In esclusiva, il nuovo video di Marianne Faithfull

Con "Born to live", Queen Marianne rende omaggio ad Anita Pallenberg, sua complice scomparsa nel 2017. Qobuz vi offre questo video-clip realizzato da Jojn Maybury in esclusiva...

da Marc Zisman | Video del giorno | 01 aprile 2019
Reagire
Qobuz

Al centro del suo album Negative Capability uscito nel novembre scorso, Marianne Faithfull aveva inserito una superba canzone diversa dalle altre: Born to Live. Una meraviglia scritta in omaggio alla sua amica Anita Pallenberg, scomparsa a giugno del 2017, e di cui Qobuz propone in anteprima esclusiva il videoclip realizzato da John Maybury. Un video che mette insieme immagini personali e inedite delle due amiche, donne e madri.

«Ho scritto questa canzone poco tempo dopo il decesso di Anita, racconta Marianne Faithfull. Ero ancora sotto shock a causa di questa perdita e tuttora ho difficoltà a superare il dolore della sua assenza dopo la nostra lunga amicizia, talmente unica, durata 54 anni. Abbiamo attraversato insieme la storia del rock, i tumulti delle nostre vite sentimentali e siamo sempre state presenti l’una per l’altra. Ho voluto rendere omaggio alla nostra amicizia eccezionale servendomi di immagini tratte dai nostri archivi personali, ricordi di un viaggio che facemmo alla fine degli anni ’60 in Sudamerica… Anita mi ha sempre colpito sia per il suo modo di vivere che per il modo in cui se n’è andata. Ciò che resta da fare in realtà, è accettarlo, rilassarsi, lasciarsi andare perché si ha la fortuna di essere amate e circondate da persone che amiamo. È quello che è successo a Anita. La morte può essere pacifica, bella e piena di grazia. Non c’è da aver così tanta paura».



In occasione dell’uscita di Negative CapabilityMarianne Faithfull riceveva Qobuz da lei, nella sua casa parigina, per evocare il suo nuovo disco e ricordare alcuni episodi del passato e del presente: 



ASCOLTA NEGATIVE CAPABILITY DI MARIANNE FAITHFULL SU QOBUZ


Per seguire tutto quello che succede su Qobuz, seguiteci su Facebook!

Le tue letture