Categorie :

Kandace Springs, l'ereditiera jazz’n’soul

Con il suo terzo album, la cantante americana rende omaggio a tutte coloro che l'hanno influenzata, da Norah Jones a Sade, passando per Ella Fitzgerald, Lauryn Hill, Roberta Flack o Billie Holiday...

da Clotilde Maréchal | Video del giorno | 03 aprile 2020
Reagire

Prince, il suo mentore, disse che la sua voce poteva sciogliere la neve. Un dono che Kandace Springs utilizza appieno su The Women Who Raised Me, il terzo album della cantante che, senza fare troppo rumore, si sta affermando ogni giorno di più nella vasta famiglia di cantanti jazz'n'soul contemporanei.

Come suggerisce il titolo (“le donne che mi hanno allevato”), la nativa di Nashville trapiantata a New York rende omaggio a tutte coloro che l'hanno influenzata e ispirata, da Ella Fitzgerald a Roberta Flack, passando per Astrud Gilberto, Lauryn Hill, Billie Holiday, Diana Krall, Carmen McRae, Bonnie Raitt, Sade, Nina Simone, Dusty Springfield e soprattutto Norah Jones, uno dei suoi idoli, presente su un brano (Angel Eyes).

 

 

Prodotto (come Soul Eyes, il suo album di debutto del 2016) dall'esperto di produzione ultra-patinata Larry Klein, The Women Who Raised Me include anche i sassofonisti David Sanborn (I Put a Spell on You) e Chris Potter (Gentle Rain e Solitude), il trombettista Avishai Cohen (I Can't Make You Love Me e Pearls), il contrabbassista Christian McBride (Devil May Care) e la flautista Elena Pinderhughes (Ex-Factor e Killing Me Softly With His Song).

Questi virtuosi aggiungono una raffinatezza in più a questo disco di cover finemente selezionate. Menzione speciale a Pearls di Sade, impreziosita da un Avishai Cohen più felino che mai, e a Ex-Factor di Lauryn Hill.

 

 

Questo album conferma anche il talento di Kandace Springs come strumentista, a suo agio sia al pianoforte che al Fender Rhodes. Una virtuosa dalla mano leggera accompagnata da un trio mai troppo loquace, composto da Steve Cardenas alla chitarra, Scott Colley al basso e Clarence Penn alla batteria. È questo oceano di sfumature e di sapienti dosaggi che rende queste cover, cantate con sensualità ma soprattutto sicurezza, così affascinanti. © Clotilde Maréchal/Qobuz




ASCOLTA "THE WOMEN WHO RAISED ME" DI KANDACE SPRINGS SU QOBUZ


Per seguire tutto quello che succede su Qobuz, seguiteci su Facebook!

Le tue letture