Il vostro carrello è vuoto

Categorie :

Gli album

HI-RES14,99 €
CD9,99 €

World music - Uscito il 12 novembre 2020 | Golden Child Entertainment Ltd

Hi-Res Riconoscimenti Pitchfork: Best New Music
CD8,99 €

Jazz - Uscito il 31 ottobre 2020 | International Anthem

Riconoscimenti Pitchfork: Best New Music
HI-RES17,49 €
CD13,99 €

Folk - Uscito il 23 ottobre 2020 | 4AD

Hi-Res Riconoscimenti 4F de Télérama - Pitchfork: Best New Music
CD13,99 €

Folk - Uscito il 23 ottobre 2020 | 4AD

Riconoscimenti 4F de Télérama - Pitchfork: Best New Music
HI-RES14,49 €
CD11,49 €

Musica alternativa e indie - Uscito il 22 ottobre 2020 | 4AD

Hi-Res Riconoscimenti 4F de Télérama - Pitchfork: Best New Music
HI-RES48,99 €
CD41,99 €

Rock - Uscito il 09 ottobre 2020 | Rhino - Warner Records

Hi-Res Riconoscimenti Pitchfork: Best New Music
HI-RES14,99 €
CD9,99 €

Rock - Uscito il 09 ottobre 2020 | Epitaph

Hi-Res Riconoscimenti Pitchfork: Best New Music
HI-RES13,49 €
CD8,99 €

Musica alternativa e indie - Uscito il 02 ottobre 2020 | Memory Music

Hi-Res Riconoscimenti Pitchfork: Best New Music
HI-RES14,99 €
CD9,99 €

Musica alternativa e indie - Uscito il 22 settembre 2020 | Anti - Epitaph

Hi-Res Riconoscimenti Pitchfork: Best New Music
CD12,39 €

Jazz - Uscito il 28 agosto 2020 | EONE CANADA

Riconoscimenti Pitchfork: Best New Music
HI-RES19,49 €
CD13,99 €

Jazz - Uscito il 21 agosto 2020 | Concord Jazz

Hi-Res Riconoscimenti Pitchfork: Best New Music - Qobuzissime
Al momento dell'uscita del suo primo vero album da solista, Nubya Garcia era già sommersa da infinite lodi, premi, progetti e collaborazioni multiple. La ventinovenne londinese è indubbiamente diventata una delle protagoniste principali della nuova scena jazz inglese, e la musica del suo sassofono, colorata e ben articolata, si è già fatta notare su numerosi album, come quelli di Nérija e Maisha, o su due terzi dell'emblematica We Out Here (2018), compilation dell'etichetta Brownswood di Gilles Peterson, che riunisce i nomi più importanti di questa generazione. E assieme ad alcuni di questi protagonisti ha registrato Source. Affincata da musicisti del calibro di Joe Armon-Jones (tastiere), Daniel Casimir (basso) e Sam Jones (batteria), Garcia si è assicurata di essere ben equipaggiata per portare la sua musica ben oltre i confini del jazz contemporaneo, e oltre quelli del Regno Unito. Come spesso accade con i musicisti locali di oggi, sono le sonorità caraibiche, africane e persino urbane a colorare i ritmi e le melodie. Una fusion che è spesso presente negli album jazz made in UK, ma alla quale lei conferisce il suo tocco speciale. L'influenza di Herbie Hancock (periodo Headhunters/primo periodo Columbia Records) non è di certo lontana (Inner Game, The Message Continues). Una sensazione amplificata dal funky di Joe Armon-Jones, mago dell'organo e del synth.Ma Nubya Garcia è affamata di altri suoni e paesaggi. Su Source, la title track , il dub è chiaramente uno di questi. Su Together is a Beautiful Place To Be, rivela una delicata sensualità soul e R&B. Stand With Each Other è avvolta da ritmi nyabinghi. Quanto a La cumbia me está llamando, il titolo non lascia dubbi sulle sue influenze... Tutte le sequenze disegnano il ritratto di una donna saldamente ancorata al suo tempo. Una musicista in armonia con le sue radici e la sua storia personale, che pone il senso della collettività al centro delle sue riflessioni. A tal fine, ha invitato Richie Sievwright, Cassie Kinoshi e Sheila Maurice-Grey della band Kokoroko; i colombiani di La Perla (La cumbia me está llamando); e la cantante di Chicago Akenya Seymour (Boundless Beings). Con questo album Qobuzissime, Nubya Garcia riesce a spingersi oltre, abbatendo i muri che cercano di rinchiudere il jazz in una sorta di ghetto. © Marc Zisman/Qobuz
HI-RES18,49 €
CD12,49 €

Musica alternativa e indie - Uscito il 17 luglio 2020 | Fire Talk

Hi-Res Riconoscimenti Pitchfork: Best New Music
HI-RES11,99 €
CD7,99 €

Elettronica - Uscito il 10 luglio 2020 | Ninja Tune

Hi-Res Riconoscimenti Pitchfork: Best New Music
Bastano pochi secondi di Healing Is A Miracle per capire che stiamo entrando in un album di Julianna Barwick nello stesso modo in cui entreremmo in un monastero. Per questa musicista originaria della Louisiana, che dopo 15 anni passati a Brooklyn dal 2016 vive a Los Angeles, il sogno è ovunque! Tessiture sonore, infinite sovrapposizioni, loop e pattern ripetitivi immersi in nubi di echi e riverberi ondeggiano intorno alla sua affascinante voce che, pur non somigliando timbricamente a quella di Liz Fraser dei Cocteau Twins, ne possiede la stessa grazia. Come una seduta di musica ipnotica, sospesa in un sogno infinito. Non è una sorpresa che la Barwick abbia lavorato con i Sigur Rós… Infatti, Jónsi della band islandese è presente su In Light. Il produttore californiano Nosaj Thing (su Nod) e l’arpista Mary Lattimore (su Oh, Memory) sono gli altri due ospiti di questo quarto album, che, come i suoi predecessori, possiede un’atmosfera che sta a metà tra la new age e l’ambient. Su Healing Is A Miracle il tempo resta come sospeso. E noi con esso. © Marc Zisman/Qobuz
HI-RES19,49 €
CD13,99 €

Musica alternativa e indie - Uscito il 26 giugno 2020 | Polydor Records

Hi-Res Riconoscimenti Pitchfork: Best New Music
HI-RES19,49 €
CD13,99 €

Pop - Uscito il 26 giugno 2020 | Virgin EMI

Hi-Res Riconoscimenti Pitchfork: Best New Music
HI-RES18,99 €
CD15,99 €

Rock - Uscito il 19 giugno 2020 | Columbia

Hi-Res Riconoscimenti 4F de Télérama - Pitchfork: Best New Music
HI-RES14,99 €
CD9,99 €

Musica alternativa e indie - Uscito il 18 giugno 2020 | Dead Oceans

Hi-Res Riconoscimenti Pitchfork: Best New Music
Phoebe Bridgers, venticinquenne californiana, conferma con il suo secondo album tutti i giudizi positivi che avevamo su di lei, grazie ad una sensibilissima vena indie folk tinta di psichedelia. Punisher, il brano che dà il titolo all’album, è un vibrante omaggio a Elliott Smith, grande cantautore e figura di culto della scena indie-folk...In questa canzone troviamo l’atmosfera malinconica dei sobborghi americani, attraverso le parole ricche di doppi sensi di Bridgers: “When the speed kicks in, I go to the store for nothing, and walk right by the house where you lived with Snow White…”. A proposito di Smith, Phoebe Bridgers dice: “Se incontro qualcuno a cui non piace Elliott Smith, temo che probabilmente non avremo niente di cui parlare...”. Il resto di Punisher mantiene quel tono, proprio a fior di pelle. E quando una canzone ci suona più gioiosa, o la percepiamo almeno come allegra, il testo appare ancora più carico di una tristezza, trattenuta ma tenace. Come in Chinese Satellite, dove Bridgers cerca nella notte buia delle stelle che non ci sono, e finisce per fissare il cielo, senza provare la minima sensazione... Questo album è una lunga passeggiata notturna per i vicoli bui della città, anchese c’è sempre una luce che brilla in lontananza. È la luce della voce di Bridgers, una voce (e una luce) che dà forza. © Yan Céh/Qobuz
CD9,99 €

Hip-Hop/Rap - Uscito il 05 giugno 2020 | Drakeo The Ruler

Riconoscimenti Pitchfork: Best New Music
HI-RES14,49 €
CD12,49 €

Hip-Hop/Rap - Uscito il 03 giugno 2020 | BMG Rights Management (US) LLC

Hi-Res Riconoscimenti Pitchfork: Best New Music
Ricordiamo che nel 2013 abbiamo accolto con un certo stupore l’alleanza tra El-P – portavoce del rap indipendente newyorkese (con Company Flow, e anche come solista e alla guida dell’etichetta Definitive Jux) – e Killer Mike, un solido street-rapper di Atlanta salito alla ribalta con gli Outkast. 7 anni e 3 album in comune più tardi sotto il nome di Run The Jewels, è ormai chiaro che il duo sia diventato non solo inseparabile (e quasi esclusivo), ma anche una band essenziale nel panorama rap contemporaneo.Su RTJ4, i due quarantenni continuano a portare la fiaccola di un rap di un rap combattivo ed impegnato, ereditato dai Public Enemy. Ma se l’influenza della Bomb Squad, che si poteva percepire già nelle loro prime produzioni a metà degli anni ’90, è ora più palpabile che mai, è in quest’album che El-P innesca la sua rivoluzione sonora e dà fuoco a tutte le polveri: campionando il gruppo post-punk Gang of Four (con the ground below), sottolineando i ritmi dub (in holy calamafuck, coprodotto da Dave Sitek di TV On The Radio), registrando il sassofonista nativo americano Cochemea (su a few words for the firing squad (radiation)) e riunendo personalità diverse come Pharell Williams, Zack de la Rocha, Josh Homme, Mavis Staples e DJ Premier.Volubili, ma senza mai perdersi in chiacchiere, i due rapper si completano a vicenda – nei loro timbri, nel loro flow e nella loro scrittura – in modo impressionante. El-P ha conservato un gusto e un talento per le rime labirintiche dall’epoca d’oro del rap indie, e Killer Mike, che nel mondo civile è diventato una delle voci principali della sinistra americana al fianco di Bernie Sanders, è riuscito nell’impresa di rimettere il contenuto sociale nel cuore del rap. Pubblicato nel bel mezzo della rivolta popolare negli Stati Uniti dopo la morte di George Floyd, questo RTJ4 è come un’autopsia in tempo reale – davvero agghiacciante – dell’America di Trump. © Damien Besançon/Qobuz
HI-RES17,49 €
CD13,99 €

Musica alternativa e indie - Uscito il 15 maggio 2020 | Matador

Hi-Res Riconoscimenti Pitchfork: Best New Music
All’inizio, Mike Hadreas – alias Perfume Genius – fu tacciato di essere il cugino/cugina di Anohni/Antony Hegarty (Antony & The Johnsons). Ma, album dopo album, divenne presto chiaro che l’universo dell’americano era molto più complesso di quello frettolosamente ipotizzato... Nel 2014, Too Bright (coprodotto da Adrian Utley dei Portishead) offriva un caleidoscopio di sequenze minimaliste electro (cupe come quelle dei Suicide), sonorità lussureggianti e ballate alla R.E.M. Tre anni dopo, No Shape ha confermato quell’eclettismo molto personale, musicalmente androgino, come un Bowie 2.0. Per Set My Heart on Fire Immediately, Perfume Genius dice di essere stato influenzato dal suo lavoro con la coreografa Kate Wallich. Delle riflessioni in cui il suo corpo entrava in conflitto con la danza. “Al punto che la danza ha fatto esplodere questa separazione tra il mio lavoro e il resto del mondo.” Queste considerazioni gli hanno soprattutto fatto rivedere il suo modo di scrivere, ormai più ancorato alla realtà e alla vita quotidiana delle persone reali e influenzato da artisti diversi come Townes Van Zandt, Enya e i Cocteau Twins! Diversi come è diverso questo quinto album, che alterna senza preavviso ballate quasi barocche a sequenze di rumori. Anche la voce di Perfume Genius passa attraverso tutti i colori dell’arcobaleno, dal falsetto angelico al lamento gutturale. Violoncello, glockenspiel, Wurlitzer, sassofono e harmonium danno corpo alla tavolozza sonora di questo Set My Heart on Fire Immediately, un album tanto inafferrabile quanto meraviglioso. © Max Dembo/Qobuz