Bill Frisell eThomas Morgan, corde magiche

Il chitarrista ed il contrabbassista americano firmano un altro grande album per la ECM...

da Marc Zisman | Video del giorno | 22 aprile 2019
Reagire
Qobuz

Due anni dopo Small Town, Bill Frisell e Thomas Morgan si ritrovano di nuovo insieme giusto il tempo di un album sempre tanto intimista e dal repertorio eclettico che va dal Great American Songbook (Kern & Hammerstein, Pomus & Shuman) al jazz puro (Paul Motian, Thelonious Monk) passando da Hollywood (il tema di James Bond Si vive solo due volte di John Barry).

A contatto con il raffinato contrabbassista di 30 anni più giovane di lui, il chitarrista offre il suo lato più jazz. Bill Frisell ha spesso esplorato stili diversi ma Epistrophy, registrato dal vivo sulla scena newyorkese del mitico Village Vanguard nel marzo 2016 come Small Town, lo riporta a una forma di classicismo che fa risaltare più del solito il suo modo di suonare unico.

Ma più di tutto, l’americano non abusa mai dei suoi effetti, e quando si diverte un po’ troppo con il riverbero lo fa sempre per meglio adattarsi alla composizione o all’improvvisazione. Grazie al suo modo di suonare variopinto e impressionista, questo maestro dello spazio e dei silenzi libera le note con parsimonia, integrando davvero nella sua musica la linea di basso del suo complice anch’egli altamente ispirato. Alla fine, un disco di una grande bellezza. © Marc Zisman/Qobuz



ASCOLTA EPISTROPHY DI BILL FRISELL & THOMAS MORGAN SU QOBUZ


Per seguire tutto quello che succede su Qobuz, seguiteci su Facebook!

Le tue letture