Il vostro carrello è vuoto

Sezioni :
Video del giorno

Nick Mason si guarda indietro

da Smaël Bouaici |

Con “Live at the Roundhouse”, il batterista dei Pink Floyd rivisita il repertorio dei primi anni della sua mitica band...

Stanco di aspettare una telefonata da David Gilmour o Roger Waters per una possibile reunion dei Pink Floyd, il batterista Nick Mason, l'unico membro ad aver suonato su tutti gli album della band, ha lanciato nel 2018 il progetto Saucerful Of Secrets, che prende il nome dal secondo album della band inglese, che avevano allontanato il cantante Syd Barrett durante la registrazione.

Il concept: divertirsi ripercorrendo i successi del primo periodo dei Floyd, una sorta di “tribute band” a cinque stelle. Accompagnato dal chitarrista Gary Kemp del gruppo inglese Spandau Ballet e Guy Pratt (che aveva preso il posto di Waters) al basso e alla voce, Mason è partito per un importante tour internazionale per “catturare lo spirito” dei Pink Floyd prima dell'album The Dark Side of the Moon.

 

 

Tappa obbligatoria del tour: The Roundhouse, splendida location londinese dove la band inglese ha tenuto i mitici concerti del 1967 e 1971. Ed è lì che nel Maggio 2019 è stato registrato il recente Live at the Roundhouse.

 

 

Questo doppio album è davvero grandioso, Nick Mason e la sua band non lesinano sui lunghi passaggi ultra-psichedelici dell'incipit Interstellar Overdrive, seguiti in modo naturale da Astronomy Domine, un altro brano di Barrett, il cui fantasma aleggia su un disco che delizierà tutti gli ossessionati dei Pink Floyd ed entusiasmerà i viaggiatori di passaggio. © Smaël Bouaici/Qobuz

 



ASCOLTA "LIVE AT THE ROUNDHOUSE" DI NICK MASON'S SAUCERFUL OF SECRETS SU QOBUZ


Per seguire tutto quello che succede su Qobuz, seguiteci su Facebook!