Sezioni :
Video del giorno

Drake, con il pilota automatico

da Brice Miclet |

Con “Dark Lane Demo Tapes”, il rapper canadese presenta un mixtape con Future, Young Thug, Chris Brown, Giveon, Playboi Cartri, Fivio Foreign et Sosa Geek...

Il decennio 2010 è stato senza dubbio il decennio di Drake: ha dominato nell'immaginario pop, nelle vendite e nell'impatto. L'attesa di vedere in che modo avrebbe affrontato il 2020 era grande. Con Dark Lane Demo Tapes, il suo ultimo mixtape dopo More Life (uscito tre anni prima, e tra i due, l'album Scorpion), l'obiettivo del nativo di Toronto è chiaro: raccontare un certo romanticismo rivolgendosi direttamente all'ascoltatore, invitando altri pesi massimi (Future, Playboi Carti o Chris Brown), e portando a casa qualche punto in più.

Ci sono poche sorprese in questo nuovo progetto, ma diciamocelo, non ce ne dovevano essere per forza. Drake sta viaggiando con il pilota automatico, e questa nuova uscita è un regalo per i suoi fan. Nonostante brani riusciti come Time Flies, o la drill production di Demons (con uno dei grandi nomi odierni del genere, Fivio Foreign), Dark Lane Demo Tapes non farà cambiare opinione su Drake, che sia positiva o negativa.

 

 

Drake ha fatto una scelta forte: invece di elaborare una serie di canzoni complesse, ha deciso di concatenare una sequenza di parti strumentali e di cantarci sopra. Dopotutto si tratta di un mixtape e non di un album, è questa è la differenza. Ma attraverso questo classico formato è più facile sfruttare appieno le produzioni più squisitamente rap.

Non sorprende quindi che i brani più straordinari, da War a Desires (con Future) a D4L (con Young Thug e ancora una volta Future), siano i meno cantati. Aspettiamo il prossimo album! © Brice Miclet/Qobuz

 



ASCOLTA "DARK LANE DEMO TAPES" DI DRAKE SU QOBUZ


Per seguire tutto quello che succede su Qobuz, seguiteci su Facebook!