Categorie:
Carrello 0

Il tuo carrello è vuoto

Bob Dylan - Murder Most Foul

Mes favoris

Cet élément a bien été ajouté / retiré de vos favoris.

Murder Most Foul

Bob Dylan

Disponibile in
logo Hi-Res
24-Bit 96.0 kHz - Stereo

Streaming illimitato

Ascolta subito questo album in alta qualità sulle nostre app

Inizia il mio periodo di prova e riproduci l'album

Goditi questo album sulle app Qobuz con il tuo abbonamento

Resgistrati

Goditi questo album sulle app Qobuz con il tuo abbonamento

Download digitale

Seleziona la qualità audio

Per avere diritto a questo prezzo, abbonati a Sublime+

Murder Most Foul

Bob Dylan

launch qobuz app Ho già scaricato Qobuz per Windows/MacOS Apri

download qobuz app Non ho ancora scaricato Qobuz per Windows/MacOS Scarica l'app Qobuz

Copia il seguente link per condividerlo

Al momento stai ascoltando degli estratti.

Ascolta oltre 50 milioni di brani con un abbonamento streaming illimitato.

Ascolta questo album e oltre 50 milioni di brani con i gli abbonamenti di streaming illimitato.

1
Murder Most Foul
00:16:54

Bob Dylan, Composer, Lyricist, MainArtist, AssociatedPerformer

(P) 2020 Columbia Records, a Division of Sony Music Entertainment

A proposito dell'album

Migliora questa pagina

Qobuz logo Perché acquistare su Qobuz

ORA IN OFFERTA...
Munich 2016 Keith Jarrett
Songs In The Key Of Life Stevie Wonder
Innervisions Stevie Wonder
Altro su Qobuz
Di Bob Dylan

Playlist

Ti potrebbe piacere anche...
Reunions Jason Isbell and the 400 Unit
Western Stars Bruce Springsteen
Nelle Panoramiche...
Eric Clapton sul filo del rasoio

Una versione dance di “Jingle Bells”, un “Lonesome Christmas” o un “White Christmas” più blues, il tutto su un album di Natale (“Happy Xmas”). Sogno o realtà? Eric Clapton lo ha fatto. In fondo, se persino Bob Dylan si è sacrificato in nome della tradizione (con l’album “Christmas in the Heart”), perché non dovrebbe farlo Dio in persona? Non che sia la prima volta che il musicista britannico, vicino ai 74, si allontana da un blues più o meno tradizionale, ma fin qui non si era ancora mai spinto…

Obbiettivo la luna: The Dark Side Of The Moon

The Dark Side of the Moon, album-chiave dei Pink Floyd fu il risultato di un lungo processo creativo iniziato intorno al 1968. A Saucerful of Secrets (il brano principale dell'omonimo album) fu, almeno per Nick Mason, il punto di partenza. L'album successivo, Ummagumma (1969), diede a ciascun membro della band l'opportunità di creare un brano solista, anche se avrebbero dovuto unire i loro talenti per fare davvero il jackpot. I Pink Floyd hanno continuato a cercare il disco perfetto con Meddle, un album che ha messo in evidenza le loro abilità in studio, e Atom Heart Mother, prima del tanto atteso nirvana con The Dark Side of the Moon. E la perfezione di quest'opera non è stata intaccata nel tempo, nemmeno a quarantacinque anni dalla sua uscita.

God Save The Kinks

Cinquant’anni fa, i Kinks pubblicavano “The Village Green Preservation Society”, album fuori dal tempo e dalle mode. Un capolavoro pop che racchiudeva l’eterna Inghilterra. Per alcuni, un disco quasi retrogrado, considerato oggi uno dei più influenti del suo tempo. In altri termini, non ci sono solo Lennon/McCartney e Jagger/Richards a questo mondo…

Nel magazine...