Categorie:
Carrello 0

Il tuo carrello è vuoto

Tedi Papavrami - Saint-Saëns - Chausson - Ysaÿe

Mes favoris

Cet élément a bien été ajouté / retiré de vos favoris.

Saint-Saëns - Chausson - Ysaÿe

Tedi Papavrami, violon - Orchestre Philharmonique de Liège - François-Xavier Roth

Libretto digitale

Streaming illimitato

Ascolta subito questo album in alta qualità sulle nostre app

Goditi questo album sulle app Qobuz con il tuo abbonamento

Download digitale

Seleziona la qualità audio

Per avere diritto a questo prezzo, abbonati a Sublime+

Lingua disponibile: inglese

The elevation of the violin to celebrity status in the music of 19th century France and Belgium owes its thanks to the unique inspiration generated between composers and performing virtuosos. This aeon disc shows one such connection with the Introduction & Rondo capriccioso and Third Violin Concerto of Saint-Saëns who wrote for the great Spanish violinist Pablo de Sarasate as well as the "Poème" of Ernest Chausson. Chausson dedicated his work to the legendary artist Eugène Ysaÿe, whose Poème élégiaque is also on the program. Characterized by equal parts fiery virtuosity and sensual lyricism, all of the works on this program tend to be crowd favorites and an ideal way for a violinist to showcase both his/her technical and musical skills. Violinist Tedi Papavrami does just that. Accompanied by the Orchestre Philharmonique de Liège Wallonie Bruxelles under François-Xavier Roth, Papavrami strikes an ideal balance between seduction and precision, never sappy, never rigid. His tone is warm and enveloping from the open G string to the heights of the E string. Vibrato is intense but not overdone, as is rubato. Papavrami technical skills are also more than ample to dazzle his audiences. The orchestra, whose parts in all of these works is almost entirely accompanimental, provides a sensitive, well-balanced backdrop for Papavrami.

Maggiori informazioni

Saint-Saëns - Chausson - Ysaÿe

Tedi Papavrami

launch qobuz app Ho già scaricato Qobuz per Windows/MacOS Apri

download qobuz app Non ho ancora scaricato Qobuz per Windows/MacOS Scarica l'app Qobuz
Ascolta sul Webplayer

Copia il seguente link per condividerlo

Al momento stai ascoltando degli estratti.

Ascolta oltre 40 milioni di brani con un abbonamento streaming illimitato.

Ascolta questo album e oltre 40 milioni di brani con i gli abbonamenti di streaming illimitato.

1
Introduction & Rondo capriccioso in A Minor, Op. 28 00:08:45

Tedi Papavrami, Performer - Orchestre Philharmonique de Liège Wallonie Bruxelles, Performer - François-Xavier Roth, Performer - Camille Saint-Saëns, Composer

2010 Aeon 2010 Aeon

2
Poème for Violin and Orchestra in E-Flat Major, Op. 25 00:15:25

Tedi Papavrami, Performer - Orchestre Philharmonique de Liège Wallonie Bruxelles, Performer - François-Xavier Roth, Performer - Ernest Chausson, Composer

2010 Aeon 2010 Aeon

3
Poème élégiaque for Violin and Orchestra in D Minor, Op. 12 00:14:13

Tedi Papavrami, Performer - Orchestre Philharmonique de Liège Wallonie Bruxelles, Performer - François-Xavier Roth, Performer - Eugène Ysaÿe, Composer

2010 Aeon 2010 Aeon

Concerto No. 3 for Violin and Orchestra in B Minor, Op. 61 (Camille Saint-Saëns)

4
Allegro non troppo 00:09:17

Tedi Papavrami, Performer - Orchestre Philharmonique de Liège Wallonie Bruxelles, Performer - François-Xavier Roth, Performer - Camille Saint-Saëns, Composer

2010 Aeon 2010 Aeon

5
Andantino quasi allegretto 00:07:57

Tedi Papavrami, Performer - Orchestre Philharmonique de Liège Wallonie Bruxelles, Performer - François-Xavier Roth, Performer - Camille Saint-Saëns, Composer

2010 Aeon 2010 Aeon

6
Molto moderato e maestoso 00:11:34

Tedi Papavrami, Performer - Orchestre Philharmonique de Liège Wallonie Bruxelles, Performer - François-Xavier Roth, Performer - Camille Saint-Saëns, Composer

2010 Aeon 2010 Aeon

Descrizione dell'album

The elevation of the violin to celebrity status in the music of 19th century France and Belgium owes its thanks to the unique inspiration generated between composers and performing virtuosos. This aeon disc shows one such connection with the Introduction & Rondo capriccioso and Third Violin Concerto of Saint-Saëns who wrote for the great Spanish violinist Pablo de Sarasate as well as the "Poème" of Ernest Chausson. Chausson dedicated his work to the legendary artist Eugène Ysaÿe, whose Poème élégiaque is also on the program. Characterized by equal parts fiery virtuosity and sensual lyricism, all of the works on this program tend to be crowd favorites and an ideal way for a violinist to showcase both his/her technical and musical skills. Violinist Tedi Papavrami does just that. Accompanied by the Orchestre Philharmonique de Liège Wallonie Bruxelles under François-Xavier Roth, Papavrami strikes an ideal balance between seduction and precision, never sappy, never rigid. His tone is warm and enveloping from the open G string to the heights of the E string. Vibrato is intense but not overdone, as is rubato. Papavrami technical skills are also more than ample to dazzle his audiences. The orchestra, whose parts in all of these works is almost entirely accompanimental, provides a sensitive, well-balanced backdrop for Papavrami.

A proposito dell'album

Distinzioni:

Migliora questa pagina

Qobuz logo Perché acquistare su Qobuz

ORA IN OFFERTA...
Altro su Qobuz
Di Tedi Papavrami

Playlist

Ti potrebbe piacere anche...
Nelle Panoramiche...
Il pellegrinaggio di Gardiner attraverso le cantate di Bach

John Eliot Gardiner è cresciuto sotto lo sguardo di uno dei due ritratti autentici di Johann Sebastian Bach, che i suoi genitori avevano gelosamente custodito nascondendolo nella loro fattoria nel Dorset durante la Seconda Guerra mondiale. Divenuto uno dei «papi» della musica barocca, Gardiner ha prodotto, con la sua totale devozione a Bach, un volume appassionante, Musique au château du ciel, pubblicato in francese da Flammarion (trad. it. La musica nel castello del cielo). «Come ha fatto un’opera tanto sublime a sgorgare da un uomo così ordinario e così opaco?», si legge nell’introduzione allo studio di Gardiner, pieno di tenerezza e di rara erudizione, che non è una nuova biografia del compositore tedesco, ma la summa dell’esperienza personale dell’interprete, che gli ha dettato considerazioni estetiche ed un’analisi sensibile dei fondamenti armonici, contrappuntistici e polifonici della sua produzione. Un tentativo riuscito di scoprire l’uomo attraverso la sua musica.

Jorge Bolet & Franz Liszt

Fra le sue dita, la musica di Franz Liszt è emersa sotto una nuova luce, grazie ad una visione allo stesso tempo poetica e lirica, molto lontana dal virtuosismo gratuito e chiassoso che si sente troppo spesso. Ai primi degli anni Ottanta, Jorge Bolet incide per DECCA un’antologia del compositore ungherese che farà storia, alla quale si aggiungono altre incisioni realizzate per l’etichetta spagnola ENSAYO, per RCA negli anni Settanta, per EVEREST nel 1960, nonché registrazioni di studio e radiofoniche negli anni Cinquanta, quando aveva ancora tutte le sue straordinarie risorse tecniche.

Neoclassica: un nuovo mondo ai confini dell’elettronica e della classica

Ólafur Arnalds, Nils Frahm, Max Richter, Poppy Ackroyd, Peter Broderick, Joana Gama… Da qualche anno tutti questi nomi alla moda sono stati raggruppati sotto la vasta ed eterogenea etichetta “neoclassica”. A dire il vero, questo “panorama” somiglia piuttosto ad una banda eterogenea di artisti indagatori, che mescolano strumenti classici e produzione elettronica – in connessione cosciente con i pionieri del minimalismo americano – che deliziano i sensi ed aprono nuove prospettive da entrambi i lati del loro spettro musicale.

Nel magazine...