Categorie :

Gli album

CD13,99 €

Bossa nova e musica brasiliana  - Uscito il 01 gennaio 2014 | EMI Music Brasil Ltda

Riconoscimenti La discoteca ideale Qobuz
CD8,99 €

Bossa nova e musica brasiliana  - Uscito il 20 agosto 2012 | Frémeaux & associés

Riconoscimenti La discoteca ideale Qobuz
CD11,49 €

Bossa nova e musica brasiliana  - Uscito il 26 novembre 2010 | Rhino - Warner Records

Riconoscimenti La discoteca ideale Qobuz
CD14,49 €

Bossa nova e musica brasiliana  - Uscito il 08 gennaio 1999 | Ariola

Riconoscimenti La discoteca ideale Qobuz
Uscito nel 1999, Na Pressão (Sotto Pressione) è un disco chiave nella carriera di Lenine e simbolo del passaggio riuscito della mpb (música popular brasileira) nel nuovo millennio. Questo musicista originario di Recife è il successore naturale di Chico Science, leader, scomparso nel 1997, del gruppo Nação Zumbi, iniziatore del movimento mango beat che raccomandava e praticava la commistione tra eredità culturale e modernità. Sul suo secondo album da solista, Lenine fa una sintesi perfetta tra ingredienti e influenze eteroclite e consapevoli che costituiscono la sua grammatica di compositore. Tradizioni rurali del Pernambouc, musiche urbane internazionali (rock, hip-hop o elettropop), ballate languide ereditate dalla bossanova o collages sostenuti dai ricordi del movimento Tropicalia, tutto si intreccia o si sussegue in un flusso inatteso ed eccitante. Vent’anni dopo, le composizioni risultano indistruttibili, l’interpretazione e gli arrangiamenti non stonano mai e la produzione che giustappone con intelligenza suoni acustici e effetti digitali non è per nulla invecchiata. Un classico postmoderno che non poteva scaturire da nessun altro paese se non dal Brasile, dove si riesce a riciclare così bene le influenze esterne, senza perdere la propria identità. © BM/Qobuz
CD8,49 €

Bossa nova e musica brasiliana  - Uscito il 01 gennaio 1999 | Philips

Riconoscimenti La discoteca ideale Qobuz
CD14,49 €

Bossa nova e musica brasiliana  - Uscito il 26 febbraio 1977 | RCA Records Label

Riconoscimenti La discoteca ideale Qobuz
Angenor de Oliveira detto Cartola è un monumento della musica brasiliana. Pur essendo co-fondatore a Rio, nel 1928, della prestigiosa scuola di samba Estação Primeira de Mangueira, per la quale ha scritto numerosi classici, ha passato gran parte della sua vita a lavorare nell’anonimato. Nonostante abbia scritto, negli anni ’30, dei successi per la star internazionale Carmen Miranda o il crooner Francisco Alves, Cartola ha passato più tempo a lavorare come muratore o lavavetri che sotto i riflettori. Era scomparso dalla scena musicale fino a quando, nel 1950, un giornalista lo riconosce per strada e lo rimette sulla carreggiata della vita musicale. Il compositore fa un salto di qualità e ritrova l’amore. La canzone Nós Dois, qui presente, è stata composta in occasione del suo matrimonio con la cantante Dona Zica. Con lei, Cartola apre una casa di samba, la Zicartola, che diventa, agli inizio degli anni ’60, uno dei rifugi preferiti dei giovani compositori della bossa nova. La discografia di Cartola comincia a costituirsi solo a partire dal 1974, quando il musicista di samba ha 65 anni. Verde Que Te Quero Rosa è il suo terzo album e, tra romanticismo nostalgico e punte di rimo puro, presenta un florilegio di canzoni tenere, musiche di samba dolci e irresistibilmente commoventi. Il suo titolo è un omaggio ai colori che aveva scelto per rappresentare la Mangueira, il verde e il rosa che vestono ancora la celebre scuola. Spesso, gli si faceva notare che quei due colori non stavano bene insieme ma la sua risposta era impareggiabile: il verde simboleggia la speranza e il rosa l’amore. Due valori che gli hanno portato, senza dubbio, fortuna. © BM/Qobuz
CD13,99 €

Bossa nova e musica brasiliana  - Uscito il 01 gennaio 1971 | Philips

Riconoscimenti La discoteca ideale Qobuz
Nel 1971, quando registra l’album Constução, Chico Buarque ha appena trascorso 18 mesi in esilio in Italia a causa della dittatura. È di rientro in Brasile dove i militari sono ancora al potere. La censura è attiva e passa al vaglio tutte le canzoni diffuse. Per non rischiare il divieto, Buarque, che non ha nessunissima intenzione di edulcorare il suo discorso, si serve di metafore e di figure retoriche per descrivere lo stato d’animo dei suoi contemporanei di fronte alla marcia forzata che il governo ha fatto subire loro. Così il titolo della canzone, orchestrato in modo geniale dell'arrangiatore di punta del movimento Tropicalia, Rogerio Duprat, descrive la giornata di un operaio edile che lascia la sua famiglia per lavorare nella costruzione di un edificio nel quale troverà la morte. La scena viene ripetuta tre volte con leggere variazioni che sottolineano l’alienazione della classe operaia. Altrove, i testi raffinati descrivono i sentimenti oscuri che l’epoca ha fatto nascere. Alle qualità letterarie si aggiungono i successi melodici e orchestrali di quest’opera capitale. Modernista, ma fondamentalmente brasiliano, Chico Buarque utilizza la samba, la canzone romantica o la bossa nova con eleganza. In questo periodo, ha sviluppato delle fruttuose relazioni lavorative di co-composizioni con Tom Jobim e Vinicius de Moraes e ne lascia qui alcuni dei frutti, destinati a diventare dei classici della canzone brasiliana come Olha Maria o Samba de Orly. Ma quelle composizioni in solitaria non hanno da reggere il paragone con il resto e, grazie alla produzione minuziosa di Roberto Menescal, ogni pezzo si articola con scioltezza, e questo insieme crea un’opera indispensabile e di grande ispirazione © BM/Qobuz
CD13,99 €

Bossa nova e musica brasiliana  - Uscito il 01 gennaio 1967 | Philips

Riconoscimenti La discoteca ideale Qobuz
CD14,49 €

Bossa nova e musica brasiliana  - Uscito il 17 giugno 1965 | RCA Records Label

Riconoscimenti La discoteca ideale Qobuz

Genere

Bossa nova e musica brasiliana nella rivista
  • 
Chick Corea ritorna al jazz latino
    
Chick Corea ritorna al jazz latino Con la sua Spanish Heart Band, che include Niño Josele e Jorge Pardo, il grande pianista americano torna ad immergersi in quelle arie latine che gli sono sempre state così care...