Sezioni :

Avishai Cohen, la forza della narrazione

Con la sua band Big Vicious, il trombettista israeliano miscela l'elettronica e la classica con il suo jazz, rivisitando anche "Teardrop" dei Massive Attack!

da Marc Zisman | Video del giorno | 08 aprile 2020
Reagire

Dopo un debutto introspettivo per l'etichetta ECM, Avishai Cohen cambia registro con la sua band Big Vicious. Una band dal cast singolare perché riunisce due batterie (suonate da Aviv Cohen e Ziv Ravitz), un basso elettrico (di Yonatan Albalak) e una chitarra (opera di Uzi Ramirez) assieme alla tromba dell'israeliano.

Questo quintetto, nato con il jazz, è cresciuto con altre mille sonorità nelle vene. Da qui è scaturito un assemblaggio di intrecci sonori provenienti dalla musica elettronica, dal rock, dalla classica, dal pop e dal trip - hop.

Sonorità molto distanti tra loro, come quelle di Massive Attack e Beethoven, due nomi le cui opere vengono rivisitate da Big Vicious (Teardrop e la Sonata al chiaro di luna).

 

 

A volte sembra che Avishai Cohen vesta i panni dei suoi predecessori Jon Hassell e Don Ellis, ma soprattutto, eclissa la sua aura di leader in modo da far procedere il quintetto come una sola entità.

Sono l'omogeneità e l'atmosfera sonora di Big Vicious a rendere originale l'insieme. E sia che si tratti di composizioni ricche di volteggi (Intent), o uptempo (King Kutner) o decisamente sperimentali (Fractals), tutte condividono la stessa forza narrativa. © Marc Zisman/Qobuz

 

 

L'anno scorso, in occasione dell'uscita di Playing the Room, che aveva registrato in duo con il suo vecchio complice pianista Yonathan Avishai, Avishai Cohen si è raccontato durante un'intervista One Cover One Word per Qobuz, giocando sulle sue influenze e ispirazioni, che permettono di capire meglio il suo DNA musicale.

 

 

Infine, nel 2017 si è esibito nella magica cornice dell'Abbazia di Epau vicino a Le Mans, per l'Europa Jazz Festival, assieme a Nasheet Waits alla batteria, Yonathan Avishai al pianoforte e Yoni Zelnik al contrabbasso. In quell'occasione, Avishai Cohen è tornato per Qobuz sulla genesi del suo album Cross My Palm With Silver e ha permesso di assistere a qualche istante di prova pre-concerto da una posizione privilegiata. Un'esperienza musicale immersiva catturata a 360° con l'aiuto della telecamera OZO+ di Nokia:

 




ASCOLTA "BIG VICIOUS" DI AVISHAI COHEN SU QOBUZ


Per seguire tutto quello che succede su Qobuz, seguiteci su Facebook!

Le tue letture