltiamo spesso la musica in albergo. Quella proveniente dal Nord Africa, dai Balcani, dal mondo arabo. Questa constatazione è stata il punto di partenza di questo disco».

Senza regole e fuori dagli schemi, Radio Mediteran non è ciò malgrado un’opera folklorica. «Non volevo imitare quella musica, ma cercare di farla mia e di dargli un nuovo contesto personale al fine di creare, spero, un nuovo genere». Laddove i tre uomini vincono la loro scommessa, è nella loro capacità di far capire che esistono molte più cose che legano fra loro gli uomini di quante non li dividano.

«È il mio messaggio politico, insiste Omer Klein. La nostra storia ci dimostra che le molteplici culture mediterranee ci hanno influenzato in modo positivo e ci hanno arricchiti». Integrando alcuni sintetizzatori analogici ma anche percussioni, il suo trio aggiunge un elemento pop nella sua musica. Il jazz suonato dai musicisti di questa generazione abbatte sempre più frontiere senza per questo tagliare totalmente i ponti con una certa tradizione. Con questa filosofia in mente, Radio Mediteran è un vero successo. © Max Dembo/Qobuz






ASCOLTA RADIO MEDITERAN DI OMER KLEIN SU QOBUZ


Per seguire tutto quello che succede su Qobuz, seguiteci su Facebook!

Le tue letture