Categorie:
Carrello 0

Il tuo carrello è vuoto

Jaime Wyatt - Neon Cross

Mes favoris

Cet élément a bien été ajouté / retiré de vos favoris.

Neon Cross

Jaime Wyatt

Disponibile in
logo Hi-Res
24-Bit 48.0 kHz - Stereo

Streaming illimitato

Ascolta subito questo album in alta qualità sulle nostre app

Inizia il mio periodo di prova e riproduci l'album

Goditi questo album sulle app Qobuz con il tuo abbonamento

Resgistrati

Goditi questo album sulle app Qobuz con il tuo abbonamento

Download digitale

Seleziona la qualità audio

Per avere diritto a questo prezzo, abbonati a Sublime+

È difficile creare una copertina più kitsch di questa, che ricorda una logora copertina di qualche VHS porno del 1982. Sotto un neon dai caratteri anni ‘80, Jaime Wyatt è una cowgirl del terzo millennio. Un’immagine completamente opposta a quella di Felony Blues, il suo EP del 2017 in cui posava davanti a una casa fatiscente in un abito di cotone beige... Con Neon Cross – pubblicato su New West Records, l’eccellente scuderia di Nashville specializzata in alternative country – questa ragazza proveniente dal piovoso stato di Washington firma soprattutto una resurrezione. Personale più che artistica, visto che a 34 anni questo è il suo primo vero album. Qualche anno fa, Jaime è stata condannata per aver derubato il suo spacciatore di eroina. Eroina, ma non solo. Crack, cocaina, alcool e tutto ciò che l’uso e l’abuso di queste sostanze ha portato nella sua vita, è dentro i brani di Neon Cross. Così come il suo coming out, avvenuto dopo un divorzio, la morte del padre nel 2018 e la morte di un caro amico per overdose. Insomma, è noto che i migliori album country (rock o meno) hanno sempre trovato l’ispirazione nella propria spazzatura, nei quasi-annegamenti, nei lividi all’anima e, soprattutto, nell’auto-accettazione. Abbastanza da renderla una outlaw dura e pura, che canta come Lucinda Williams e Chrissie Hynde. O meglio ancora, una outlaw ufficialmente certificata, dato che dietro la console si trovava Shooter Jennings, che ha realizzato una produzione efficiente e scarna. Il figlio di Waylon Jennings (il defunto outlaw supremo) condivide il microfono con lei, su Hurt So Bad. Le emozioni aumentano con l’apparizione della regina Jessi Colter, madre di Shooter e vedova di Waylon, che canta sulla magnifica Just a Woman. E come se questo tsunami emotivo non bastasse, troviamo il compianto Neal Casal – che si è tolto la vita nell’agosto 2019 – alla chitarra, all’armonica e al Wurlitzer, per quella che è stata una delle sue ultimissime session in uno studio... Jaime Wyatt chiude la sua impeccabile opera in modo catartico, con una sorprendente cover di Demon Tied To A Chair In My Brain, di Dax Riggs. Un po’ di classic rock, country rock, honky-tonk, con un tocco di pedal-steel e violino, e nessuna volontà di stare al passo con i tempi: un album non potrebbe essere più onesto e sincero di così. © Marc Zisman/Qobuz

Maggiori informazioni

Neon Cross

Jaime Wyatt

launch qobuz app Ho già scaricato Qobuz per Windows/MacOS Apri

download qobuz app Non ho ancora scaricato Qobuz per Windows/MacOS Scarica l'app Qobuz

Copia il seguente link per condividerlo

Al momento stai ascoltando degli estratti.

Ascolta oltre 50 milioni di brani con un abbonamento streaming illimitato.

Ascolta questo album e oltre 50 milioni di brani con i gli abbonamenti di streaming illimitato.

1
Sweet Mess
00:05:45

Austin Jenkins, Composer - Jaime Wyatt, Composer, MainArtist - Travis Stephens, Composer

2020 New West Records, LLC 2020 New West Records, LLC

2
Neon Cross
00:04:24

Jaime Wyatt, Composer, MainArtist

2020 New West Records, LLC 2020 New West Records, LLC

3
L I V I N
00:03:05

Jaime Wyatt, Composer, MainArtist

2020 New West Records, LLC 2020 New West Records, LLC

4
Make Something Outta Me
00:02:58

Jaime Wyatt, Composer, MainArtist

2020 New West Records, LLC 2020 New West Records, LLC

5
By Your Side
00:05:08

Jaime Wyatt, Composer, MainArtist

2020 New West Records, LLC 2020 New West Records, LLC

6
Just A Woman (feat. Jessi Colter)
00:04:16

Jessi Colter, FeaturedArtist - Jaime Wyatt, Composer, MainArtist

2020 New West Records, LLC 2020 New West Records, LLC

7
Goodbye Queen
00:03:17

Eleanor Whitmore, Composer - Chris Masterson, Composer - Jaime Wyatt, Composer, MainArtist

2020 New West Records, LLC 2020 New West Records, LLC

8
Mercy
00:04:17

Jaime Wyatt, Composer, MainArtist

2020 New West Records, LLC 2020 New West Records, LLC

9
Rattlesnake Girl
00:03:23

Jaime Wyatt, Composer, MainArtist

2020 New West Records, LLC 2020 New West Records, LLC

10
Hurt So Bad (feat. Shooter Jennings)
00:03:49

Shooter Jennings, FeaturedArtist - Jaime Wyatt, Composer, MainArtist

2020 New West Records, LLC 2020 New West Records, LLC

11
Demon Tied To A Chair In My Brain
00:03:12

Dax Riggs, Composer - Matthew Sweeney, Composer - Jaime Wyatt, MainArtist

2020 New West Records, LLC 2020 New West Records, LLC

Descrizione dell'album

È difficile creare una copertina più kitsch di questa, che ricorda una logora copertina di qualche VHS porno del 1982. Sotto un neon dai caratteri anni ‘80, Jaime Wyatt è una cowgirl del terzo millennio. Un’immagine completamente opposta a quella di Felony Blues, il suo EP del 2017 in cui posava davanti a una casa fatiscente in un abito di cotone beige... Con Neon Cross – pubblicato su New West Records, l’eccellente scuderia di Nashville specializzata in alternative country – questa ragazza proveniente dal piovoso stato di Washington firma soprattutto una resurrezione. Personale più che artistica, visto che a 34 anni questo è il suo primo vero album. Qualche anno fa, Jaime è stata condannata per aver derubato il suo spacciatore di eroina. Eroina, ma non solo. Crack, cocaina, alcool e tutto ciò che l’uso e l’abuso di queste sostanze ha portato nella sua vita, è dentro i brani di Neon Cross. Così come il suo coming out, avvenuto dopo un divorzio, la morte del padre nel 2018 e la morte di un caro amico per overdose. Insomma, è noto che i migliori album country (rock o meno) hanno sempre trovato l’ispirazione nella propria spazzatura, nei quasi-annegamenti, nei lividi all’anima e, soprattutto, nell’auto-accettazione. Abbastanza da renderla una outlaw dura e pura, che canta come Lucinda Williams e Chrissie Hynde. O meglio ancora, una outlaw ufficialmente certificata, dato che dietro la console si trovava Shooter Jennings, che ha realizzato una produzione efficiente e scarna. Il figlio di Waylon Jennings (il defunto outlaw supremo) condivide il microfono con lei, su Hurt So Bad. Le emozioni aumentano con l’apparizione della regina Jessi Colter, madre di Shooter e vedova di Waylon, che canta sulla magnifica Just a Woman. E come se questo tsunami emotivo non bastasse, troviamo il compianto Neal Casal – che si è tolto la vita nell’agosto 2019 – alla chitarra, all’armonica e al Wurlitzer, per quella che è stata una delle sue ultimissime session in uno studio... Jaime Wyatt chiude la sua impeccabile opera in modo catartico, con una sorprendente cover di Demon Tied To A Chair In My Brain, di Dax Riggs. Un po’ di classic rock, country rock, honky-tonk, con un tocco di pedal-steel e violino, e nessuna volontà di stare al passo con i tempi: un album non potrebbe essere più onesto e sincero di così. © Marc Zisman/Qobuz

A proposito dell'album

Migliora questa pagina

Qobuz logo Perché acquistare su Qobuz

ORA IN OFFERTA...
The Complete Studio Albums Creedence Clearwater Revival
Schumann : The Four Symphonies Wolfgang Sawallisch
Folk Singer Muddy Waters
Live At The Regal B.B. King
Altro su Qobuz
Di Jaime Wyatt
Felony Blues Jaime Wyatt
Hurt So Bad Jaime Wyatt
Neon Cross Jaime Wyatt
Goodbye Queen Jaime Wyatt
Ti potrebbe piacere anche...
Nelle Panoramiche...
Guy Clark, poeta e trovatore

Venerato da Johnny Cash e molti altri ma rimasto nell’ombra fino alla morte, avvenuta due anni fa, nel maggio 2016. Chi era Guy Clark, immenso compositore texano, narratore senza uguali e trovatore dalla voce roca che ha composto brani interpretati da tutti i grandi del country e del folk?

Johnny Cash dietro le sbarre

Due leggendari album dal vivo pubblicati alla fine degli anni Sessanta hanno dato un enorme spinta alla carriera di Johnny Cash trasformandolo in una star internazionale. Si tratta di due dischi diversi da tutti gli altri: sono stati registrati in prigione. Ma cosa ha portato il Man in Black a ritrovarsi in una sala da concerto così insolita?

Americana, alle radici dell’America

Il nome saprà anche di trovata commerciale un po’ fumosa, ma il genere Americana designa da una ventina d’anni quel mix di rock, country, blues e rhythm&blues. E come in ogni grande famiglia che si rispetti, si ritrovano un po’ tutti i personaggi: la figlia ribelle, lo zio colto, il padre irrequieto, la cugina esaltata…