Categorie :

Gli amici di Sheryl Crow

Nel suo nuovo album, "Threads", la cantante fa il pieno di duetti con figure come Keith Richards, Chuck D., Willie Nelson o Eric Clapton...

da Max Dembo | Video del giorno | 17 ottobre 2019
Reagire

Con il suo dream-team di collaborazioni, Sheryl Crow ha fatto di Threads un album assolutamente impressionante. Un casting a d’eccezione meravigliosamente eclettico.

Da Keith Richards dei Rolling Stones al Public Enemy Chuck D., Willie Nelson, St. Vincent, Sting, Emmylou Harris, Lucius, Mavis Staples, Stevie Nicks, James Taylor, Jason Isbell e persino il suo ex, Eric Clapton, la cantante americana oltrepassa i confini stilistici e generazionali, evidenziando la sua identità musicale multicolore.



Nel corso dei suoi dieci album precedenti, Sheryl Crow ha fatto uno slalom tra rock, pop, country, country, blues e soul, senza mai fermarsi. È il caso di Threads, anche se l'atmosfera generale rimane radicata in un rock piuttosto classico. Quando arrivò in cima alle classifiche nei primi anni ’90, questo suo classicismo si distinse già dai contemporanei come Nirvana, Beck e The Smashing Pumpkins...



Crow ha scritto la maggior parte delle canzoni di questo disco, oltre ad aggiungere alcune cover eccezionalmente gustose al mix (Beware of Darkness di George Harrison, Everything is Broken di Bob Dylan, The Worst dei Rolling Stones e Border Lord di Kris Kristofferson).

La sua prosa è più introspettiva che mai, e assume un tono quasi confessionale.

Forse questo ha qualcosa a che fare con la sua recente dichiarazione: Threads sarà il suo ultimo disco! Mentre aspettiamo di scoprire se mai cambierà idea, Sheryl Crow firma il suo lavoro più denso, all'età di 57 anni. © Max Dembo / Qobuz



ASCOLTA THREADS DI SHERYL CROW SU QOBUZ


Per seguire tutto quello che succede su Qobuz, seguiteci su Facebook!

Le tue letture