Essendo collegato a Facebook, l'articolo che stai leggendo può essere condiviso dopo 10 secondi di lettura. Puoi configurarlo nelle tue impostazioni dei servizi esterni .
Buona lettura !

Beggars Banquet, festino rock in Hi-Res

Per celebrare i suoi 50 anni, il capolavoro dei Rolling Stones è stato rimasterizzato a 24 bit...

da Marc Zisman | Video del giorno | 03 dicembre 2018
Reagire
Qobuz

Visto che loro sono immarcescibili e che i fan sono insaziabili, che la festa continui! Anche se i Primo aldi successo per i Rolling Stones tra il 1968 e il 1972, Beggars Banquet è un vero e proprio festino rock’n’roll. Forse uno dei più grandi della storia del genere! Fin dalle prime misure sciamaniche di Sympathy For The Devil, è chiaro che Mick Jagger e Keith Richards radunano tutti i demoni della loro musica diabolica e essenziale. Il blues, la violenza, il rhythm’n’blues, il sesso, il country, la musica africana, la rivolta, il soul, la droga, la lussuria, non manca nulla all’appello di quest’orgia elettrica, dalla prosa satanica e cruda, e trasportata da chitarre stregate e da una ritmica minimalista.

Grondante di note blues (Parachute Woman) o completamente spoglia (Prodigal Son et Factory Girl). Il rock non è mai stato così tanto velenoso e affascinante (Street Fighting Man) come in questo album. Richards, armi alla mano, lancia raffiche di riff di chitarra demenziali mentre Jagger canta con una potenza e una sincerità inedite.

Gli Stones continuano su questo ritmo con altri tre capolavori: Let It Bleed, Sticky Fingers e Exile On Main Street. © Marc Zisman/Qobuz







ASCOLTA BEGGARS BANQUET DI LES ROLLING STONES SU QOBUZ


Per seguire tutto quello che succede su Qobuz, seguiteci su Facebook!

Le tue letture