Sezioni :
Video del giorno

C'era una volta Lisa Batiashvili...

da François Hudry |

Con “City Lights”, la grande violinista georgiana racconta la storia di un viaggio musicale di città in città...

Gli album tematici sono popolari tra molti musicisti classici, che sembrano soffocare sotto il peso del loro universo pieno di capolavori intimidatori. Con il suo nuovo album City Lights, pubblicato dalla Deutsche Grammophon, la violinista Lisa Batiashvili ci invita a seguirla in un viaggio autobiografico che descrive musicalmente i luoghi e i ricordi importanti della sua vita e della sua carriera, dalla nativa Georgia a Parigi, Berlino, Buenos Aires e Hollywood.

Con i romantici arrangiamenti di Nikoloz Rachveli e con il sottofondo degli effetti sonori da film nostalgici, la virtuosa violinista rende omaggio a Charlie Chaplin e alle musiche da lui composte o utilizzate per i suoi film, a partire da City Lights (Luci della città), che dà il titolo all'intero album. “Chaplin era molto popolare in Georgia quand'ero bambina”, racconta Lisa Batiashvili. “Era davvero talentuoso, non solo recitava e dirigeva film, ma componeva della musica davvero bella. Per me, rappresenta la bellezza e l'immaginazione creativa del XX secolo.

 

 

La personalissima selezione musicale di City Lights spazia dalla musica di Bach all'immancabile Astor Piazzolla, passando per Johann Strauss, Michel Legrand e molti altri. Tra i partner di Batiashvili ci sono la cantante e compatriota georgiana Katie Melua, il chitarrista montenegrino Miloš Karadaglić e il trombettista jazz tedesco Till Brönner. © François Hudry/Qobuz

 



ASCOLTA "CITY LIGHTS" DI LISA BATIASHVILI SU QOBUZ


Per seguire tutto quello che succede su Qobuz, seguiteci su Facebook!