Il vostro carrello è vuoto

Sezioni :
Video del giorno

Liraz, la voce della libertà

da Benjamin MiNiMuM |

Con il suo potente secondo album, la cantante star della serie TV “Téhéran”, consolida musicalmente i legami tra Iran e Israele ...

Attrice e cantante ebrea, figlia di genitori iraniani, Liraz Charhi abbraccia con orgoglio e coraggio le sue origini conflittuali. Vivendo a Tel Aviv, non ha esitato a indossare il burqa per il videoclip della sua cover di Love Me Like You Do, la canzone principale dell'adattamento cinematografico di Cinquanta sfumature di grigio.

Popolare a Teheran, canta (in lingua farsi, il primo idioma dell'Iran) la sua visione della donna, forte e libera, controcorrente rispetto alla concezione prestabilita. Si ispira all'approccio della diva pop iraniana Googoush, la cui popolarità è durata decenni, nonostante sia stata marginalizzata dal regime islamista. Liraz attinge la sua ispirazione anche dall'eredità del rock iraniano dei primi anni ‘70, che ha contaminato la musica tradizionale persiana con la psichedelia.

 

 

Il pop globale di Liraz, con le sue melodie avvolte da groove e spezie elettroniche, con strumenti tradizionali elettrificati suonati da musicisti iraniani coperti dall'anonimato, gioca un ruolo importante nella cultura globale. Non c'è dubbio che i giovani di Teheran, così come quelli di Tel Aviv o Los Angeles, si riconoscano in quelle note.

 

 

Zan, il suo secondo album, ha musica a sufficienza per continuare a danzare fino all'alba: il momento ideale per assaporare Lalei, l'ultimo e sublime brano tradizionale, dove - su un tappeto di droni e in contrappunto al vibrante lamento di un liuto persiano - il canto di Liraz sale fino a raggiungere un'estasi poetica struggente. © Benjamin MiNiMuM/Qobuz

 



ASCOLTA "ZAN" DI LIRAZ SU QOBUZ


Per seguire tutto quello che succede su Qobuz, seguiteci su Facebook!


Per saperne di più su questo argomento