Categorie :

Gli album

HI-RES16,49 €
CD10,99 €

Quatuors - Uscito il 06 settembre 2019 | Alpha

Hi-Res Libretto Riconoscimenti 5 de Diapason
HI-RES14,99 €
CD9,99 €

Piano solo - Uscito il 10 maggio 2019 | Oehms Classics

Hi-Res Libretto Riconoscimenti 5 de Diapason
HI-RES16,99 €
CD10,99 €

Symphonies - Uscito il 03 maggio 2019 | Challenge Classics

Hi-Res Libretto Riconoscimenti 5 de Diapason
HI-RES26,99 €
CD19,49 €

Piano solo - Uscito il 12 aprile 2019 | ECM New Series

Hi-Res Libretto Riconoscimenti 5 de Diapason - Gramophone Editor's Choice - 5 Sterne Fono Forum Klassik
Non basta usare uno strumento d’epoca per realizzare una buona interpretazione, bisogna soprattutto essere all’altezza del proposito. Quando un pianista della statura di András Schiff si impossessa dello splendido Brodmann viennese utilizzato per questa registrazione, pubblicato dalla leggendaria etichetta ECM, si compie un miracolo: è la combinazione tra il pensiero e la musica al sommo grado. Abbiamo raramente assaporato fino a questo punto ogni inflessione del pensiero intimo di Schubert. La dolcezza dell’attacco e dell’inimitabile legato prodotto al contempo dal pianista e dallo strumento svedese danno alle sonate D. 958 e D. 959 un’indicibile nostalgia. Ma la rivolta incombe e András Schiff ci conduce con fermezza sull’orlo dell’abisso. Le sonorità di cristallo utilizzate nello Scherzo della Sonata D. 959 regalano tutta la magia del canto dell’arpista antico molto spesso rappresentato dai romantici tedeschi. Quest’esplorazione della musica produce meraviglie anche negli Impromptus D. 899 e nei tre Klavierstücke D. 946 che regalano un contrappunto espressivo diverso della profondità insondabile delle sonate. Quest’album è come la rivelazione di un universo sonoro nuovo che si apre sotto le dita tanto ispirate di András Schiff. © François Hudry/Qobuz
HI-RES29,99 €
CD19,99 €

Piano solo - Uscito il 05 aprile 2019 | BIS

Hi-Res Libretto Riconoscimenti 5 de Diapason
HI-RES16,49 €
CD10,99 €

Musique de chambre - Uscito il 05 aprile 2019 | Alpha

Hi-Res Libretto Riconoscimenti 5 de Diapason - 5 Sterne Fono Forum Klassik
HI-RES15,99 €
CD11,49 €

Quatuors - Uscito il 11 gennaio 2019 | Mirare

Hi-Res Libretto Riconoscimenti 5 de Diapason - Choc de Classica
CD9,99 €

Lieder (Allemagne) - Uscito il 09 novembre 2018 | Orfeo

Libretto Riconoscimenti 5 de Diapason - 5 Sterne Fono Forum Klassik
CD9,99 €

Divers - Uscito il 01 novembre 2018 | Etcetera

Riconoscimenti 5 de Diapason
HI-RES14,99 €
CD9,99 €

Lieder (Allemagne) - Uscito il 05 ottobre 2018 | Challenge Classics

Hi-Res Libretto Riconoscimenti 5 de Diapason
CD5,99 €

Piano solo - Uscito il 28 settembre 2018 | Cascavelle

Riconoscimenti 5 de Diapason
HI-RES16,49 €
CD10,99 €

Musique vocale (profane et sacrée) - Uscito il 21 settembre 2018 | Alpha

Hi-Res Libretto Riconoscimenti 5 de Diapason - 5 Sterne Fono Forum Klassik
HI-RES16,49 €
CD10,99 €

Lieder (Allemagne) - Uscito il 21 settembre 2018 | Supraphon a.s.

Hi-Res Libretto Riconoscimenti 5 de Diapason
HI-RES17,49 €
CD12,49 €

Musique de chambre - Uscito il 18 maggio 2018 | harmonia mundi

Hi-Res Libretto Riconoscimenti 5 de Diapason - Choc de Classica
Con la sua ora piena d’orologio, l’Ottetto in fa maggiore è una delle opere più lunghe del repertorio di musica da camera. Consumato dalla malattia, Schubert s’ispira, come espressamente richiesto nella commissione ricevuta dall’intendente dell’arciduca Rodolfo, al Settimino op. 20 di Beethoven, la cui fama irritava profondamente il suo autore. Regna nell’Ottetto di Schubert una certa gioia di vivere, attraversata, come sempre nel compositore, da accenti talvolta disperati (il richiamo del corno nel primo movimento, l’oscillazione elegiaca dell’Adagio).Per rispondere a quella precisa richiesta, egli usa la stessa strumentazione, aumentata di un secondo violino, e riprende lo stesso ordine dei movimenti e lo stesso schema tonale del modello beethoveniano. Ma Schubert, pur calandosi in quello stampo per compiacere i suoi committenti, scrive un’opera molto personale che lo condurrà, per sua stessa ammissione, verso la grande forma sinfonica che si materializzerà poco più tardi con la sua Nona sinfonia in do maggiore.Isabelle Faust e i suoi amici passano anch’essi dal riso alle lacrime, alternando gli umori con grande complicità, e non si fanno problemi a mettere talvolta a nudo questa musica sublime, senza ricorrere all’artificio di un vibrato o di un eccesso espressivo. Un’interpretazione che rispecchia la fragilità dell’esistenza. © François Hudry/Qobuz
HI-RES14,99 €
CD9,99 €

Piano solo - Uscito il 06 aprile 2018 | Chandos

Hi-Res Libretto Riconoscimenti 5 de Diapason
Completata la bella integrale delle opere di Brahms per la stessa Chandos, integrale caldamente raccomandata (più soddisfacente di quelle di Plowright per BIS e Geoffrey Couteau per La Dolce Volta), il pianista Barry Douglas prosegue le sue avventure fonografiche con Schubert. Questo terzo volume su Schubert raggruppa la prima delle ultime tre sonate, quella in do minore, D. 958, in passato uno dei cavalli di battaglia di Svjatoslav Richter, che ne incarnava completamente il carattere sperimentale, l’afflato allucinato. Il gesto di Douglas è perfettamente equilibrato, di grande naturalezza, ed offre una visione scevra di follia, ma non priva di lirismo, che può talvolta ricordare quella di un Wilhelm Kempff o di una Ingrid Haebler. Secondo corpus di spessore, i 6 Momenti musicali, D. 780, difesi da Barry Douglas in tempi piuttosto trattenuti (n. 4) per metterne in rilievo tutte le ricchezze polifoniche e la struttura generale. Qui, a volte, ci si avvicina in modo singolare a Brahms… Da non perdere. © Théodore Grantet/Qobuz
CD24,99 €

Musique symphonique - Uscito il 01 gennaio 1952 | Universal Music Australia Pty. Ltd.

Riconoscimenti 5 de Diapason
HI-RES16,99 €
CD10,99 €

Musique de chambre - Uscito il 09 febbraio 2018 | EPR-Classic

Hi-Res Libretto Riconoscimenti 5 de Diapason
Il violoncellista Pieter Wispelwey e il pianista Paulo Giacometti hanno deciso d’incidere, in sei album, l’integrale dei duo di Brahms e Schubert. In altre parole, pezzi scritti per strumento e pianoforte, in cui lo strumento in questione può essere il violoncello, ma anche il violino, la viola ecc. Infatti, è mai possibile per un violoncellista virtuoso non volersi cimentare nei repertori che in origine non gli sono necessariamente destinati, quando sappiamo che i compositori stessi non si facevano problemi a trascrivere le proprie opere (o ad autorizzarne la trascrizione)? Ecco dunque il quarto volume di questa collezione, che ha come cardini centrali la Sonata op. 78 di Brahms, inizialmente concepita per violino e in sol maggiore, qui trascritta in re maggiore da Paul Klengel nel 1897, e la Prima sonata op. 120, originariamente per clarinetto, dello stesso Brahms. Di quest’ultima sappiamo che il compositore l’aveva trascritta egli stesso per viola, ed è sulla base di questa trascrizione che Pieter Wispelwey ha redatto la propria riscrittura, molto vicina alla parte di viola, della quale ha solo trasposto all’ottava inferiore alcuni passi scomodamente acuti. A mo’ di ouverture, si potranno ascoltare il Rondò in si minore di Schubert (1826), in origine scritto per violino e pianoforte, qui abbassato di un’ottava (talvolta due) per il violoncello, senza peraltro che questo modifichi alcunché della percezione armonica. © SM/Qobuz
HI-RES14,99 €
CD9,99 €

Symphonies - Uscito il 01 dicembre 2017 | Phi

Hi-Res Libretto Riconoscimenti 5 de Diapason
HI-RES15,99 €
CD13,49 €

Duos - Uscito il 17 novembre 2017 | Warner Classics

Hi-Res Libretto Riconoscimenti 5 de Diapason - 5 Sterne Fono Forum Klassik
HI-RES18,99 €
CD15,99 €

Piano solo - Uscito il 27 ottobre 2017 | Sony Classical

Hi-Res Libretto Riconoscimenti 5 de Diapason - Choc de Classica - 5 Sterne Fono Forum Klassik - 5 Sterne Fono Forum Jazz