Qobuz Store wallpaper
Categorie:
Carrello 0

Il tuo carrello è vuoto

Augustin Hadelich|Recuerdos

Recuerdos

Augustin Hadelich

Libretto digitale

Disponibile in
logo Hi-Res
24-Bit 96.0 kHz - Stereo

Streaming illimitato

Ascolta subito questo album in alta qualità sulle nostre app

Inizia il mio periodo di prova e riproduci l'album

Goditi questo album sulle app Qobuz con il tuo abbonamento

Registrati

Goditi questo album sulle app Qobuz con il tuo abbonamento

Download digitale

Acquista e scarica questo album in più formati, secondo le tue esigenze.

Il brillante violinista italo-americano Augustin Hadelich ha cercato per anni un ambiente musicale adatto per poter proporre il Concerto per violino di Benjamin Britten a un pubblico più vasto. Composto nel 1940 durante l’esilio del giovane compositore britannico negli Stati Uniti durante la Seconda Guerra Mondiale, è dedicato alle vittime della terribile guerra di Spagna. Quest’opera così solenne riflette le idee pacifiste e antimilitariste che Britten avrebbe coltivato per tutta la vita.

Lo scoppio della recente guerra in Ucraina è stato per Hadelich il punto di partenza per l’elaborazione del programma del suo album Recuerdos, pubblicato per Warner Classics, che avvolge l’opera di Britten con visioni musicali ispirate alla Spagna, dalla Carmen-Fantaisie di Pablo de Sarasate, basata sull’opera di Georges Bizet, ai Recuerdos de la Alhambra di Francisco Tárrega, fino a Sergei Prokofiev (nato nell’attuale Ucraina), che rende omaggio alla Spagna nel Finale del suo Concerto per violino n. 2, eseguito per la prima volta a Madrid nel 1935 dal suo dedicatario, il violinista francese Robert Soëtens.

Lo stesso Hadelich è stato crudelmente ferito in un terribile incendio che lo ha tenuto lontano dal suo strumento per più di un anno. Con questa nuova registrazione, desidera testimoniare la sofferenza che circonda tutti gli esseri umani in questo mondo. Nominato “Strumentista dell'anno” dalla rivista Musical America nel 2018, questo violinista è noto per il suo vasto repertorio, che comprende le grandi opere classiche e le opere contemporanee di cui è un appassionato promotore. © François Hudry/Qobuz

Maggiori informazioni

Recuerdos

Augustin Hadelich

launch qobuz app Ho già scaricato Qobuz per Windows/MacOS Apri

download qobuz app Non ho ancora scaricato Qobuz per Windows/MacOS Scarica l'app Qobuz

Al momento stai ascoltando degli estratti.

Ascolta oltre 90 milioni di brani con un abbonamento streaming illimitato.

Ascolta questa playlist e più di 90 milioni di brani con i nostri abbonamenti di streaming illimitati

A partire da 12,50€/mese

1
Carmen Fantasy, Op. 25 (After Bizet): Introduction [Allegro moderato]
00:03:03

Pablo de Sarasate, Composer - Augustin Hadelich, Violin, MainArtist - WDR Sinfonieorchester, Orchestra - Cristian Măcelaru, Conductor

© 2022 Parlophone Records Limited, a Warner Music Group Company ℗ 2022 WDR Mediagroup GmbH under exclusive licence to Parlophone Records Ltd

2
Carmen Fantasy, Op. 25 (After Bizet): I. Moderato
00:03:12

Pablo de Sarasate, Composer - Augustin Hadelich, Violin, MainArtist - WDR Sinfonieorchester, Orchestra - Cristian Măcelaru, Conductor

© 2022 Parlophone Records Limited, a Warner Music Group Company ℗ 2022 WDR Mediagroup GmbH under exclusive licence to Parlophone Records Ltd

3
Carmen Fantasy, Op. 25 (After Bizet): II. Lento assai
00:02:47

Pablo de Sarasate, Composer - Augustin Hadelich, Violin, MainArtist - WDR Sinfonieorchester, Orchestra - Cristian Măcelaru, Conductor

© 2022 Parlophone Records Limited, a Warner Music Group Company ℗ 2022 WDR Mediagroup GmbH under exclusive licence to Parlophone Records Ltd

4
Carmen Fantasy, Op. 25 (After Bizet): III. Allegro moderato
00:02:02

Pablo de Sarasate, Composer - Augustin Hadelich, Violin, MainArtist - WDR Sinfonieorchester, Orchestra - Cristian Măcelaru, Conductor

© 2022 Parlophone Records Limited, a Warner Music Group Company ℗ 2022 WDR Mediagroup GmbH under exclusive licence to Parlophone Records Ltd

5
Carmen Fantasy, Op. 25 (After Bizet): IV. Moderato
00:02:47

Pablo de Sarasate, Composer - Augustin Hadelich, Violin, MainArtist - WDR Sinfonieorchester, Orchestra - Cristian Măcelaru, Conductor

© 2022 Parlophone Records Limited, a Warner Music Group Company ℗ 2022 WDR Mediagroup GmbH under exclusive licence to Parlophone Records Ltd

6
Violin Concerto No. 2 in G Minor, Op. 63: I. Allegro moderato
00:10:55

Sergei Prokofiev, Composer - Augustin Hadelich, Violin, MainArtist - WDR Sinfonieorchester, Orchestra - Cristian Măcelaru, Conductor

© 2022 Parlophone Records Limited, a Warner Music Group Company ℗ 2022 WDR Mediagroup GmbH under exclusive licence to Parlophone Records Ltd

7
Violin Concerto No. 2 in G Minor, Op. 63: II. Andante assai
00:10:31

Sergei Prokofiev, Composer - Augustin Hadelich, Violin, MainArtist - WDR Sinfonieorchester, Orchestra - Cristian Măcelaru, Conductor

© 2022 Parlophone Records Limited, a Warner Music Group Company ℗ 2022 WDR Mediagroup GmbH under exclusive licence to Parlophone Records Ltd

8
Violin Concerto No. 2 in G Minor, Op. 63: III. Allegro, ben marcato
00:06:13

Sergei Prokofiev, Composer - Augustin Hadelich, Violin, MainArtist - WDR Sinfonieorchester, Orchestra - Cristian Măcelaru, Conductor

© 2022 Parlophone Records Limited, a Warner Music Group Company ℗ 2022 WDR Mediagroup GmbH under exclusive licence to Parlophone Records Ltd

9
Violin Concerto in D Minor, Op.15: I. Moderato con moto - Agitato - Tempo primo
00:10:32

Benjamin Britten, Composer - Augustin Hadelich, Violin, MainArtist - WDR Sinfonieorchester, Orchestra - Cristian Măcelaru, Conductor

© 2022 Parlophone Records Limited, a Warner Music Group Company ℗ 2022 WDR Mediagroup GmbH under exclusive licence to Parlophone Records Ltd

10
Violin Concerto in D Minor, Op.15: II. Vivace - Animando - Largamento
00:09:00

Benjamin Britten, Composer - Augustin Hadelich, Violin, MainArtist - WDR Sinfonieorchester, Orchestra - Cristian Măcelaru, Conductor

© 2022 Parlophone Records Limited, a Warner Music Group Company ℗ 2022 WDR Mediagroup GmbH under exclusive licence to Parlophone Records Ltd

11
Violin Concerto in D Minor, Op.15: III. Passacaglia - Andante lento (un poco meno mosso)
00:15:13

Benjamin Britten, Composer - Augustin Hadelich, Violin, MainArtist - WDR Sinfonieorchester, Orchestra - Cristian Măcelaru, Conductor

© 2022 Parlophone Records Limited, a Warner Music Group Company ℗ 2022 WDR Mediagroup GmbH under exclusive licence to Parlophone Records Ltd

12
Recuerdos de la Alhambra (Arr. Ricci)
00:03:36

Francisco Tarrega, Composer - Augustin Hadelich, Violin, MainArtist - WDR Sinfonieorchester, Orchestra - Ruggero Ricci, Arranger - Cristian Măcelaru, Conductor

© 2022 Parlophone Records Limited, a Warner Music Group Company ℗ 2022 WDR Mediagroup GmbH under exclusive licence to Parlophone Records Ltd

Descrizione dell'album

Il brillante violinista italo-americano Augustin Hadelich ha cercato per anni un ambiente musicale adatto per poter proporre il Concerto per violino di Benjamin Britten a un pubblico più vasto. Composto nel 1940 durante l’esilio del giovane compositore britannico negli Stati Uniti durante la Seconda Guerra Mondiale, è dedicato alle vittime della terribile guerra di Spagna. Quest’opera così solenne riflette le idee pacifiste e antimilitariste che Britten avrebbe coltivato per tutta la vita.

Lo scoppio della recente guerra in Ucraina è stato per Hadelich il punto di partenza per l’elaborazione del programma del suo album Recuerdos, pubblicato per Warner Classics, che avvolge l’opera di Britten con visioni musicali ispirate alla Spagna, dalla Carmen-Fantaisie di Pablo de Sarasate, basata sull’opera di Georges Bizet, ai Recuerdos de la Alhambra di Francisco Tárrega, fino a Sergei Prokofiev (nato nell’attuale Ucraina), che rende omaggio alla Spagna nel Finale del suo Concerto per violino n. 2, eseguito per la prima volta a Madrid nel 1935 dal suo dedicatario, il violinista francese Robert Soëtens.

Lo stesso Hadelich è stato crudelmente ferito in un terribile incendio che lo ha tenuto lontano dal suo strumento per più di un anno. Con questa nuova registrazione, desidera testimoniare la sofferenza che circonda tutti gli esseri umani in questo mondo. Nominato “Strumentista dell'anno” dalla rivista Musical America nel 2018, questo violinista è noto per il suo vasto repertorio, che comprende le grandi opere classiche e le opere contemporanee di cui è un appassionato promotore. © François Hudry/Qobuz

A proposito dell'album

Migliorare le informazioni sugli album

Qobuz logo Perché acquistare su Qobuz

ORA IN OFFERTA...

John Williams in Vienna

John Williams

John Williams in Vienna John Williams

Orff: Carmina Burana

Gundula Janowitz

Orff: Carmina Burana Gundula Janowitz

Sleep

Max Richter

Sleep Max Richter

The Dark Side Of The Moon

Pink Floyd

Altro su Qobuz
Di Augustin Hadelich

Bach: Sonatas & Partitas

Augustin Hadelich

Bach: Sonatas & Partitas Augustin Hadelich

Bohemian Tales

Augustin Hadelich

Bohemian Tales Augustin Hadelich

Paganini : 24 Caprices, Op. 1

Augustin Hadelich

Paganini : 24 Caprices, Op. 1 Augustin Hadelich

David Lang: Mystery Sonatas

Augustin Hadelich

David Lang: Mystery Sonatas Augustin Hadelich

Recuerdos - Sarasate: Carmen Fantasy, Op. 25

Augustin Hadelich

Playlist

Ti potrebbe piacere anche...

Wagner: Das Rheingold

Wiener Philharmonic Orchestra

Wagner: Das Rheingold Wiener Philharmonic Orchestra

John Williams: The Berlin Concert

John Williams

Sibelius: Complete Symphonies

Klaus Mäkelä

Nightscapes

Magdalena Hoffmann

Nightscapes Magdalena Hoffmann

LETTER

Sofiane Pamart

LETTER Sofiane Pamart
Nelle Panoramiche...
Max Richter, un attivista neoclassico

Con l’uscita del suo nuovo album Exiles, una riflessione sull’esilio concepita assieme alla Baltic Sea Orchestra, l’iconoclasta Max Richter, prolifico pioniere del movimento neoclassico, si è ancora una volta imposto come uno degli artisti più impegnati della scena musicale mondiale. Creando un ponte tra la musica classica e quella elettronica e tra il mondo fisico e quello sensoriale, raramente un artista è stato capace di produrre una musica strumentale tanto evocativa.

Neoclassica: un nuovo mondo ai confini dell’elettronica e della classica

Ólafur Arnalds, Nils Frahm, Max Richter, Poppy Ackroyd, Peter Broderick, Joana Gama… Da qualche anno tutti questi nomi alla moda sono stati raggruppati sotto la vasta ed eterogenea etichetta “neoclassica”. A dire il vero, questo “panorama” somiglia piuttosto ad una banda eterogenea di artisti indagatori, che mescolano strumenti classici e produzione elettronica – in connessione cosciente con i pionieri del minimalismo americano – che deliziano i sensi ed aprono nuove prospettive da entrambi i lati del loro spettro musicale.

British blues boom, cronaca di una rivoluzione

Se Joe Bonamassa ritornò con British Blues Explosion, un anno dopo Blue And Lonesome dei Rolling Stones, fu perché il boom del blues inglese si rivelò essere qualcosa di più di una semplice moda... Più che una semplice tendenza musicale, l'interesse di una giovane generazione per le grandi icone del blues americano, ignorate nella loro terra, generò un'autentica rivoluzione guidata da tre principali agitatori: Eric Clapton, Jeff Beck e Jimmy Page, considerati oltre la Manica, niente meno che la Santissima Trinità della storia del rock o della chitarra. Sebbene non fossero gli unici musicisti coinvolti, fu attraverso le loro rispettive carriere che si scoprì che il blues, lungi dall'essere una musica che aveva passato la sua data di scadenza, era come un salto verso altre dimensioni musicali che avrebbe permesso molteplici innovazioni.

Nel magazine...