Manu Katché, re del groove

Jazz, funk, soul, world, pop, rap, blues, electro, un album a 360º del batterista delle più grandi star...

da Clotilde Maréchal | Video del giorno | 28 febbraio 2019
Reagire
Qobuz

Il groove in ogni suo aspetto, Manu Katché lo conosce sulla punta delle sue bacchette. In quartetto (con Jérôme Regard al basso, Patrick Manoug alla chitarra e Jim Henderson alle tastiere), il virtuoso che ha accompagnato musicisti di tutto il mondo, da Sting a Jean-Jacques Goldman, da Peter Gabriel a Francis Cabrel, mette la batteria al centro di questo album elettro carnale e celeste.

Un concentrato di ritmi che variano di genere (jazz, funk, soul, world, pop, hip hop, blues, elettronica) per meglio abbattere le frontiere. Su The ScOpe che sceglie l’Africa come filo conduttore musicale sottile, Manu Katché invita perfino Faada Freddy (Vice), Jazzy Bazz (Paris Me Manque) e Jonatha Brooke (Let Love Rule), giusto per rendere la sua sbandata ancora più folle e eclettica. © Clotilde Maréchal/Qobuz



ASCOLTA THE SCOPE DI MANU KATCHÉ SU QOBUZ


Per seguire tutto quello che succede su Qobuz, seguiteci su Facebook!

Le tue letture