Categorie :

Benjamin Bernheim, un tenore d'oro

Per il suo brillante album d'esordio per l'etichetta gialla, la Deutsche Grammophon, uno dei migliori tenori della nuova generazione interpreta grandi arie dalle opere di Gounod, Massenet, Donizetti, Tchaïkovski, Verdi e Puccini...

da François Hudry | Video del giorno | 10 gennaio 2020
Reagire

Da diversi anni, il giovane tenore franco-svizzero Benjamin Bernheim è diventato un beniamino del pubblico in tutti i grandi palcoscenici del mondo. Probabilmente grazie alle sue origini francesi, ha la dizione perfetta di un Georges Thill e la potenza vocale di un Roberto Alagna, ai quali viene spesso paragonato. Mentre il lato elvetico dona a Bernheim la classe, la modestia e la semplicità di stile di un Ernst Haefliger o di un Éric Tappy.

Appena apposta la firma su un contratto esclusivo con la Deutsche Grammophon, ha debuttato con successo con questo album, dove presenta i ruoli che sta interpretando a Covent Garden, Zurigo, Milano, Vienna, Chicago e Parigi. Dopo aver ricevuto il plauso della critica per la qualità delle sue interpretazioni, nel 2018 Benjamin Bernheim ha donato al pubblico francese la versione originale del 1859 del Faust di Gounod, in un concerto al Théâtre des Champs-Elysées con la direzione di Christophe Rousset.





Senza bruciare le tappe, si è preso il suo tempo, si è dedicato pazientemente a lavorare sui suoi ruoli come membro della troupe dell'Opera di Zurigo, lavorando di cesello sulla dimensione psicologica dei suoi personaggi come farebbe un attore. La bellezza del suo timbro naturale si combina con la sua perfetta dizione in questo primo recital, dove alterna la canzone francese (Massenet, Gounod, Godard, Berlioz), l'opera italiana (Donizetti, Verdi, Puccini) e il repertorio russo (la famosa aria di Lenski nell'Eugenio Onegin di Tchaikovsky).





Questa registrazione è stata realizzata con l'Orchestra PKF di Praga, sotto la direzione di Emmanuel Villaume e nella generosa acustica della Smetana Hall, in due sessioni nel 2017 e nel 2018. © François Hudry/Qobuz



ASCOLTA L'ALBUM DI BENJAMIN BERNHEIM SU QOBUZ


Per seguire tutto quello che succede su Qobuz, seguiteci su Facebook!

Le tue letture