Categorie:
Carrello 0

Il tuo carrello è vuoto

Isabelle Faust - Mozart : Sonatas for Fortepiano and Violin

Mes favoris

Cet élément a bien été ajouté / retiré de vos favoris.

Mozart : Sonatas for Fortepiano and Violin

Isabelle Faust - Alexander Melnikov

Libretto digitale

Disponibile in
logo Hi-Res
24-Bit 96.0 kHz - Stereo

Streaming illimitato

Ascolta subito questo album in alta qualità sulle nostre app

Inizia il mio periodo di prova e riproduci l'album

Goditi questo album sulle app Qobuz con il tuo abbonamento

Resgistrati

Goditi questo album sulle app Qobuz con il tuo abbonamento

Download digitale

Seleziona la qualità audio

Per avere diritto a questo prezzo, abbonati a Sublime+

Ai tempi in cui Mozart componeva le sue prime sonate per violino e tastiera, nel 1778, l’uso comune era piuttosto quello di scrivere sonate per pianoforte con accompagnamento di violino, in cui la parte del violino era assai modesta, sufficiente a non urtare gli acquirenti di tali partiture: i dilettanti illuminati. Ora, Mozart contrasta tale abitudine e si avventura in un mondo nuovo, quello dei veri e propri duo in cui entrambi gli strumenti vengono sfruttati in modo eguale. Evita tuttavia l’eccesso inverso, che sarebbe quello di sviluppare dei quasi concerti per violino, in cui il pianoforte non abbia che un ruolo d’accompagnamento. Qui troviamo dunque l’equilibrio perfetto fra i due compari, per la precisione Isabelle Faust al violino ed Alexander Melnikov alla tastiera; quest’ultimo suona una copia di un fortepiano viennese del 1795 firmata Anton Walter. La bilancia sonora ne trae ulteriore perfezione: troppo spesso infatti queste sonate, eseguite al pianoforte, sono un po’ troppo a favore della tastiera, o in alternativa il violinista deve spingere. Si ascolteranno due sonate scritte a Parigi, poco dopo la morte della madre di Mozart, che l’aveva accompagnato in viaggio, poi una del 1787 scritta sulla scia della morte di Leopold Mozart; eppure il compositore sembra conservare sempre il sorriso, per quanto sia un sorriso pieno di tenera nostalgia nel caso della Sonata in mi minore K. 304. © SM/Qobuz

Maggiori informazioni

Mozart : Sonatas for Fortepiano and Violin

Isabelle Faust

launch qobuz app Ho già scaricato Qobuz per Windows/MacOS Apri

download qobuz app Non ho ancora scaricato Qobuz per Windows/MacOS Scarica l'app Qobuz
Ascolta sul Webplayer

Copia il seguente link per condividerlo

Al momento stai ascoltando degli estratti.

Ascolta oltre 40 milioni di brani con un abbonamento streaming illimitato.

Ascolta questo album e oltre 40 milioni di brani con i gli abbonamenti di streaming illimitato.

Violin Sonata in D Major, K. 306 (Wolfgang Amadeus Mozart)

1
I. Allegro con spirito 00:07:12

Isabelle Faust, Violin - Alexander Melnikov, Piano - Wolfgang Amadeus Mozart, Composer

- ℗ 2018 harmonia mundi

2
II. Andante cantabile 00:07:42

Isabelle Faust, Violin - Alexander Melnikov, Piano - Wolfgang Amadeus Mozart, Composer

- ℗ 2018 harmonia mundi

3
III. Allegretto 00:07:09

Isabelle Faust, Violin - Alexander Melnikov, Piano - Wolfgang Amadeus Mozart, Composer

- ℗ 2018 harmonia mundi

Violin Sonata in E Minor, K. 304 (Wolfgang Amadeus Mozart)

4
I. Allegro 00:10:02

Isabelle Faust, Violin - Alexander Melnikov, Piano - Wolfgang Amadeus Mozart, Composer

- ℗ 2018 harmonia mundi

5
II. Tempo di minuetto 00:07:13

Isabelle Faust, Violin - Alexander Melnikov, Piano - Wolfgang Amadeus Mozart, Composer

- ℗ 2018 harmonia mundi

Violin Sonata in A Major, K. 526 (Wolfgang Amadeus Mozart)

6
I. Molto allegro 00:09:44

Isabelle Faust, Violin - Alexander Melnikov, Piano - Wolfgang Amadeus Mozart, Composer

- ℗ 2018 harmonia mundi

7
II. Andante 00:09:40

Isabelle Faust, Violin - Alexander Melnikov, Piano - Wolfgang Amadeus Mozart, Composer

- ℗ 2018 harmonia mundi

8
III. Presto 00:07:03

Isabelle Faust, Violin - Alexander Melnikov, Piano - Wolfgang Amadeus Mozart, Composer

- ℗ 2018 harmonia mundi

Descrizione dell'album

Ai tempi in cui Mozart componeva le sue prime sonate per violino e tastiera, nel 1778, l’uso comune era piuttosto quello di scrivere sonate per pianoforte con accompagnamento di violino, in cui la parte del violino era assai modesta, sufficiente a non urtare gli acquirenti di tali partiture: i dilettanti illuminati. Ora, Mozart contrasta tale abitudine e si avventura in un mondo nuovo, quello dei veri e propri duo in cui entrambi gli strumenti vengono sfruttati in modo eguale. Evita tuttavia l’eccesso inverso, che sarebbe quello di sviluppare dei quasi concerti per violino, in cui il pianoforte non abbia che un ruolo d’accompagnamento. Qui troviamo dunque l’equilibrio perfetto fra i due compari, per la precisione Isabelle Faust al violino ed Alexander Melnikov alla tastiera; quest’ultimo suona una copia di un fortepiano viennese del 1795 firmata Anton Walter. La bilancia sonora ne trae ulteriore perfezione: troppo spesso infatti queste sonate, eseguite al pianoforte, sono un po’ troppo a favore della tastiera, o in alternativa il violinista deve spingere. Si ascolteranno due sonate scritte a Parigi, poco dopo la morte della madre di Mozart, che l’aveva accompagnato in viaggio, poi una del 1787 scritta sulla scia della morte di Leopold Mozart; eppure il compositore sembra conservare sempre il sorriso, per quanto sia un sorriso pieno di tenera nostalgia nel caso della Sonata in mi minore K. 304. © SM/Qobuz

A proposito dell'album

Distinzioni:

Migliora questa pagina

Qobuz logo Perché acquistare su Qobuz

ORA IN OFFERTA...
Munich 2016 Keith Jarrett
Playing the Room Avishai Cohen (tp)
Altro su Qobuz
Di Isabelle Faust

Playlist

Ti potrebbe piacere anche...

Nel magazine...