Sezioni :
Video del giorno

Il confinamento secondo Brad Mehldau

da Marc Zisman |

Con “Suite: April 2020”, il grande pianista jazz pubblica a sorpresa uno splendido album, concepito durante il confinamento...

La pandemia, il confinamento e il distanziamento fisico sono il punto di partenza e di arrivo del nuovo album per pianoforte solista che Brad Mehldau non aveva certo pianificato di registrare o pubblicare. L'impatto di questa situazione così unica arriva a toccare anche i titoli delle composizioni di Suite: April 2020 (waking up, stepping outside, keeping distance, stopping, listening: hearing, remembering before all this, uncertainty, the day moves by…) e anche la copertina del disco, che contiene un testo scritto dalla mano del compositore, come una tabella di marcia, l'esplicazione di un esercizio che può sembrare stancante, ma che in realtà è molto affascinante.

Affascinante anche nelle note del suo pianoforte, più essenziali ed eleganti del solito. Come se ogni nota, attentamente soppesata, mettesse in discussione anche la propria ragion d'essere. Questa atmosfera dona alle improvvisazioni di Mehldau una semplicità inedita, come una verginità surrealista. Senza dubbio, la semplicità di essersi ritrovato, come mai prima d'ora, assieme alla sua famiglia nelle faccende e nei piaceri fondamentali della vita quotidiana, come spiega sul testo in copertina.

 

 

E per concludere questa parentesi, che sembra quasi un cammino interiore,Mehldau ci regala queste tre cover: Don’t Let It Bring You Down di Neil Young, una canzone che per lui fungeva regolarmente da luce guida; New York State of Mind di Billy Joel, una lettera d'amore alla Grande Mela che ha sofferto molto durante l'epidemia e che lui considera la sua casa anche se non ci vive più; e la classica Look for the Silver Lining, che chiude in maniera rassicurante, calorosa e piena di speranza questa sequenza di brani, durante la quale il pianeta ha smesso di girare. O quasi. © Marc Zisman/Qobuz



ASCOLTA "SUITE: APRIL 2020" DI BRAD MEHLDAU SU QOBUZ


Per seguire tutto quello che succede su Qobuz, seguiteci su Facebook!